Come recuperare gas condizionatore

Prima di aprire un qualsiasi circuito frigorifero, climatizzatori split compresi, bisogna sapere come recuperare gas condizionatore, dato che le normative internazionali, il rispetto per la natura (e il buonsenso) impongono di evitare ogni forma di scarico di refrigeranti nel ambiente. Ecco come fare.

come recuperare gas condizionatore
Ecco la procedura completa per recuperare gas refrigerante dal condizionatore

Per sapere come recuperare gas condizionatore, spiega il portale Edilizia News, bisogna munirsi di:

  • una frusta con rubinetto a un’estremità da collegare all’attacco di servizio del lato di bassa del circuito frigorifero;
  • un filtro per il refrigerante e da un vetro spia;
  • un’unità di recupero;
  • un’altra frusta con un rubinetto ad un’estremità;
  • due bombole poste in vuoto per il ricevimento del refrigerante;
  • una bilancia di precisione.

che andranno collegati come si vede nella seguente figura:

Di seguito, bisogna porli in vuoto impiegando l’apposita pompa collegata alla bombola indicata in figura, lasciando in posizione di “aperto” entrambi i rubinetti dell’unità di recupero e delle fruste del vuoto. Una volta ottenuto il vuoto nel collegamento realizzato bisogna chiudere il rubinetto della frusta collegata alla pompa a vuoto, scollegare quest’ultima dalla frusta e sostituirla con una delle due bombole posta sulla bilancia di precisione, che va azzerata.
Confronta Tariffe Gas»
Lasciando inattiva l’unità di recupero, spiega il portale, si aprirà il rubinetto della frusta collegata alla bombola e poi, molto lentamente, il rubinetto della frusta collegata all’attacco di servizio del circuito frigorifero. Così, il gas refrigerante contenuto nel circuito defluirà nella bombola fino a quando le pressione nel circuito e nella bombola stessa saranno le stesse.

Di seguito sarà possibile avviare l’unità di recupero aspirando il refrigerante contenuto nel circuito, il cui verrà compresso, condensato e inviato nella bombola sulla bilancia. Dopo un tempo si accenderà la spia dell’unità di spurgo, indicando che il recupero è finito; così, andrà chiuso il rubinetto della frusta collegata all’attacco di servizio, disattivata l’unità di recupero e scollegata la frusta dall’attacco di servizio.

A questo punto tutto il refrigerante presente nel circuito sarà stato evacuato, ma una parte si troverà ancora nelle fruste e nell’unità di recupero. Per questo motivo, bisognerà spurgare l’unità di recupero, operazione che invierà alla bombola il refrigerante rimasto. Di seguito, andrà staccata l’unità di recupero dalla fruste, previa chiusura di tutti i rubinetti. Allo stesso modo, ci sarà ancora da recuperare il refrigerante presente nella frusta collegata alla bombola, collegando il refrigerante alla seconda bombola vuota.

Con l’aiuto della bilancia di precisione sarà possibile conoscere la quantità di refrigerante recuperato. Avendo comunque visto come recuperare gas condizionatore sia un procedimento semplice ma per il quale servono delle particolari attrezzature, potrebbe essere conveniente affidare l’operazione a un tecnico specializzato.

Infine, se siete alla ricerca di una tariffa energia elettrica conveniente per evitare che la spesa per l’utilizzo del condizionatore quest’estate sia troppo salata, vi consigliamo di dare un’occhiata al comparatore gratuito e indipendente di SosTariffe.it reperibile qui sotto:

Confronta Tariffe Energia Elettrica»

Commenti Facebook: