Come funzona Dmail di Gmail?

E’ stato presentato Dmail, una funzionalità extra del noto servizio di posta elettronica Gmail, che consente di utilizzare delle email che, una volta inviate, possono “bloccare” i propri contenuti al destinatario del messaggio. Una sorta di Snapchat della posta elettronica – fatte le debite proporzioni ed eccezioni – che potrebbe risultare di gradimento a una buona fetta di fruitori del servizio di Google.

dmail
Alla scoperta di Dmail

E proprio a Snapchat il servizio di Google è stato più volte riferito dai media internazionali che si sono occupati di questa interessante novità. Il servizio di messaggistica istantanea – a sua volta equiparabile, per alcune funzionalità, al più famoso e utilizzato WhatsApp – può infatti autocancellare i messaggi una volta inviati e letti dal destinatario, permettendo dunque di salvaguardare la riservatezza di alcune informazioni.

Attraverso l’estensione al proprio browser Chrome, Gmail arriva pertanto a inglobare una nuova opzione del proprio servizio di posta elettronica, ampliando altresì le potenzialità rispetto a quelle previste da Snapchat. L’utente potrà infatti impostare la revoca di accesso ai contenuti dell’email quando questa è già nella casella di posta elettronica del destinatario: tale blocco dei contenuti potrà agire sia manualmente, con una disposizione che dovrà essere impartita dal mittente, sia automaticamente, grazie alla predisposizione di un timer che potrà rendere l’email automaticamente illeggibile.

Confronta offerte ADSL

Per il momento la funzionalità è disponibile solamente come estensione del browser Chrome e, quindi, in funzione desktop con qualsiasi connessione ADSL. Tuttavia, Dmail sarà presto disponibile anche sulle applicazioni relative in sistema operativo iOS e Android. E, in un secondo momento, verrà altresì attivata una simile funzione che permetterà anche il blocco dello scarico e della visione degli allegati all’email che si desidera “proteggere”.

La funzionalità rappresenta sicuramente un importante passo in avanti nei confronti della personalizzazione delle comunicazioni disciplinate attraverso il famoso e apprezzato servizio di posta elettronica di Google. il suo utilizzo è d’altronde molto semplice: una volta installata l’estensione Dmail, sarà sufficiente compilare un messaggio di posta elettronica e, prima di premere il tasto “Invia”, abilitare Dmail con l’apposito “interruttore”, scegliendo la data di scadenza del messaggio.

Se il destinatario del messaggio ha Dmail installato sul proprio browser potrà vedere il messaggio su Gmail in modo tradizionale. In caso contrario dovrà cliccare su un link che aprirà una nuova finestra esterna, dove sarà visibile il messaggio. Superata la data di scadenza, il messaggio non risulterà essere più visibile.

Commenti Facebook: