Come tagliare i consumi domestici in estate?

In questi tempi è importante risparmiare sulle bollette di energia elettrica, gas e acqua, ma cercando di non rinunciare al comfort a cui siamo abituati. Per imparare come farlo, MCE, la Mostra Convegno Expocomfort dedicata ai settori dell’impiantistica civile e industriale, presenta una serie di consigli su come tagliare i consumi domestici nel periodo estivo e aggiungere più risparmio ancora al cambio dell’ora legale. Scopri come tagliare i consumi energetici in estate.

Con il cambio dell’ora legale, nel 2012, l’Italia ha potuto risparmiare 613 kWh, che significano 102 milioni di euro in meno in bolletta.

Per risparmiare e ridurre i consumi domestici in estate, si può fare ancora di più seguendo questi semplici consigli:

1. Condizionatore d’aria a basso consumo

Sul mercato attualmente esistono modelli innovativi che si servono della tecnologia inverter, e sono così in grado di adattare la velocità del motore al reale fabbisogno di caldo o di freddo nell’ambiente.

Con questi condizionatori è possibile risparmiare il 30% di energia elettrica, diminuendo inoltre le emissioni di CO2.

In più, è importante impostare la temperatura del condizionatore in modo da creare una differenza di massimo 8°C rispetto all’ambiente esterna; infine, è di norma controllare periodicamente i filtri per mantenere al massimo la qualità dell’aria.

2. Termostatica per il riscaldamento dell’acqua

Rimpiazzando la valvola manuale del riscaldamento per una termostatica, è possibile regolare la produzione di acqua calda in base alla temperatura ideale.

Questo dispositivo permette inoltre di scegliere la temperatura ideale per ogni stanza in inverno, il cui consente un risparmio di circa il 15% sulle spese di riscaldamento.

3. Caldaia a condensazione

L’utilizzo di una caldaia a condensazione consente di risparmiare fino al 35% sulla spesa di riscaldamento rispetto ad una caldaia tradizionale.

Se si desidera sostituire invece lo scaldabagno elettrico, installando uno scaldacqua a pompa di calore, è possibile risparmiare addirittura il 75% dei consumi.

Conservando lo scaldabagno elettrico, si può ancora ottimizzare il suo funzionamento regolandone il termostato a 40°C d’estate (massimo) e a 60°C d’inverno, collocando inoltre un timer che sia in grado di fissare l’orario di accensione.

4. Risparmiare fino al 50% sull’acqua

Per ridurre i consumi di acqua, sono interessanti i riduttori di flusso installati nella doccia e sui rubinetti, che consentono di diminuire fino al 50% dell’acqua erogata. Allo stesso modo, un regolatore di scarico nel WC, consente di regolare l’uscita d’acqua a seconda delle necessità.

5. Attiva una tariffa luce o gas del mercato libero

Con le tariffe energia elettrica e/o gas naturale del mercato libero è possibile risparmiare fino al 10% sulla bolletta.

In più, l’attivazione è gratuita, non ci sono spese per cambio di fornitore e la continuità del servizio è garantita sempre dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AAEG).

Utilizzano il nostro comparatore gratuito ed indipendente è possibile identificare la tariffa luce o gas che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Confronta Tariffe Gas

Commenti Facebook: