Come guardare gli Europei 2016 in TV

La stagione calcistica sta entrando nella sua fase più calda, ma per un vero appassionato è già il momento di pensare a come guardare gli Europei 2016 in TV, un appuntamento in cui l'Italia guidata da Antonio Conte si presenterà con grande voglia di fare bene e arrivare più in fondo possibile nella manifestazione. Almeno per ora, però, non è stata presa alcuna decisione definitiva su quale sarà l'emittente incaricata di trasmettere le gare.

Come guardare gli Europei 2016 in TV

La stagione calcistica è iniziata ormai da qualche mese e le potenzialità delle squadre stanno venendo fuori, ma ci sarà ancora tempo per recuperare anche per chi è attualmente indietro in classifica. Per un vero appassionato è già il momento di pensare a quello che accadrà in estate e quindi di sapere come vedere gli Europei 2016 in TV, un appuntamento a cui l’Italia di Antonio Conte si presenterà con la voglia di sollevare il trofeo.

Finora l’evento è sempre stato trasmesso dalla Rai

E’ però ancora difficile stabilire quale potrà essere l’emittente dove sarà possibile guardare le sfide delle Nazionali che sono riuscite a ottenere il pass per partecipare alla manifestazione in programma in Francia. Secondo quanto rivela la testata “Calcio e Finanza”, l’offerta presentata dalla Rai all’agenzia CAA Eleven incaricata di commercializzare i diritti TV dell’evento non sarebbe stata considerata congrua.

L’Uefa ha così deciso di aprire una trattativa privata, per un prezzo che negli anni è aumentato a dismisura: finora l’emittente di Stato è sempre riuscita a garantirsi la possibilità di trasmettere le partite, ma nel 2000 i diritti avevano un costo pari a 13 milioni, mentre nel 2012 sono stati necessari addirittura 100 milioni di euro. A questo punto anche le altre emittenti possono entrare nella corsa e puntare alla trasmissione di un evento che catalizza l’interesse di milioni di persone.

Sky ha mandato in onda le qualificazioni all’Europeo, ad eccezione delle gare dell’Italia che sono invece un’esclusiva della Rai e lo stesso accadrà in occasione delle qualificazioni ai Mondiali Russi in programma nel 2018. In questa fase però la piattaforma di Murdoch ha preferito non sbilanciarsi e non svelare se abbia l’intenzione di presentare un offerta per gli Europei e lo stesso sembra voler fare Mediaset.

Le ultime indiscrezioni sostengono che la Rai sia interessata a presentare un’offerta per 23 partite in chiaro per un esborso complessivo di una cinquantina di milioni di euro. Se davvero questo scenario dovesse verificarsi sarebbe difficile aspettarsi una proposta da parte di una delle due pay TV, che sarebbero poco interessate a trasmettere un evento non del tutto esclusivo. L’emittente di Stato, invece, vorrebbe condividere: 23 gare per loro, il resto del torneo per la piattaforma a pagamento più forte.

Per avere costanti aggiornamenti su come e dove seguire il tuo sport preferito naviga nella nostra sezione Pay TV

Visualizza le migliori offerte TV »

Cosa accade all’estero

La stessa situazione dell’Italia si sta verificando anche in Spagna, mentre in Francia sono TF1, M6 e BeInSport ad essersi aggiudicate i diritti. Nel Regno Unito la manifestazione andrà in onda su BBC e ITV (entrambe in chiaro, come se in Italia le gare finissero nelle mani di un comune accordo Rai Uno – Canale 5), mentre  in Germania le aggiudicatarie sono ARD e ZDF (occhio al satellite, quindi).

Al momento in 26 nazioni europee (tra cui non figurano Germania, Italia, Francia, Inghilterra, Spagna e Olanda) è garantita la trasmissione in chiaro di almeno 23 partite in diretta oltre a programmi dedicati e highlights. I tifosi avranno la possibilità di seguire i match anche sulle piattaforme internet e mobile delle emittenti ufficiali e sui rispettivi canali radio.

Uno scenario in continuo mutamento

In questi ultimi mesi le emittenti televisive hanno subito un importante cambiamento: oltre alla Rai e a Mediaset a trasmettere in chiaro sono anche Sky (con MTV8) e Discovery (che già detiene i diritti per le prossime olimpiadi attraverso Eurosport e in chiaro è presente con Deejay TV) e la corsa è aperta.

Le immagini, infatti, potranno essere sfruttate su tutte le piattaforme multimediali, con le gare dell’Italia (minimo tre, massimo sette) che dovranno tutte necessariamente andare in chiaro, così come le semifinali e la finale.

Non resta quindi che attendere ancora per sapere con certezza come seguire gli Europei 2016 in TV, un evento che coinvolgerà certamente anche chi non ha una squadra di club per cui fa il tifo.