Come fare il cambio operatore telefonia fissa

Cambiare il proprio operatore telefonico perché si è trovata un’offerta più conveniente è ormai un’operazione sempre più comune e che consente notevoli risparmi, oltre all’accesso alle promozioni riservate per i nuovi utenti. Canoni più bassi, linee più veloci, possibilità di offerte congiunte per avere in omaggio anche SIM mobile, tutto fa parte dei vantaggi che si possono ottenere con il cambio operatore telefonia fissa.

Telefono
Tempi ridotti rispetto al passato, ma attenzione al codice di migrazione

Come si effettua il cambio operatore

Per cambiare operatore di telefonia fissa esistono attualmente tre procedure diverse, che cambiano a seconda del tipo di servizio trasferito e dell’infrastruttura di rete con il quale viene erogato il servizio. Si parla, qui, del passaggio a nuovo operatore con tanto di portabilità del numero fisso, che permette di mantenere il proprio numero di telefono.

Le procedure sono l’attivazione, che consente il passaggio da Telecom a un operatore alternativo, la migrazione, che consente il passaggio tra operatori alternativi e i rientri in Telecom, e la portabilità del numero pura, che consente il passaggio a operatori dotati di infrastrutture proprie come la fibra ottica o il collegamento radio.

Cosa deve fare l’utente

Rispetto a qualche anno fa, gli adempimenti richiesti all’utente per un cambio operatore sono molti di meno: tutto quello che deve fare, in pratica, è rivolgersi al suo futuro nuovo operatore e comunicargli la volontà di trasferire la sua utenza presso di lui, ad esempio attivando online un’offerta ADSL e telefono.

Grazie alla legge di conversione del Decreto Bersani del 2007, il consumatore ha sempre la possibilità di trasferire la sua utenza presso un altro operatore senza vincoli temporali, ritardi e spese non giustificate, e senza obblighi di preavviso superiori ai 30 giorni.
Confronta offerte telefonia fissa e ADSL

Cambio operatore: le tempistiche

Fino a non molto tempo fa cambiare operatore era una vera e propria odissea: settimane intere senza poter più telefonare o collegarsi a Internet, incomprensioni, fraintendimenti e soprattutto l’imbarazzo del consumatore che non sapeva più chi chiamare tra il vecchio e il nuovo operatore, che spesso si accusavano a vicenda di eventuali disservizi.

Grazie all’intervento dell’AGCOM, ora i tempi previsti per il cambio di operatore di linea fissa sono stati definiti entro 10 giorni lavorativi.

Cambio operatore: ma quanto costa?

Non si devono più pagare penali per passare da un operatore all’altro, ma purtroppo questo non significa che i costi del passaggio siano zero. Sono infatti previsti quasi sempre dei costi a carico del cliente, che vengono indicati come “costi di disattivazione” e vanno dai 30 ai 100 euro. Il vecchio operatore è comunque tenuto a giustificare questo ammontare con i costi effettivamente sostenuti per il passaggio della linea.

Attenzione anche a eventuali promozioni che con il cambio operatore vengono a cadere: ad esempio, non è inusuale che l’attivazione gratuita di un servizio sia offerta a patto della permanenza dell’utente per un certo numero di mesi con quell’operatore; idem vale per apparecchi telefonici ed eventuali modem.

Che cos’è il codice di migrazione

Il cliente deve comunicare, contestualmente alla sua intenzione di cambiare operatore telefonico, un codice detto codice di migrazione, usato dai provider per semplificare la procedura di passaggio da un operatore all’altro.

In fattura, il codice di migrazione si trova quasi sempre nella prima pagina; ad esempio nelle fatture Telecom è in alto a sinistra (indicato a volte come “codice segreto”). Altrimenti è possibile reperirlo nell’area clienti del sito del provider oppure chiamando il servizio clienti della compagnia telefonica.

Quando attiverete online la vostra nuova utenza, vi verrà richiesto questo codice, che va da 7 a 18 cifre ed è alfanumerico; stessa cosa anche durante un’attivazione per telefono, solo che naturalmente il codice verrà comunicato a voce. A questo punto non manca più nulla per finalizzare il cambio operatore telefonia fissa e attivare la vostra nuova offerta.
Confronta tariffe cellulari

Commenti Facebook: