Come usare Google Maps offline

Google Maps funziona anche in modalità offline. È questa una delle più ghiotte novità degli ultimi giorni da parte della società di Mountain View, che ha scelto di rendere disponibili le sue mappe anche quando non si ha la possibilità di disporre di una connessione, ma si desidera comunque comprendere dove ci si trova, e dove poter andare.

Come usare Google Maps offline

La novità diramata da Google è stata accolta molto positivamente dagli utenti della grande G, che da tempo lamentavano questa carenza nell’offerta di cartografia digitale proposta dalla società. Una mancanza che nel tempo ha permesso a numerosi concorrenti di Google di potersi inserire in questo comparto, consentendo dunque alle app di navigazione per dispositivi di telefonia mobile di poter scalare le classifiche delle applicazioni più scaricate nei rispettivi store online.

Anche in virtù di ciò, Google ha deciso di rompere finalmente gli indugi e accontentare i numerosi utenti che domandavano un passo in avanti in tal senso. Già ora sui dispositivi Android, e tra qualche giorno su iOS, è dunque possibile scaricare le aree geografiche di maggiore interesse sul proprio smartphone, potendo dunque navigare in tutta comodità anche quando non si ha a disposizione una copertura di rete.

Confronta tariffe cellulari »

Per quanto concerne il procedimento per poter usufruire della cartografia digitale offline, il sistema è molto semplice e, qualora vi fosse necessità, è comunque spiegato da Google sul suo blog ufficiale, dove si ricorda che per poter scaricare un’area è sufficiente cercare una città, una regione o una nazione di interesse, e poi cliccare su Download nella relativa scheda.

In alternativa si può andare nella sezione delle “Aree offline” nel menu di Google Maps, e qui premere il pulsante di “Aggiungi” (“+”). A questo punto si potrà scegliere di scaricare la mappa desiderata, e nel momento in cui Google Maps rileverà l’assenza di connessione, o una connessione limitata e inefficiente, passerà automaticamente alla modalità offline, per poi tornare a quella online nel momento in cui la connessione viene ripristinata.

Come impostazione di default, l’app scaricherà le mappe sul dispositivo di telefonia mobile solamente quando si è collegati a una rete wi-fi, in maniera tale che possano essere evitate sgraditi addebiti, potenzialmente molto elevati considerato l’ampio consumo di dati.