Come funziona Periscope?

Negli ultimi giorni Twitter ha dato il via alla fase operativa di Periscope, una nuova app per lo streaming social, varata sull’App Store al fine di espandere ulteriormente le proprie strategie sul comparto video, dopo l’acquisizione il lancio di Vine. Di cosa si tratta? E come funziona?

Una rapida guida al funzionamento del nuovo Periscope
Una rapida guida al funzionamento del nuovo Periscope

Periscope è un’app per il broadcasting in grado di creare una nuova forma di interazione tra un utente e il suo pubblico. Grazie ad essa, lo streamer sarà infatti in grado di interagire con i propri follower rispondendo direttamente alle domande poste in via chat, in un contesto di complessivo relax.

I contenuti video generati attraverso Periscope rimangono disponibili per 24 ore e poi svaniscono dalla time line: naturalmente, all’utente sarà comunque consentita la possibilità di salvare il video per poterne usufruire in un secondo momento, sullo stesso o su altri dispositivi.

Confronta tariffe cellulari

Sancito ciò, risulta essere di maggiore comprensione l’attribuzione dello stesso nome di “Periscope”: l’app di Twitter, ideata circa un anno fa, è infatti un vero e proprio “periscopio” che permette agli utenti (e soprattutto a quelli titolari di un dispositivo di telefonia mobile connesso al web) di poter vedere la realtà attraverso lo sguardo di altre persone. Un modo – per citare le parole del cofondatore Kavyon Beykpour – per “rendere il mondo contemporaneamente un luogo più piccolo, perché più facilmente visitabile, e più grande, perché fatto di una rete più ampia di relazioni”.

Per poter avere accesso al servizio è sufficiente scaricare l’app (per il momento è disponibile esclusivamente su iOS, ma il team di sviluppo è alacremente al lavoro per realizzarne una versione dedicata al mondo Android) e iscriversi utilizzando il proprio account Twitter. In questo modo l’utente potrà vedere e aggiungere tra i suoi contatti quelli che sono già presenti in Periscope.

Una volta iscritti e abilitate le opportune notifiche, l’app avviserà l’utente quando una delle persone seguite avvia una diretta: a quel punto l’utente potrà scegliere se partecipare o meno all’evento. In caso positivo, sarà possibile interagire con lo streamer commentando live il video o manifestando un’approvazione con un tap sullo schermo. Altre opzioni consentiranno di poter vedere esattamente dove si trova l’utente, effettuare un replay dei video salvati e tanto, tanto altro ancora. Che ne pensate?

Commenti Facebook: