Come recuperare password WiFi

La password della propria connessione wireless è molto preziosa, visto che è grazie a lei che ci si può collegare a Internet con qualsiasi dispositivo – il PC, lo smartphone, il tablet, ma anche i decoder per lo streaming tv o le piattaforme di gioco più moderne – senza il timore che altri usufruiscano del collegamento. Può capitare, però, di dissociare un dispositivo e volerlo ricollegare, oppure che un amico ci chieda la password per connettersi. Come fare, in questi casi?

Le istruzioni da seguire se non si trova più il codice

Attenzione alle password altrui

La premessa inevitabile è che tentare di appropriarsi di una password che non è la propria costituisce reato, così come utilizzare i programmi che si possono rubare per trovare la password altrui. Se invece vogliamo recuperare la nostra per ADSL o fibra ottica e non ci riusciamo – ad esempio perché, per sicurezza, in ogni finestra di dialogo ci sono dei puntini o degli asterischi al posto dei veri caratteri – ci sono diversi metodi che possono essere utilizzati.

Come recuperare password WiFi nel modo più semplice

Prima di addentrarsi nelle operazioni più complesse, che vanno da qualche clic sulla propria scrivania a complicato accessi come root nel proprio dispositivo Android, la cosa più semplice da fare è… capovolgere il router. Nella grande maggioranza dei casi, infatti, l’etichetta sul retro del dispositivo porta la password, ovviamente se l’utente non ha provveduto a cambiarla. Se non c’è un’etichetta, allora è molto probabile che la password si trovi sul manuale di istruzioni del router/modem.

Da qualsiasi computer, inoltre, è possibile accedere al pannello di controllo del proprio router (digitando l’indirizzo 192.168.1.1 oppure 192.168.0.1, di norma) e, da qui, accedere alla configurazione digitando user e pass, di solito admin/admin o admin/password (o qualsiasi altra cosa ci sia scritta sul manuale di istruzioni). Da qui, se si è fortunati, si può accedere al campo relativo alle chiavi WEP/WPA e  trovare la password desiderata direttamente in questa sezione. Altrimenti, basta armarsi di un po’ di pazienza e utilizzare uno dei metodi seguenti.

Come recuperare password WiFi Windows

Eccezion fatta per particolari applicazioni (come WirelessKeyView o 1Password) che consentono di registrare tutti i codici di accesso a Internet in modo da potervi poi accedere con una semplice password unica, il modo migliore per recuperare la password Wi-Fi con Windows è il seguente.

Se si ha Windows 8 o successivi e una delle varie tariffe ADSL o fibra, è necessario cliccare sull’icona di rete, vicino all’orologio, e selezionare la voce (dopo aver cliccato con il tasto destro) “Apri centro connessioni di rete e condivisioni”. Da qui in poi, sotto “Internet”, si preme su “Dettagli” e poi “Sicurezza”; per mostrare i caratteri bisogna mettere la spunta su “Mostra caratteri”.
Confronta le offerte ADSL e fibra
Su un computer con una versione del sistema operativo anteriore alla 8, basta cliccare sull’icona di rete, in basso a destra, per accedere alla lista delle connessioni wireless. A questo punto si seleziona la rete di interesse e si clicca con il destro, selezionando la voce “Proprietà” dal menu. Da qui si accede alla scheda “Sicurezza”, e basta mettere il segno di spunta su “Mostra caratteri”. Nel campo “Chiave di sicurezza di rete” comparirà la sospirata password.

Come recuperare password WiFi OS X

Sui computer Apple, una volta scelta quale ADSL per casa, il procedimento è un po’ diverso, ma è comunque questione di pochi passaggi. Bisogna prima di tutto trovare l’applicazione Accesso portachiavi (di solito si trova nella cartella “Altro” delle applicazioni). Da qui si clicca su Sistema e poi, nel menu “Categoria” più in basso, Password.

Ora basta fare doppio clic sul nome della connessione che interessa, selezionando la scheda Attributi e mettendo la spunta su Mostra Password. Per visualizzarla sarà a questo punto necessario inserire la password del proprio account e poi cliccare Ok.

Come recuperare password WiFi su smartphone e tablet

E se non si ha un PC collegato, ma solo uno smartphone o un tablet, o comunque un altro dispositivo mobile che non permette i metodi sopra descritti? Purtroppo, in questo caso, la situazione si complica un po’. Si tratta infatti di procedure più avanzate che rendono necessario accedere ai file di sistema, e che possono anche portare a qualche rischio per il dispositivo se non si sa bene che cosa si sta facendo (con la possibilità concreta di “brickarlo” e renderlo inutilizzabile).

Su Android, bisogna effettuare l’accesso come root, e qui la procedura dipende a seconda del cellulare utilizzato. La prima volta, bisogna infatti sbloccare il bootloader, il che comporta la cancellazione totale di tutti i dati presenti sul dispositivo: per questo è tutt’altro che consigliato farlo semplicemente per scoprire una semplice password Wi-Fi, a meno che non si sia proprio disperati.

Se invece l’utente ha già effettuato un accesso come root nel proprio dispositivo in passato, allora basta usare un qualsiasi file manager e navigare fino al file Dispositivo/data/misc/wifi/wpa_supplicant.conf. Qui, in chiaro e senza necessità di altro, sono elencate tutte le password.

Sempre se si è già entrati come root si può installare una app all’uopo come WiFi Key Recovery, che rende superfluo il file manager e l’apertura del documento di cui sopra.

Anche su iOS, purtroppo, la situazione non è semplice: per recuperare la password del Wi-Fi è infatti necessario avere effettuato il jailbreak del dispositivo, operazione ormai sconsigliata (e che naturalmente invalida la garanzia Apple). Su Cydia, l’app store non ufficiale disponibile per gli utenti che hanno effettuato il jailbreak, le applicazioni che permettono di recuperare la password del Wi-Fi sono molte, come ad esempio Modem-Pass.

Commenti Facebook: