Sos Tariffe ›
News

Come investire al meglio i risparmi a gennaio 2017

Cambiamenti politici epocali (come in Gran Bretagna e negli USA), situazione bancaria italiana ad alto rischio, il difficile rapporto tra il nostro Paese e l’Unione Europea: sono tante le variabili che aumentano l’incertezza per chi ha un patrimonio da investire e non sa che cosa scegliere, tra il basso rischio dei conti deposito, i fondi di investimento e le strategie più pericolose e remunerative sul mercato azionario. Senza dimenticare una grande passione degli italiani: il mattone.

A seconda dell'orizzonte temporale mutano le possibilità di investimento

La situazione quest’anno

Anche se gli ultimi anni, con la crisi dei mutui subprime e i relativi sconvolgimenti per le prospettive finanziarie di molte famiglie, hanno un po’ mutato il quadro, gli italiani sono tradizionalmente un popolo di risparmiatori. La cautela e la prudenza sono caratteristiche nazionali, e lo si vede anche dai dati sui consumi, ancora al palo, malgrado anche secondo le recenti rilevazioni Istat il potere d’acquisto delle famiglie sia incrementato.

Il primo consiglio è quello di definire obiettivi, scadenze, aspettative e profili di rischio, da soli o con l’aiuto di un consulente finanziario (ormai la maggior parte dei conti correnti online, da Fineco a Widiba, mette a disposizione una rete di professionisti specializzati proprio nel consigliare al meglio i piccoli e medi risparmiatori).
Migliori Conti Deposito per Investire »
In linea di massima, è necessario avere in mente quanto si vuole investire, il tempo previsto di vincolo del patrimonio e, per le operazioni con un profilo di rischio più alto, quanto ci si può permettere di perdere dalle somme investite, a fronte di una possibilità di remunerazione molto più alta. Senza dimenticare che avere un po’ di liquidità può essere anche l’occasione giusta per estinguere rate e prestiti ancora eventualmente in corso.

Gli investimenti in beni rifugio e in immobili

Oro, argento e altri beni rifugio non tramontano mai, soprattutto se si ha a disposizione un patrimonio abbastanza ingente e poche certezze sulla possibilità di immobilizzare la propria liquidità e lungo tempo: i lingotti durante la crisi hanno avuto quotazioni da capogiro, mentre ora c’è una fase di stabilità per le materie rare. La caratteristica principale, naturalmente, è quella di essere un investimento (o meglio, una sorta di assicurazione sul patrimonio) sicuro e indipendente anche dalle peggiori crisi bancarie.

E il mattone? Adesso i prezzi delle case sono notevolmente bassi, ma potrebbero non ripetersi le condizioni del 2016, davvero convenienti, soprattutto tenendo conto che il Quantitative Easing (QE) sta per esaurirsi. Quest’ultimo, ricordiamo, è il piano di “alleggerimento quantitativo”  lanciato dalla BCE nel 2015, per l’acquisto di Titoli di Stato e di altro tipo dalle banche, con l’obiettivo di immettere nuovo denaro nell’economia dell’UE, incentivare i prestiti per le aziende e aumentare l’inflazione.

Orizzonte temporale limitato

Quando si ha una certa somma a disposizione ma non si sa per quanto tempo si potrà vincolarla, anche solo per pochi mesi, i conti deposito sono tra le opportunità più interessanti da sfruttare. Questo tipo di conti ha un rendimento più alto dei conti correnti comuni, anche se ormai in molti casi c’è un’integrazione tra i due strumenti, o addirittura linee di vincolo diversificate all’interno di uno stesso conto.

Il tasso di un conto deposito dipende, oltre che dall’intermediario, anche dalla durata del vincolo, tenendo presente che in alcuni casi non c’è la possibilità di recuperare la cifra prima della scadenza, in altri sì, ed è variabile anche la possibilità di avere interessi base maturati sul patrimonio per il tempo in cui è rimasto vincolato oppure no.

Annunci Google

Annunci Google

I conti deposito possono garantire tassi piuttosto alti, come ad esempio Esagon che per un vincolo di 60 mesi, senza possibilità di svincolare, offre un tasso lordo del 3,00%: investendo 10.000 euro, alla fine dei 5 anni in altre parole ci si ritroverà 1.110 euro in più.

Altri tassi lordi piuttosto alti al momento sono quelli del Conto Deposito Widiba, 1,60% con vincolo a 24 mesi, di Vincolo Facto, a 1,50% sui 24 mesi, di ContoInCreval di Credito Valtellinese con l’1,30% sul vincolo a 24 mesi. Webank invece offre un tasso del 1,05% lordo vincolando le somme per 18 mesi.

Da non sottovalutare, poi, la possibilità di investire nei classici Buoni fruttiferi postali: facili da sottoscrivere, comodi e remunerativi (anche se non più come un tempo), con in più anche la sicurezza della protezione dello Stato.

Ovviamente, sono pressoché esclusi fondi e azioni per chi vuole investire con un orizzonte temporale così limitato, visto che si tratta di un impiego del patrimonio che diventa davvero remunerativo solo quando è a più lungo termine.
Scopri Conto Deposito Webank »

Orizzonte temporale medio

Per chi è ragionevolmente sicuro di poter immobilizzare una parte del suo patrimonio fino a 5 anni, il ventaglio di possibilità si amplia, a partire dai già citati conti deposito con le scadenze dei vincoli più lunghi. A questo punto però entrano in gioco molti altri strumenti finanziari da valutare attentamente, come i titoli di Stato indicizzati all’inflazione, i certificati di deposito e i primi fondi obbligazionari: continuano a essere piuttosto sicuri (l’importante è scegliere quelli di massima qualità, anche se i tassi non sono mirabolanti) e le obbligazioni a breve e media durata su cui puntare non sono poche.

Orizzonte temporale alto

Quando ci si può permettere di ragionare davvero a lungo termine, diventano ancora più rari i risultati negativi: il mercato azionario USA, ad esempio, è sempre stato positivo per gli investitori con orizzonti temporali superiori ai 20 anni. Da noi, meglio comunque scegliere un mix valutando le varie possibilità offerte dal risparmio gestito, dai fondi comuni di investimento agli Etf, tenendo conto che – come regola – più l’orizzonte temporale è ampio maggiore è il numero di azioni, rispetto alle obbligazioni, da mettere in portafoglio, visto che l’esito positivo a lungo termine è quasi garantito e più remunerativo per il mercato azionario.
Confronta Conti Deposito e Guadagna »

Annunci Google
Annunci Google

Scopri i conti deposito più redditizi del momento:

CONFRONTA
Confronta

Commenti Facebook:

Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2017