Come riconoscere tutte le truffe RC auto

I rischi per chi sottoscrive una falsa assicurazione sono molti, a partire dall’impossibilità di risarcimento in caso di incidente fino alle sanzioni di legge e al concorso in reato. L’Ivass aggiorna costantemente gli automobilisti mettendo a disposizione l’elenco delle imprese non abilitate alla vendita di polizze in Italia: ecco come riconoscere tutte le truffe Rc auto.

I rischi per chi acquista una falsa assicurazione secondo l'Ivass

Ci sono persone che pur di spendere poco acquistano una falsa assicurazione. Altre invece, ne sono in possesso inconsapevolmente e rimangono all’oscuro dei rischi in caso di controlli. L’Ivass, Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, informa gli automobilisti su come riconoscere tutte le truffe Rc auto e fornisce l’elenco delle  imprese non autorizzate ad operare sul territorio italiano.

L’obbiettivo è quello di tutelare gli automobilisti onesti e metterli al riparo dalle conseguenze negative della mancata copertura.
Confronta preventivi RC auto

I rischi della falsa assicurazione

Perché è importante sapere come riconoscere tutte le truffe Rc auto? E’ necessaria una premessa: dall’introduzione dei nuovi sistemi di controllo assicurazioni, tanto chi acquista volontariamente una polizza tarocca, quanto chi lo fa in modo involontario, non può sfuggire alle Autorità.

Dall’entrata in vigore del tagliando assicurativo elettronico infatti, non si possono operare contraffazioni (il 18 ottobre 21015 è stato eliminato il contrassegno cartaceo).

La verifica sulla polizza è ormai rilasciata agli occhi elettronici di autovelox e telecamere ZTL, in grado di risalire, leggendo il numero di targa, ai dati assicurativi del veicolo. Tutto ciò avviene grazie alla connessione con la banca dati assicurazioni: in sostanza il rischio di sanzioni è dietro l’angolo.

Circolare con falsa assicurazione equivale all’assenza di assicurazione. Le sanzioni di legge per i colpevoli sono il sequestro del mezzo e l’elevazione di una multa di importo compreso tra 841 e 3.287 euro. Inoltre, senza copertura assicurativa, nessuno può ottenere il risarcimento in caso di incidente, subordinato al pagamento del premio ad una compagnia.

Infine, se l’acquisto della polizza falsa è intenzionale, si incorre nel reato penale di concorso in contraffazione.

Perché rischiare? Oggi si possono acquistare assicurazioni a basso costo, specie online, dove compagnie autorizzate formulano sconti web per tutti: singoli privati, famiglie e imprese. L’unica raccomandazione è quella suggerita dall’Ivass: fare attenzione ai portali cui ci si rivolge perché le frodi viaggiano anche in Internet. E’ recente ad esempio, il caso della vendita di false polizze valide 5 giorni.
Confronta assicurazioni auto
Di seguito l’elenco delle ultime truffe scoperte dall’Ivass e le strategie per tutelarsi.

Truffe Rc auto: la lista Ivass

Oltre a fornire la lista delle imprese non affidabili, l’Ivass dispensa consigli su come riconoscere tutte le truffe Rc auto. Si inizia dall’elenco per concludere con i suggerimenti dell’Autorità.

  • BTA INSURANCE COMPANY SE: Comunicato stampa del 14/01/2016. Con sede in Robert-Bosch-Straße 6 – 64807 Dieburg (Germania), non autorizzata in Italia all’esercizio dell’attività assicurativa. Al riguardo l’Autorità di Vigilanza tedesca ha comunicato che la polizza di cui si tratta non risulta emessa dalla società BTA Insurance Company Se Niederlassung Deutschland. Risultano coinvolti i seguenti soggetti: Antonio Turco e TI EFFE Consulenze, con sede in Battipaglia Via Garda 12/E (ditta individuale di Antonio Turco), non iscritti al Registro degli Intermediari;
  • HASICSKÁ VZÁJEMNÁ POJIšT’OVNA, A.S.: Comunicato stampa del 19/01/2016.  Impresa della Repubblica Ceca abilitata all’esercizio dell’attività assicurativa in Italia in regime di libera prestazione di servizi in vari rami, tra cui il ramo danni 3- Corpi di veicoli terrestri, nell’ambito del quale rientra il rilascio di polizze kasko e polizze furto e incendio per autoveicoli. Il sito Internet Hvpitalia.it non è riconducibile all’impresa (il sito ufficiale è Hvp.cz);
  • T.U.I.R. WARTA S.A.: Comunicato stampa del 2/02/2016. Impresa assicurativa con sede legale in Polonia che è abilitata ad operare in Italia nel ramo r.c. auto, ma limitatamente alla responsabilità civile del vettore. L’impresa, non è abilitata a rilasciare polizze per la responsabilità civile auto obbligatoria pertanto ha dichiarato trattarsi di polizze r.c. auto contraffatte;
  • GREAT LAKES REINSURANCE (UK) SE: Comunicato stampa del 21/02/2016. La società in oggetto è abilitata ad operare in Italia anche nel ramo 10 – r.c. auto. Come riconoscere tutte le truffe Rc auto Great Lakes? La maggior parte risultano acquistate via Internet dai seguenti siti non autorizzati: Galloassicurazioni.com e Consulenzeeservizionline.com. Per verificare la validità delle polizze i consumatori possono rivolgersi ai contatti della compagnia: telefono: 02/72 62 64 62 e-mail: clienti@prima.it.

Come riconoscere tutte le truffe Rc auto

L’Ivass ricorda che l’acquisto di polizze contraffatte equivale alla mancanza di polizza assicurativa (confronta su SosTariffe.it le vere offerte Rc auto). L’Autorità raccomanda di verificare sempre, prima della sottoscrizione del contratto, che l’offerta sia emessa da imprese abilitate, regolarmente autorizzate ad esercitare attività assicurative in Italia per il ramo di riferimento.

Compagnie e intermediari possono essere verificati sul portale Ivass.it, che riporta il Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e l’elenco degli intermediari dell’Unione Europea. I consumatori possono chiedere chiarimenti ed informazioni al Contact Center dell’IVASS al numero verde 800-486661 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.30 oppure, negli altri orari, al n. 06/421331.

Commenti Facebook: