Come trovare lavoro con i social network

I social network rappresentano una fondamentale leva di avvio di una carriera professionale. Attraverso le comunità “virtuali” è infatti possibile alimentare una migliore visibilità di sé stessi, stringendo altresì delle relazioni che, nel breve o nel lungo termine, possono condurre a grandi soddisfazioni in ambito lavorativo. Ma in che modo?

Come utilizzare i social network per avviare una brillante carriera
Come utilizzare i social network per avviare una brillante carriera

In primo luogo, è bene ricordare che i social network rappresentano un elemento di indagine fondamentale per le aziende. Guai pertanto a sottovalutare tale aspetto, e ritenere – di contro – che i social network siano ascrivibili a meri ambiti autonomi rispetto alla propria complessiva sfera personale e professionale: da recenti ricerche è emerso che i responsabili delle risorse umane, e i loro delegati, danno ben più di qualche occhiata ai profili social dei candidati prima del colloquio di lavoro. Negli account su Facebook, Twitter, Instagram & co., è in altri termini possibile individuare ghiotte informazioni sulla personalità del candidato. Informazioni che, spesso e (non sempre) volentieri, possono essere confutate durante il colloquio diretto.

Dunque, un primo consiglio. Evitate di utilizzare i social network con troppa leggerezza. Evitate di indicare informazioni personali potenzialmente compromettenti e, soprattutto, verificate periodicamente le impostazioni sulla privacy. Una piccola accortezza che, siamo certi, vi salverà da diverse incomprensioni.

LinkedIn

Introdotto quanto sopra, cerchiamo di capire in che modo poter utilizzare i social network per i nostri scopi professionali. Il social maggiormente orientato alle esigenze dei professionisti è LinkedIn: realizzato per creare e ampliare le proprie reti professionali, subito dopo l’iscrizione sarebbe opportuno “seguire” tutte le aziende presso le quali si desidererebbe lavorare, e alimentare nel tempo delle sinergie tra i propri contatti personali e quelli che lavorano nelle stesse aziende.

Confronta offerte Internet mobile

Considerato che le  raccomandazioni su LinkedIn hanno un elevato valore, cercate di fare in modo di raccoglierne il più possibile dalle aziende per le quali si è lavorato in precedenza, e da partner con i quali avete proficuamente collaborato. Scegliete altresì di indicare informazioni sintetiche ma sufficientemente descrittive, avendo cura di realizzare con grande accortezza il “titolo” (che è la prima cosa che verrà letta del vostro profilo). Cercate di realizzare un curriculum dettagliato, traducetelo anche in inglese, e impostate una foto profilo discreta e composta.

Twitter

Anche Twitter può rivelarsi un fondamentale alleato nella ricerca di un nuovo posto di lavoro. Il social per il microblogging, utilizzato in stragrande maggioranza con connessioni Internet mobile su dispositivi di telefonia mobile, è infatti uno strumento indispensabili per alimentare relazioni con le persone che hanno gli stessi interessi, o lavorano negli stessi ambiti nei quali si sta cercando un’occupazione. Anche in questo caso vi consigliamo di seguire le aziende cui si è maggiormente interessati. Nel vostro profilo, inserite una buona immagine e un link che rimandi al curriculum completo.

Controllate anche periodicamente chi sono i vostri nuovi follower, scoprire chi seguono a loro volta, e diventano loro follower. Menzionate – pur senza esagerare – nei tweet l’azienda per la quale si vorrebbe lavorare, utilizzate hashtag legati al settore in cui si è interessati.

Confronta tariffe Telefonia mobile

Facebook

Sebbene sia considerato come un social network per le mere relazioni personali, anche Facebook – il social network più popolato del mondo – può rivelarsi un fondamentale alleato quando si sta cercando un posto di lavoro. La strada è abbastanza intuibile: fate in modo di connettervi alle aziende cui si è interessati (mettendo un “like” sulla loro pagina), commentate e partecipate alle loro discussioni.

Contemporaneamente, cercate di aggiornare periodicamente la propria pagina, spiegando tra le note che si è alla ricerca di un nuovo lavoro (e indicando naturalmente quali sono le competenze e i settori ambiti). Considerato che su Facebook le relazioni tra vita personale e professionale sono più strette, evitate di far sapere ai vostri potenziali datori di lavoro delle informazioni sulla vita privata che meriterebbero di essere più riservate.

Altri strumenti per chi cerca lavoro

Seppur siano valutati come i principali, Facebook, Twitter e LinkedIn non sono certamente gli unici strumenti utili per chi cerca lavoro. Fate in modo di ampliare le vostre reti di relazione su qualsiasi social network fruito (da Google + a Instagram), ed evitate di sottovalutare le nuove startup sorte proprio per favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro.

Tra costoro, di interessante innovazione è Jobyourlife (jobyourlife.com), una piattaforma nella quale – contrariamente a quanto di solito avviene – sono le aziende a cercare di contattare i candidati attraverso un sistema di selezione che si basa sui requisiti professionali e alla gelocalizzazione: sarà sufficiente iscriversi al portale gratuitamente attraverso LinkedIn o Facebook, e ricevere direttamente dalle aziende degli annunci in linea con il proprio profilo.

Altra startup di rilievo è Face4Job (face4job.com), un servizio gratuito che consente di caricare il proprio CV, esplicitando 10 caratteristiche lavorative, e interagire con le aziende potenziali datori di lavoro attraverso video. Tabbid (tabbid.com) è invece il social network per le piccole offerte lavorative nella propria zona: dall’imbiancare una stanza a consegnare un pacco, c’è spazio per (quasi) tutto.

Commenti Facebook: