Come misurare e certificare la velocità dell’ADSL

Non tutti sanno che l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha messo a disposizione già da qualche tempo per l’utenza uno strumento che consente di monitorare la qualità delle connessioni Internet attraverso l’ADSL.

Che cos’è Ne.Me.Sys

Ne.Me.Sys (Network Measurement System) è un software sviluppato dell’Authority in collaborazione con la Fondazione “Ugo Bordoni” e il supporto dell’Istituto Superiore delle comunicazioni, che verifica l’accesso della rete della propria linea telefonica e consente di testarne “ufficialmente” le effettive prestazioni, in maniera tale da sapere se è in sintonia con quanto previsto dal contratto che si è stipulato.

Il programma non è valido per le connessioni su Internet attraverso reti mobili (tramite cellulare o collegandosi con una normale chiavetta Internet): l’AGCom fa sapere, comunque, che è in fase di sviluppo un software ad hoc per questa tipologia di connessioni.

I risultati che vengono ottenuti con Ne.Me.Sys potrranno essere confrontanti con i valori promessi dal proprio provider: sul sito dell’AGCom, nella pagina dedicata alla “trasparenza dell’offerta INTERNET”, ci sono i link diretti alle pagine dei vari operatori dove vengono specificati gli indicatori della qualità del servizio.

Nemesys_245

Come funziona Ne.Me.Sys

Ma come funziona il software? Innanzitutto occorrerà registrarsi nella sezione dedicata presente sul sito www.misurainternet.it e successivamente si dovrà scaricare gratuitamente e installare il software, a seconda del sistema operativo posseduto.

Una volta avviato, Ne.Me.Sys effettuerà una sessione minima di 24 ore. Per valutare efficacemente la velocità della linea, Ne.Me.Sys dovrà effettuare almeno una misura all’ora in un arco di 24 ore. Durante questo periodo sarà necessario mantenere il computer acceso e limitare l’uso di applicativi che potrebbero falsare i dati a causa dell’alto scambio di dati.

Il test potrà essere interrotto, ma deve essere completato entro i tre giorni successivi all’inizio della verifica. Il computer dovrà essere collegato tramite cavo ethernet, bisognerà spegnere la connettività Wireless e non si dovranno collegare altri computer. Scollegare, qualora fossero, presenti, anche sistemi di IPTV e VOIP.

Sarà possibile effettuare più di una verifica, ma solo dopo 45 giorni dalla precedente e non oltre i 90 giorni, in modo tale che gli operatori possano intervenire in caso di problemi di connessione.

Certificazione velocità ADSL con valore legale

Alla fine del monitoraggio, si potrà richiedere un PDF certificato che conterrà i risultati ottenuti durante la verifica: qualora non fossero in linea con il contratto stipulato con il proprio provider Internet, il documento avrà valore legale e potrà essere utilizzato per fare un reclamo oppure per recedere per giusta causa dal contratto senza dover pagare alcuna penale.

Attualmente non è possibile richiedere rimborsi ma, con l’approvazione del nuovo Telecoms Package dell’Unione Europea, è probabile che vi possano essere delle novità interessanti in merito nei prossimi mesi.

Speedtest ADSL SOSTariffe

Chi volesse testare la velocità ADSL in maniera istantanea e accuratamente precisa può farlo attraverso lo speedtest di SOSTariffe: è uno strumento molto interessante e completo che, oltre a verificare la velocità della propria linea in base all’offerta attiva e alla zona geografica, segnala i tre operatori che offrono la velocità più alta nella stessa area. I risultati ottenuti, inoltre, verranno inviati alla propria mail immediatamente, non appena il test sarà concluso.

Commenti Facebook: