di

Come risparmiare sulle bollette con le offerte luce e gas di Gennaio 2021

Spendete troppo per luce e gas? Ecco come risparmiare sulle bollette con le migliori tariffe di Gennaio. Per poter ridurre la fatture è necessario però anche seguire alcuni piccoli accorgimenti quotidiani rispetto alle proprie abitudini di consumo: abbassare il termostato, scegliere prodotti con classe energetica superiore, cambiare le lampadine tradizionali con i LED. Una guida con qualche consiglio utile per voi

Come risparmiare sulle bollette con le offerte luce e gas di Gennaio 2021

Le famiglie sono sempre alla ricerca di guide e consigli su come risparmiare sulle bollette di luce e gas. I conti per le utenze casalinghe possono essere molto pesanti, soprattutto per chi ha molti figli e per chi utilizza un gran numero di elettrodomestici. Uno studio di Confcommercio ha stimato che in Italia le spese vincolate (quindi fisse e che non possono essere evitate) sono pari ogni anno al 41% dei consumi totali delle famiglie.

Di questa percentuale una parte considerevole è impegnata solo per le spese legate ai servizi per l’abitazione e ad eventuali costi di mutui o affitti, la quota sulle spese complessive delle famiglie è del 23% circa. In valore assoluto stiamo parlando di oltre 4.215 euro pro capite l’anno.

Quanto spendono per luce e gas le famiglie

Per avere una stima approssimativa di quanto le bollette di energia e gas pesino su questo conto annuale è meglio passare ad un esempio pratico. Prendiamo il caso di una famiglia composta da 4 persone che vive in un appartamento da 100 mq, gli elettrodomestici utilizzati sono il forno, il frigo, la lavatrice e la lavastoviglie.

Il consumo annuale di luce stimato per questo nucleo è di 3900 kWh, per la fornitura gas il calcolo di materia prima utilizzata per riscaldare la casa, cucinare e avere acqua calda è di 1.450 m3. Con le attuali tariffe del mercato tutelato la spesa ipotizzata in 12 mesi per questa famiglia è di quasi 748 euro per l’energia elettrica e di circa 1.019 euro per il gas.

Chi è ancora cliente del servizio Maggiori tutele può iniziare a risparmiare sulle bollette passando alle tariffe del libero mercato. Queste offerte sono in genere a prezzo fisso e propongono sconti e bonus ai nuovi utenti, soprattutto a coloro che attivano con lo stesso gestore una promozione dual fuel.

C’è ancora una certa ritrosia da parte dei cittadini a cambiare gestore e mercato, per poter scegliere una tariffa più conveniente è necessario studiare le promozioni e confrontare le condizioni contrattuali. A comporre la bolletta finale infatti intervengono delle voci di spesa fisse e altre variabili, il peso maggiore però è quello del costo delle materie prime. Ad essere determinante quindi nella scelta di un’offerta per pagare meno in bolletta è il prezzo di luce e gas proposto.
Scopri le migliori tariffe luce e gas »

Le tariffe per risparmiare di più sulle bollette

I gestori del libero mercato offrono tariffe con un costo delle materie prime fisso per 1 anno (e fino a 36 mesi), o in alternative è possibile attivare delle promozioni per pagare energia e gas al costo all’ingrosso. Anche se questa voce di spesa può coprire fino al 40% della fattura mensile, non è l’unico fattore da considerare.

Può capitare che un operatore che propone un prezzo di energia e gas superiori ad altri offra dei bonus che rendono la sua tariffa più conveniente di altre. Per aiutare gli utenti nel confronto delle promozioni luce gas e visto quanto è difficile capire come risparmiare sulle bollette, sono disponibili degli strumenti che agevolano queste operazioni di monitoraggio dei prezzi e delle offerte.

Con il comparatore di SOStariffe.it gli utenti potranno conoscere le tariffe dei diversi gestori del libero mercato. I clienti avranno inoltre un immediato riscontro su quale sia il risparmio rispetto alle offerte tutelate scegliendo una soluzione invece di un’altra. Un altro vantaggio è il calcolo della bolletta media mensile e annuale con le differenti promozioni.

Chi usa questo strumento dovrà indicare alcuni dati personali:

  • numero di conviventi
  • mq dell’abitazione
  • elettrodomestici in funzione
  • orari di maggior consumo
  • tipologia di pagamento preferita
  • potenza della fornitura luce

Tra i filtri della ricerca si possono anche selezionare alcune specifiche caratteristiche delle offerte: si possono analizzare solo le tariffe con bonus oppure solo le promozioni biorarie o a prezzo fisso. Lo schema dei risultati inoltre è molto semplice e riassume i punti principali della proposta del gestore fornendo al cliente un mezzo di comparazione immediato e di facile lettura.

