Come funziona “mi piace” su WhatsApp?

Secondo quanto affermano gli ultimi rumors in merito, WhatsApp potrebbe presto avvicinarsi a Facebook, inglobando all’interno della sua app alcune delle principali funzionalità del social network di Mark Zuckerberg e, in particolar modo, il pulsante “Mi piace” per apprezzare i contenuti ricevuti nei messaggi.

Ecco come mettere "Mi Piace" su WhatsApp

L’indiscrezione di cui sopra è arrivata negli ultimi giorni dal blog TalkAndroid, che stima di poter anticipare anche l’arrivo sulla chat della funzione “Segna come non letto”: la stessa opzione che su Facebook Messenger consente di archiviare un messaggio e leggerlo in un secondo momento.

Due opzioni (quella di “Mi piace” e “Segna come non letto”) che secondo alcuni osservatori potrebbero far diventare il sistema di messaggistica istantanea per Internet mobile (e non solo) ancora più popolare e utilizzato di quanto non lo sia attualmente. E, in aggiunta, potrebbero far divenire WhatsApp ancora più simile a un social network, vero punto di arrivo – probabilmente – dei vertici della capogruppo.

Confronta offerte Internet mobile

Secondo le indiscrezioni, le funzioni dovrebbero essere attivate sulla piattaforma iOS di Apple e sui dispositivi Android di Google entro brevissimo tempo, andando ad arricchire le innovazioni già sperimentate all’interno dell’app: dopo la doppia spunta blu e le chiamate innovate qualche mese fa, le due opzioni ora preannunciate sembrano confermare la crescente attenzione che la società sta proponendo nei confronti dei propri utenti, destinando loro delle novità che sembrano rispondere alle esigenze manifestate dagli utenti nel corso del recente passato.

Per quanto concerne la crescita degli utenti di WhatsApp, per il momento gli ultimi dati ufficiali comunicati dalla società si riferiscono al mese di gennaio 2015, quando la chat confermò di avere raggiunto e superato gli 800 milioni di utenti attivi. Anche attraverso le innovazioni ora previste, WhatsApp cerca di compiere l’ulteriore balzo che permetterebbe di arrivare alla soglia (psicologica, ma non solo) del miliardo di utenti attivi: un traguardo prestigioso, che probabilmente era – ed è – nelle mire di Mark Zuckerberg, e che il gruppo americano vorrebbe cercare di conquistare nel breve periodo, rilanciando la propria sfida in maniera impetuosa anche nel corso dei prossimi anni.

La società è stata acquistata a febbraio 2014 da Facebook per la rilevante cifra record di 19 miliardi di dollari.

Commenti Facebook: