Come pagare in cassa con lo smartphone

Effettuare pagamenti elettronici tramite il proprio smartphone, senza quindi utilizzare una carta di credito o una prepagata, è oramai una realtà. In Italia non è ancora un sistema molto diffuso ma, grazie al crescente supporto e a tante aziende con interessi nel settore, è già possibile pagare con lo smartphone in cassa presso negozi fisici. Ecco tutti i dettagli. 

I pagamenti con smartphone NFC sono sempre più diffusi

I pagamenti elettronici da effettuare con il proprio smartphone in un negozio fisico sono già realtà. Anche in Italia, in leggero ritardo rispetto ad altri mercati internazionali, questo sistema si sta diffondendo a macchia d’olio sulla spinta di tante aziende interessate al mercato offerto da questa tipologia di transazioni.

Per effettuare un pagamento con il proprio smartphone è necessario avere a disposizione un dispositivo dotato del supporto NFC (Near Field Communication) e di una SIM abilitata. Nello stesso tempo, il negozio dove va effettuato l’acquisto deve avere a sua disposizione un POS Contactless. Gli smartphone con supporto NFC sono già molto diffusi sul mercato, anche se questa caratteristica è decisamente poco utilizzata dagli utenti stessi, mentre il numero di esercizi commerciali che permettono il pagamento tramite smartphone è ancora limitato.

Il sistema di pagamento è decisamente semplice. Per completare la transizione, infatti, basta avvicinare lo smartphone con chip NFC ed app di un servizio di pagamento configurata a POS. Il pagamento avverrà in modo completamente sicuro e rapido, senza rischi per l’utente che potrà evitare di portare con sé la carta di pagamento.
Scopri le tariffe per smartphone più convenienti

Tra i principali sistemi per effettuare pagamenti online con il proprio smartphone troviamo Apple Pay che permette, sia online che nei negozi fisici, di fare acquisti in tutta sicurezza utilizzando un iPhone. Per utilizzare Apple Pay è necessario associare una carta di credito o di debito emessa da un istituto bancario che supporta il sistema di pagamento dell’azienda di Cupertino. Ad inizio 2018 arriverà in Italia anche Samsung Pay, un servizio analogo offerto da Samsung per gli utenti che acquistano uno smartphone Galaxy.

Anche gli operatori di telefonia mobile si sono attrezzati al meglio per permettere agli utenti di effettuare pagamenti utilizzando lo smartphone NFC. E’ il caso di TIM con il suo TIM Wallet e di Vodafone con Vodafone Pay. Il pagamento tramite NFC viene supportato da diversi istituti bancari che hanno presentato app dedicate per smartphone. E’ il caso di Ubi Pay, Mediolanum Wallet, MPS Wallie o Postemobile.

 

Commenti Facebook: