Come risparmiare sulla bolletta usando meglio la lavatrice

Oggigiorno le lavatrici hanno tutte un design più o meno simile, perciò i criteri più importanti per la scelta sono l’efficienza energetica, l’efficacia di lavaggio e asciugatura. Come per tutti gli elettrodomestici, a partire dal 2012 è obbligatoria la nuova etichetta Energia, che introduce le classi A+, A++ e A+++.

E' possibile risparmiare cifre significative usando meglio la lavatrice

Potranno essere vendute unicamente lavatrici che raggiungano almeno la classe di efficienza energetica A; in ogni caso, una lavatrice con classe di efficienza energetica A+++ consuma circa un 25% in meno d’elettricità di una classe A.

Un requisito importante di una lavatrice efficiente è una buona efficacia di centrifugazione: se la biancheria è centrifugata in una lavatrice con classe di efficacia di centrifugazione A, l’asciugatrice consumerà quasi un quinto in meno d’energia rispetto a un vecchio apparecchio di classe B. Se la lavatrice è allacciata all’acqua calda, il potenziale di risparmio è ancora superiore.

Sul nostro sito potete ottenere maggiore informazione su come scegliere un elettrodomestico in funzione del risparmio energetico. Se dovete acquistare una lavatrice quindi, preferite i modelli moderni, di elevata classe energetica e con funzionalità che evitino inutili sprechi di energia e acqua. Per risparmiare sul prezzo d’acquisto è importante stare attento alle promozioni, ad esempio quelle qui sotto che sono stratte dal portale Amazon.it

Come usare meglio la lavatrice per risparmiare energia

Adesso vediamo alcuni consigli per ottimizzare il funzionamento della lavatrice dal punto di vista del consumo d’elettricità.

Innanzitutto, è importante riempire completamente la lavatrice in ogni lavaggio, senza però superarne la capienza massima. Inoltre, è preferibile rinunciare al prelavaggio, ed impostare programmi a basso consumo per i capi poco sporchi.

Se i capi sono davvero sporchi, si possono scegliere cicli di lavaggio più lunghi ma a temperature basse; questi programmi, anche a freddo o con temperature più basse, danno gli stessi risultati di pulizia ma consumano meno energia e preservano i tessuti.

In genere, è sufficiente lavare ad una temperatura massima di 30 gradi, o perfino a freddo. Se i capi sono davvero molto sporchi, si può lavare a 60 gradi invece che a 90. Provate a lavare i capi con acqua fredda o tiepida, e vedrete che per i lavaggi normali i risultati sono uguali.

In effetti, la maggior parte del consumo energetico delle lavatrici è dovuto al riscaldamento dell’acqua. Se gli apparecchi vengono riforniti d’acqua già riscaldata da fonti energetiche rinnovabili (energia solare, legna, termopompa o un moderno riscaldamento centrale), gran parte di questo consumo può essere risparmiato.

Sul mercato vi sono alcuni modelli di lavatrici che hanno un allacciamento supplementare per l’acqua calda. Considerate però che spesso questa opzione è offerta ad un prezzo superiore.

Alcuni modelli possono essere allacciati all’acqua piovana, nel caso la tariffa dell’acqua sia ancora più alta di quella dell’elettricità.

Se il bucato verrà asciugato a macchina, è importante scegliere una lavatrice con una gran quantità di giri di centrifuga. Questo è assai conveniente, perché le asciugatrici consumano molta energia, quindi se l’efficienza di centrifuga è buona i bucato sarà già quasi asciutto prima di immetterlo nell’asciugatrice.

Senza dubbio però, se potete scegliere, cercate di non usare le asciugatrici, stendendo i panni all’aperto.

Per risparmiare sulla bolletta è possibile anche usare il comparatore di SosTariffe.it per l’energia elettrica. Se invece anche tu hai consigli su come risparmiare sulla bolletta delle luce lascia un commento o scrivici a info@sostariffe.it.

Per identificare facilmente le offerte luce e gas che meglio si adattano alle vostre esigenze, rimandiamo al nostro comparatore gratuito ed indipendente.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: