Come salvarsi dal furto di energia elettrica

Quanta fatica per trovare il fornitore più conveniente. Poi inspiegabilmente il contatore salta e la bolletta aumenta vertiginosamente: qualcuno potrebbe essersi allacciato alla vostra rete. Non è semplice accorgersene e proteggersi, ma in questa guida su come salvarsi dal furto di energia elettrica troverete consigli utili per stanare i malfattori e per proteggervi da fatture astronomiche.

Il contatore salta e la bolletta aumenta. Ecco come proteggersi

Ormai i ladri sono ovunque, rubano auto, valori, carte di credito, ma anche energia elettrica. La crisi economica porta molti soggetti ad adottare pratiche illecite per risparmiare sulle bollette, che vanno però a discapito del portafogli di altri e onesti consumatori. Come salvarsi dal furto di energia elettrica e cosa fare per proteggersi? Ecco i consigli di SosTariffe.it.

Una bolletta conveniente che aumenta: ecco perché

Tanti consumatori hanno scoperto da poco la possibilità di passare al mercato libero e di confrontare i fornitori di energia elettrica online per risparmiare sulla bolletta. Quanto dura questo risparmio? La convenienza per chi scegli l’offerta giusta e indica la corretta fascia oraria di utilizzo può anche durare a lungo, a meno che qualche malvivente non si allacci alla vostra rete. I primi segnali per accorgersene sono il contatore che salta più volte, continuamente, senza che stiate impiegando diversi dispositivi accessi (ex. uso contemporaneo del forno, della lavatrice e del condizionatore), ma soprattutto l’arrivo di una bolletta che supera di molto quanto pagato fino a quel momento.

Ci sono persone che, dopo aver pagato per un anno bollette da 50 Euro bimestrali, ricevono all’improvviso una fattura da 1.000 Euro: questo è di sicuro il segnale primario che qualcosa non va.
Confronta offerte energia

Furto di energia elettrica: come avviene

come salvarsi dal furto di energia elettrica
Incredibile da pensare ma il furto di energia elettrica è un reato diffusissimo in Italia. Questa truffa ai danni degli utenti onesti configura un illecito a c.d. “consumazione prolungata” perché la sottrazione di energia, pur avvenendo in tempi diversi (in momenti differenti della giornata, della settimana o del mese) è considerata un reato unitario dalla legge. I casi più frequenti si verificano nelle seconde case, negli immobili utilizzati per vacanze e lasciati incustoditi per mesi (in queste ipotesi avvengono anche gli allacci illeciti al contatore dell’acqua), oppure nei condomini dove i contatori sono tenuti tutti insieme nello stesso posto in locali accessibili al pubblico.

Come salvarsi dal furto di energia elettrica? Come spiegato è possibile accorgersene quando il contatore salta troppo spesso e quando, dopo un’attenta lettura di una bolletta con tariffe energia elettrica convenienti, ci si rende conto che il costo è eccessivo. Per avere conferma definitiva del consumo abusivo si può fare questa prova: spegnere luce ed ogni apparecchiatura elettrica in funzione e verificare a questo punto se il contatore risulta in attività. La certezza della truffa si avrà quando il contatore continua a girare nonostante i vostri consumi azzerati.
Confronta costi energia
Per proteggersi bisogna sporgere denuncia alla Autorità e al fornitore di energia. La denuncia va effettuata in modo immediato o l’impresa di fornitura potrebbe accusare voi di aver ceduto illegittimamente energia a terzi. Una volta appurato che non c’è coinvolgimento dell’interessato nel reato, interverrà un tecnico a riparare il contatore e saranno svolte le operazioni necessarie per risalire al malvivente.

Commenti Facebook: