Come gli ambienti e le reti influenzano l’uso di smartphone e tablet

Il 43% degli utenti europei di smartphone e tablet è soddisfatto dell’esperienza sperimentata negli ambienti interni (indoor) durante la navigazione online e l’accesso ai social network, mentre soltanto il 13% dichiara la propria soddisfazione nelle medesime attività quando si trova in ambienti esterni (outdoor). È una delle evidenze del rapporto The Indoor Influence elaborato dagli esperti di Ericsson ConsumerLab sulla base di un sondaggio condotto in 8 Paesi europei, fra cui l’Italia

Il rapporto The Indoor Influence di Ericsson ConsumerLab
Uno studio di Ericsson ConsumerLab

I consumatori trascorrono l’85% della loro giornata in ambienti interni (indoor), stando ad Ericsson ConsumerLab. Ne consegue che le esperienze d’uso di smartphone e tablet sono influenzate dagli ambienti interni e dalle reti indoor disponibili per accedere a Internet.

Per comprendere come gli ambienti e le reti influenzano l’uso di smartphone e tablet, gli esperti di Ericsson ConsumerLab hanno intervistato oltre 14.000 persone di età compresa tra i 15 e i 69 anni in 8 Paesi europei: Italia, Austria, Danimarca, Germania, Russia, Svezia, Regno Unito e Ucraina. Un panel rappresentativo di 218 milioni di individui in Europa.

Il personal computer è il dispositivo più utilizzato. Segue lo smartphone. Quest’ultimo è dietro il tablet quando si tratta di navigare online e guardare video.

Confronta tariffe ADSL

Negli ambienti indoor, i consumatori cambiano di frequente i dispositivi di cui dispongono. I giovani (15-29 anni) mostrano una maggiore inclinazione a usare smartphone e tablet quando sono in ambienti outdoor.

I giovani, rispetto alle altre fasce di popolazione, mostrano anche maggiore disposizione a pagare di più per fruire di servizi di connettività a Internet indoor e outdoor migliori. Tra le ragioni che spiegano questa maggiore propensione, spicca il gaming online.

Gli utenti europei di smartphone e tablet utilizzano in larga parte i loro dispositivi per accedere a informazioni per loro rilevanti o per comunicare attraverso la Rete.

Maggiori sono la disponibilità di tecnologie di accesso con prestazioni superiori e la confidenza con le stesse, maggiore è l’uso di Internet. Per esempio, soltanto il 7% degli utenti di servizi di Internet Mobile veicolati su reti 3G è solito visualizzare video, mentre la percentuale cresce al 14% fra quanti dispongono di servizi 4G LTE (Long Term Evolution).

Confronta tariffe 4G LTE

Tra gli utenti di servizi 2G, il 13% è intenzionato a cambiare operatore di riferimento o piano tariffario, il 12% a passare al 3G e il 9% al 4G. Tra gli utenti di servizi 3G, il 26% è intenzionato a cambiare operatore di riferimento o piano tariffario e il 22% a passare al 4G.

Il livello di soddisfazione dei consumatori europei espresso nei confronti degli operatori di telefonia mobile dipende sia dalla qualità delle reti sia dalla qualità dei servizi offerti. Con riferimento alla qualità delle reti, i consumatori esprimono maggiore soddisfazione per le esperienze sperimentate in ambienti indoor.

Il 43% degli utenti europei di smartphone e tablet è soddisfatto dell’esperienza sperimenta negli ambienti al chiuso durante la navigazione online e l’accesso ai social network, mentre soltanto il 13% dichiara la propria soddisfazione nelle medesime attività quando si trova in ambienti all’aperto.

Le reti indoor non sembrano tuttavia garantire prestazioni sufficienti quando si tratta di fruire di servizi di streaming online di contenuti video: è soddisfatto il 34% degli utenti negli ambienti interni. Peggio ancora se si guarda agli ambienti esterni, e dunque alle reti cellulari, con soltanto il 10% degli utenti che esprime soddisfazione.

Le migliori prestazioni comunque fornite dalle reti disponibili negli ambienti interni influenzano le preferenze degli utenti in materia di attività effettuate online, qualsiasi sia il dispositivo di riferimento. Per esempio, il 93% degli utenti naviga online negli ambienti indoor, mentre soltanto il 22% esegua la medesima attività negli ambienti outdoor.

Fra quanti utilizzano smartphone e tablet in ambienti all’aperto, il 51% naviga online, il 65% ascolta musica, il 63% usa servizi di messaggistica. In materia di messaggistica, il 68% degli intervistati usa gli SMS, mentre il 42% i servizi IM (Instant Messaging). In merito ai servizi voce, l’85% fa chiamate tradizionali, il 23% usa il VoIP (Voice over Internet Protocol).

Commenti Facebook: