Come trasformare i rifiuti in buoni spesa

Fare la raccolta differenziata è una scelta etica, necessaria ai fini di tutelare l'ambiente e ridurre le emissioni inquinanti. Ma consente anche di risparmiare: grazie alla raccolta differenziata incentivante si possono ottenere buoni spesa consegnando materiali da riciclare all’eco-compattatore, e risparmiare sugli acquisti al supermercato, nei negozi o al ristorante. Ecco come trasformare i rifiuti in buoni spesa.

Come trasformare i rifiuti in buoni spesa

Fare la differenziata è un bene per l’ambiente e per il portafoglio: con la raccolta incentivante si possono ottenere dei bonus consegnando materiali come bottiglie di plastica, tappi PVC, barattoli o lattine di alluminio in speciali macchinari (riciclatori o eco-compattatori) in grado di selezionarli e compattarli.

A cambio di questa consegna, si ricevono sconti e buoni acquisto, da spendere in alcuni esercizi commerciali che aderiscono all’iniziativa, consentendo ai consumatori di risparmiare sulla spesa attraverso un semplice gesto. I programmi di raccolta incentivante più famosi in Italia sono Eurven e Garby.
Tagliare la bolletta luce con le tariffe »

Eurven, per avere sconti ma anche sgravi fiscali

La veneta Eurven propone una raccolta differenziata incentivante molto completa, con apparecchi in grado di riciclare una vasta gamma di rifiuti, come carta, plastica, umido, alluminio, olio esausto, lattine, bicchieri di caffè, lampadine e vetro. Chi aderisce all’iniziativa può collaborare con la riduzione dei rifiuti ricevendo in cambio non solo buoni spesa e ticket sconto, ma anche sgravi fiscali, per i cittadini e per i Comuni aderenti. Eurven vanta una distribuzione capillare nel territorio nazionale, con ben 1500 riciclatori, di cui il 60% è al Centro-Nord e il 40% al Sud e nelle Isole.

Eurven ha lanciato un progetto digitale “Cash for trash” che premia chi fa la differenziata erogando denaro da “accumulare” sul cellulare e spendere in un secondo momento. Bisogna scaricare l‘app 2Pay (disponibile sia per Apple che Android), portare una bottiglia di plastica da riciclare a Eurven e così ricevere un coupon QR code con un accredito di 0,01 euro sullo smartphone; tutti i bonus accumulati si possono poi spendere nei negozi convenzionati.

A Fiume Veneto, in provincia di Pordenone, vengono raccolte le capsule del caffè esauste e posteriormente separati plastica, alluminio e frazione organica. Chi partecipa riceve sempre un buono, ma tutti i proventi saranno donati a La Via di Natale Onlus, che raccoglie fondi per la lotta contro il cancro.

Garby e una filiera del riciclo più corta

La proposta di Garby mira ad accorciare la filiera del riciclo, con eco-compattatori che riducono i volumi dei rifiuti di venti volte e li consegnano direttamente alle aziende di riciclaggio senza passare dalla discarica né dai siti di stoccaggio. L’impianto di Garby è in grado di ridurre anche una tonnellata di materiale riciclabile, che viene trasformato in coperte in pile, vestiario, giocattoli, carrelli per la spesa, occhiali da sole, cruscotti, cassette per l’agricoltura e biciclette.

E’ possibile richiedere un impianto Garby in comodato se si è un Comune, scuola o ente privato, compresi negozi e centri commerciali, bar e benzinai. Le attività commerciali che erogano i buoni spesa pagano dai 30 ai 50 euro al concessionario per la pubblicità affissa sul compattatore, stampata sullo scontrino e inserita sul web. Sul portale è possibile identificare tutti i negozi convenzionati per scoprire dove spendere i buoni spese.

Come risparmiare sulle spese domestiche e bollette

Vuoi risparmiare anche sulle spese domestiche? Confrontando offerte e scegliendo i fornitori più economici per l’energia elettrica, il gas, l’ADSL, il telefono, la pay tv o la polizza Rc auto è possibile risparmiare cifre importanti.
Confronta Preventivi Rc Auto »

Ad esempio, grazie alle attuali offerte gas e luce del mercato libero, una famiglia di 5 persone può risparmiare oltre 300 euro all’anno sulle bollette. Le assicurazioni online offrono la possibilità di tagliare le spese di Rc auto del 60-70%, e con la tv streaming si può non pagare il Canone Rai in maniera completamente legale. Le offerte ADSL casa includono chiamate gratuite verso tutti, anche senza scatto, e sono molto più economiche rispetto qualche anno fa, con prezzi mensili di poco più di 20 euro.

Facendo la differenziata si possono trasformare i rifiuti in buoni spesa, e con l’aiuto dei comparatori di SosTariffe.it è possibile identificare rapidamente le proposte più convenienti per risparmiare.
Scopri le migliori offerte ADSL »

« notizia precedente « notizia successiva » »