Le migliori offerte energia

A Gennaio chi vuole risparmiare sulle bollette di luce le promozioni energia con le condizioni più vantaggiose sono:

  • Illumia Extra Web – prezzo fisso 0,0350 euro/kWh – omaggio di 50 kW al mese per 1 anno – tariffa ad energia verde e monoraria
  • wekiwi Energia Prezzo Fisso 12 Mesi – costo della luce 0,033o euro/kWh – offerta monoraria – sconto di 40 euro in bolletta luce e gas per doppia attivazione – offerta dual fuel
  • Alperia Smile Day & Night – prezzo materia prima 0,0270 euro/kWh – costo luce fisso per 18 mesi – offerta idroelettrica

Queste tre promozioni mostrano come tariffe che offrano un costo della materia prima più basso non siano per forza le più convenienti sul lungo periodo.
Attiva l’offerta energia che garantisce il maggior risparmio »

Piani gas, quali permettono di ridurre la spesa

Le offerte gas che garantiscono i maggiori risparmi agli utenti sono:

  • Engie Energia 3.0 Light 12 Mesi – promozione a costo fisso 0,1425 euro/smc – fino a 300 euro di bonus con il programma Porta un amico in Engie
  • Prezzo Chiaro Gas di A2a – 0,1481 euro/smc come prezzo gas – offerta indicizzata costo materia prima mercato del gas naturale – contributo mensile pari a 2 euro pagato da A2a per il primo anno promo green
  • E. ON Valore Mercato Gas – costo gas 0,1474 euro/smc – bolletta smart – prezzo materia prima indicizzato TTF – Porta un amico in E. ON

Scopri come attivare la tariffa gas migliore per te »

I consigli su come risparmiare sulle bollette

Oltre ai risparmi possibili passando alle offerte del libero mercato ci sono altri consigli utili a ridurre le spese familiari per le utenze. Ecco come risparmiare sulle bollette migliorando le proprie abitudini di consumo. Ci sono alcune buone pratiche che consentiranno di spendere meno e di usare anche in modo più etico e attento all’ambiente le risorse.

Una raccomandazione riportata in tutte le guide è quella di cambiare le lampadine di casa con i LED, più economici e sostenibili. Ci sono delle promozioni energia che abbinano al pacchetto luce delle soluzioni che forniscono agli utenti anche un’offerta per cambiare i dispositivi di casa. Con un LED, secondo le stime, si può risparmiare anche un 95% rispetto ai consumi richiesti dalle lampadine a incandescenza e le lampade LED hanno una vita molto più lunga delle altre luci.

Un altro elemento che contribuisce a ridurre i consumi è il passaggio ad elettrodomestici di classe energetica A++ o A+++. L’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ha stilato una tabella che aiuta a quantificare la riduzione di consumi con prodotti di classe energetica più elevata e ha realizzato uno studio in cui indica come risparmiare sulle bollette utilizzando meglio gli elettrodomestici.

Se si sostituisce una lavastoviglie o un frigo che ha 10 anni con un prodotto A+++ si può i consumi e quindi la spesa del 50%. Nella ricerca dell’ente nazionale si evidenziano anche una serie di misure per poter ridurre lo spreco energetico nell’uso comune di frigo, lavatrice e nell’utilizzo del gas per cucinare.

Ridurre lo spreco energetico e di gas

Una delle raccomandazioni è di mantenere la temperatura del frigo tra 1° e 4° e quella del congelatore intorno a -18°. Con la lavatrice si può risparmiare un 15% di energia semplicemente non avviando i piani con prelavaggio. Un trucco molto citato per risparmiare gas per la cottura dei cibi è quello di spegnere il fornello qualche minuto prima del termine della preparazione del cibo. Un’altra raccomandazione banale, ma che applicata con costanza dà risultati, è l’abitudini di coprire pentole e padelle con un coperchio.

Un falso mito di cui sono convinti molti è che conviene lasciare elettrodomestici e dispositivi casalinghi in modalità stand-by. In realtà questa formula comporta un grosso spreco di energia in alcuni casi, per esempio nelle abitazioni in cui la televisione non viene accesa spesso e viene usata poche ore al giorno sospendendo la modalità stand-by si può risparmiare fino al 40% di energia.

Una pratica assolutamente sconsigliata è l’asciugatura con acqua calda, si può ottenere un risultato altrettanto buono aprendo lo sportello dell’elettrodomestico quando termina il ciclo di lavaggio. Viene

Cambiare la caldaia o installare impianti fotovoltaici

Le poche accortezza quotidiane possono aiutare chi è in cerca di riduzioni modeste delle bollette. A volte, come visto, anche attuando le misure descritte fin qui si possono risparmiare molti soldi. Chi vuole però essere certo di poter migliorare la propria impronta energetica si può scegliere di passare ad impianti solari o idroelettrici  con accumulo per rendere autonoma la propria abitazione.

Un’altra soluzione che aumenta in modo notevole il risparmio energetico è il passaggio dalle caldaie tradizionali a quella a condensazione. Tra l’altro per installare questi dispositivi si può ricorrere al bonus ristrutturazione del 50% o al Superbonus del 110%.

Commenti Facebook: