Come fare il passaporto

Il passaporto è un documento di identità indispensabile per tutti i viaggiatori, sia per chi viaggia per piacere che per business, consentendo di accedere ad un Paese straniero, al di fuori dell’Unione Europea.  Ecco, quindi, come fare il passaporto o come rinnovarlo nel caso sia scaduto in pochi passaggi. 

Ecco come e dove richiedere il passaporto

Per viaggiare all’estero, al di fuori dei confini dell’UE, il passaporto è un documento necessario. In alcuni casi, per viaggiare in un determinato Paese straniero può essere necessario avere a disposizione documentazione extra. In ogni caso, prima di mettersi in viaggio, è opportuno valutare la validità del proprio passaporto e verificare sul sito Viaggiaresicuri.it del Ministero degli Esteri tutte le informazioni sul Paese che si visiterà.

Il passaporto può essere richiesto da tutti i cittadini italiani, residenti nel nostro Paese o all’estero. Questo documento viene rilasciato dalle questure. Chi risiede all’estero può farne richiesta presso le rappresentanze diplomatiche e consolari. La vigente normativa prevede il rilascio di un passaporto elettronico costituito da un libretto di 48 pagine a modello unificato.

Tale libretto è dotato di un microchip integrato nella copertina che racchiude tutti i dati anagrafici, la foto e le impronte digitali del cittadino. Nella pagina 2 del libretto è inserita la firma digitalizzata. Tale firma non è presente per alcune categorie (minori di anni 12, analfabeti dotati di un atto di notorietà, coloro che presentino un’impossibilità fisica accertata che impedisca l’apposizione della firma).

Per quanto riguarda i minori, è importante sottolineare come sia previsto il rilascio di un passaporto individuale. Non è più, quindi, necessario che il figlio minore venga iscritto nel passaporto del genitore. Le impronte digitali dei minori vengono acquisite non prima del compimento dei 12 anni. Per la richiesta di passaporto per un minore è necessario l’assenso di entrambi i genitori a prescindere se questi siano sposati, separati o divorziati.

Per la presentazione della domanda per il rilascio del passaporto è necessario recarsi presso uno dei seguenti uffici collocati nel luogo di residenza o di domicilio/dimora:

  • la Questura;
  • l’Ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza;
  • una Stazione dei Carabinieri;

E’ importante sottolineare che nel caso in cui la domanda per il rilascio del passaporto venga presentata presso una stazione dei Carabinieri, il cittadino è tenuto a recarsi in una Questura  o al commissariato di Polizia per le impronte digitali.

Da notare, inoltre, che la richiesta del passaporto presso il luogo di domicilio invece presso il comune di residenza comporta un allungamento dei tempi richiesti per il rilascio. In questi casi, infatti, il rilascio del passaporto è subordinato al ricevimento del nulla osta da parte della Questura di residenza che arriva solo una volta completati i dovuti controlli. 

E’ possibile richiedere online il passaporto. Per avanzare tale richiesta è possibile visitare il sito web www.passaportonline.poliziadistato.it/. Come specificato in precedenza, invece, i residenti all’estero possono contattare  le rappresentanze diplomatiche e consolari per avviare la richiesta di questo documento.

Per la richiesta del passaporto è necessario presentare una ricca documentazione. Ecco i dettagli:

  • modulo stampato della richiesta passaporto (sono disponibili due differenti moduli, uno per maggiori ed uno per minorenni);
  • un documento di riconoscimento valido con una fotocopia dello stesso;
  • 2 foto tessera identiche e recenti. E’ possibile tenere gli occhiali, purché le lenti siano non colorate e la montatura non alteri la fisionomia generale del volto;
  • contrassegno amministrativo da 73,50 Euro (da richiedere in una rivendita di valori bollati o tabaccaio);
  • ricevuta del pagamento a mezzo c/c di 42,50 Euro per il passaporto ordinario. Il versamento va effettuato tramite bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro.La causale da inserire è: “importo per il rilascio del passaporto elettronico. Gli uffici postali presentano dei bollettini pre-compilati.

In caso di richiesta di un nuovo passaporto a causa del deterioramento o della scadenza di validità del precedente, il cittadino, oltre alla documentazione indicata in precedenza, consegnare anche il vecchio documento. In caso di smarrimento o furto, invece, alla domanda va allegata la denuncia.

Ricordiamo che per ridurre al minimo le spese in caso di smarrimento o furto di un documento come il passaporto durante un viaggio, in particolare quando si è all’estero, è consigliabile sottoscrivere un’assicurazione. Puoi individuare la soluzione più conveniente dal comparatore di SosTariffe.it accessibile dal box qui di sotto.

Scopri le migliori assicurazioni Viaggi

Completato tutto l’iter di domanda con la documentazione completa, il passaporto sarà rilasciato in pochi giorni, seguendo le tempistiche previste dalla normativa vigente. Da notare, che il ritiro del passaporto può essere effettuato anche da un delegato maggiorenne che dovrà presentare una fotocopia del documento del titolare del passaporto ed una delega legalizzata da un notaio o da un ufficiale dell’anagrafe.

E’, inoltre, possibile richiedere la consegna presso il proprio domicilio del passaporto appena richiesto compilando un apposito modulo. Tale consegna viene effettuata da Poste Italiane e prevede il pagamento in contrassegno di 8,20 Euro al momento della ricezione del passaporto. La spedizione del passaporto è tracciabile, grazie ad un codice consegnato al momento della richiesta al cittadino, tramite il sito di Poste Italiane.

Da notare che dal 2014 è stata abolita la tassa annuale da 40,29 Euro sul passaporto ordinario. Di conseguenza, qualsiasi passaporto, anche quelli già emessi prima di tale data, sono validi sino alla loro scadenza naturale indicata, chiaramente, all’interno del libretto.

Prima di mettersi in viaggio è, quindi, sempre opportuno controllare il passaporto. L’iter di rilascio di questo documento può durare alcuni giorni (l’effettiva durata dipende dalle modalità di richiesta e di consegna) ed è, quindi, consigliabile tenere presente questo aspetto quando si programma un viaggio.

Commenti Facebook: