Come scelgo una tariffa gas che mi consenta di risparmiare?

Nel mercato libero ci sono molte offerte gas, alcune a prezzo bloccato, tutto compreso (o tariffe a taglie) o tradizionali tariffe gas a consumo, con alcune delle quali si possono risparmiare oltre 200 euro all’anno. Ciononostante, non è facile identificare la tariffa più conveniente per ogni profilo utente. SosTariffe.it, il portale di confronto di tariffe indipendente, ti spiega come scegliere una tariffa gas che ti consenta di risparmiare.

Scegliere il miglior fornitore per il gas è fondamentale per risparmiare

Sul mercato libero ci sono moltissime tariffe gas differenti, tante che a volte sceglierne una diventa difficile. Per questo motivo, SosTariffe.it offre un servizio gratuito di confronto tariffe gas che che consente identificare l’offerta più adatta secondo le proprie esigenze.

Di seguito vi presentiamo una breve guida su come scegliere la migliore tariffa gas che consenta di risparmiare.

Confronta Tariffe Gas

1. Consumo annuo di gas

Il parametro più importante per identificare l’offerta gas più conveniente è il consumo annuo in m3. Alcune offerte del mercato libero sono convenienti per le famiglie con alti consumi ma in sovrapprezzo per chi di gas ne consuma poco, e viceversa.

Il consumo annuo è di solito riportato nelle bollette del gas. Ma si può anche calcolare utilizzando anche i filtri presenti sul nostro comparatore, insieme alle offerte gas più convenienti a seconda del risultato.

Offerte gas per alti consumi

2. Tariffa a prezzo bloccato, sì o no?

Se volete evitare gli aumenti del gas disposti dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, vi conviene scegliere un‘offerta gas a prezzo bloccato.

Con queste offerte, il prezzo della componente materia prima del gas rimane bloccato per 12 o 24 mesi, a seconda dell’offerta.

La “componente materia prima del gas” della bolletta include i costi più sensibili alle variazioni del mercato energetico, ma non è il prezzo finale da pagare. Leggi gli ultimi aggiornamenti riguardo la nuova riforma del prezzo del gas.

3. Come si paga la bolletta del gas?

Alcune tariffe gas sono attivabili unicamente scegliendo il pagamento tramite RID, ovvero addebitando le bollette direttamente sul conto corrente.

Le tariffe gas online sono le più economiche, per cui per risparmiare molto probabilmente si dovrà scegliere un’offerta gas che preveda il pagamento RID.

Per questo motivo, è conveniente avere un conto corrente per domiciliare le utenze. Se ancora non si dispone di un un conto, è importante sapere che esistono molti conti correnti a zero spese e senza imposta di bollo con i quali non ci sono costi fissi da pagare.

Scopri i Conti Correnti Zero Spese

4. Confrontare diverse tariffe gas

Una volta delineati i consumi, le abitudini e i propri interessi, sarà possibile mettere a confronto le tariffe gas per trovare quelle più adatte alle proprie esigenze.

Vi consigliamo di utilizzare il nostro comparatore gratuito ed indipendente, che include tutti i parametri di cui abbiamo parlato in precedenza.

Vai al comparatore Tariffe Gas

Tra le migliori tariffe gas per risparmiare spicca E-Light Gas di Enel Energia (risparmio di 205 euro all’anno per una famiglia numerosa).

Vai a E-Light Gas di Enel

Oppure, può pagare di meno 199,21 euro all’anno attivando Acea Rapida Gas.

Scopri Acea Rapida Gas

La stessa famiglia può risparmiare 175 euro all’anno con la tariffa energia 3.0 di GDF SUEZ Energie. Quest’offerta è una dual fuel, ovvero prevede un’unica bolletta per la fornitura del gas e della luce; perciò al risparmio ottenibile con l’offerta gas si aggiungono altri 60-70 euro all’anno in meno che potrebbe risparmiare sull’energia elettrica.

Vai a energia 3.0 di GDF SUEZ Energie

Con la tariffa Web Gas di Edison Energia, la famiglia dell’esempio pagherebbe 150,52 euro in meno all’anno.

Scopri Web Gas di Edison

Cerchi consigli per risparmiare sul gas? Leggi anche la nostra Guida pratica per risparmiare gas a casa.

Commenti Facebook: