Come e quando richiedere il risarcimento Hotel

Una vacanza rovinata è un’esperienza terribile per il vacanziere. Progettare con largo anticipo le ferie, in strutture di qualità, spesso non protegge da inconvenienti come il furto o danno in albergo, l’overbooking, spese mediche e tanti altri ostacoli che possono dipendere dalla responsabilità dell’albergatore. Ecco come e quando chiedere il risarcimento hotel.

Furto o danno in albergo. Tutto sulla responsabilità dell'albergatore

Hai subito un furto o danno in albergo e vuoi sapere come e quando richiedere il risarcimento hotel? Esistono modi per proteggersi preventivamente, come l’acquisto di assicurazioni viaggi di qualità a basso costo, oppure, in alternativa, si può fare appello a quanto stabilito dalla legge sulla responsabilità dell’albergatore.

Risarcimento hotel per danno o furto in albergo

come e quando richiedere il risarcimento hotel
Prenotare le vacanze richiede tempo e l’accurata scelta della struttura ricettiva secondo le proprie esigenze. Il minimo che i vacanzieri si aspettano dagli hotel di qualità, con buone recensioni, è la protezione dei propri beni. Quando si viaggia si può portare con sé l’auto o beni preziosi come gioielli e dispositivi elettronici (smartphone, tablet, video camere etc etc…) e, in teoria, l’albergatore ha la piena responsabilità in relazione a danni e furti che non dipendono da negligenza o disattenzione del turista.

E’ il caso della sottrazione del veicolo nel garage custodito senza che il danneggiato abbia lasciato la vettura aperta o con le chiavi inserite, ma anche del furto di preziosi in camera, quando il turista ha tenuto diligentemente le chiavi o il pass d’ingresso.

Cosa fare in questi casi?

E’ possibile agire preventivamente confrontando le assicurazioni viaggio al miglior prezzo e acquistando una polizza ad hoc a protezione dei beni, che consente di ottenere il risarcimento hotel in breve tempo, senza passare per la denuncia della struttura.
Trova assicurazioni viaggi

Lesioni e violazione delle norme di sicurezza


Altri inconvenienti, anche gravi, possono verificarsi quando l’hotel viola le norme di sicurezza. Il vacanziere può riportare lesioni per una scivolata in piscina quando il bordo di passaggio non è rivestito di materiali anti-scivolo, cadere dalle scale bagnate in assenza di segnali appositi, ingerire cibi scaduti e dover ricorrere a cure mediche immediate.

Anche in questi casi il possesso di assicurazioni viaggi a copertura delle spese mediche, comprensive di trasporto presso l’ospedale più vicino, traduzione della cartella clinica, viaggi di un famigliare e consulenza medica sono una mano santa. Le polizze viaggi possono essere acquistate per soggiorni singoli o annualmente, a discrezione del cliente.

Per trovare le soluzioni migliori basta utilizzare il nostro comparatore assicurazioni.
Confronta polizze viaggio

L’Overbooking

furto o danno in albergo
Come e quando richiedere il risarcimento hotel per overbooking? Oltre ai già citati casi di furto o danno in albergo, gli interessi del viaggiatore possono essere lesi anche quando, giunto presso la struttura, non ci sono camere disponibili. Il fenomeno dell’overbooking si verifica spesso nei grandi hotel, che hanno spesso a disposizione una struttura vicina di appoggio in cui far soggiornare il turista.

Tuttavia l’hotel d’appoggio (e la nuova camera) non sono quelle scelte e prenotate, per questo il cliente anche in questa ipotesi ha tutto il diritto di rifiutare e di chiedere il risarcimento hotel, che, se accettato di comune accordo, può essere immediatamente versato per l’importo stabilito, dalla struttura sul conto corrente del danneggiato.
Trova conto corrente online

Struttura diversa da quella prenotata

Non da meno, anche in assenza di overbooking, si può richiedere il risarcimento hotel quando l’albergo, il bed&breakfast, la dimora di lusso o l’hotel e la sua camera non corrispondono alle caratteristiche menzionate nella descrizione. Un turista attento controlla sempre i servizi inclusi nel prezzo (presenza del condizionatore, mezza pensione, bevande incluse o escluse, camera con vista mare etc etc…) e se questi risultano assenti o semplicemente “diversi”, ha tutte le ragioni per chiedere un equo indennizzo.

Responsabilità dell’albergatore: cosa dice la legge

Nei casi di furto o danno in albergo e in tutte quelle ipotesi in cui la vacanza rovinata dipende da mancanze o carenze della struttura ricettiva, scatta per legge la responsabilità dell’albergatore. Ai sensi degli artt. 1783 e ss del Codice Civile infatti:

Gli albergatori sono responsabili di ogni deterioramento, distruzione o sottrazione delle cose portate dal cliente in albergo.

Per “cose portate in albergo” si intendono non solo gli oggetti portati dal cliente, ma anche quelle di cui l’albergatore assume la custodia (auto e valigie ad esempio) dentro la struttura o nei luoghi annessi, come piscine, giardini, parchi e sala ristorante. Come e quando richiedere il risarcimento hotel dipende anche dalla struttura. C’è chi decide di risarcire immediatamente il turista e chi invece preferisce attendere che questi intenti una causa civile.

Il quantum del risarcimento è limitato al valore delle cose distrutte o deteriorate, fino all’equivalente di 100 volte il prezzo di locazione dell’alloggio per giornata, tranne i casi in cui l’albergatore deve rispondere illimitatamente del danno, ovvero:

  • quando le cose sono consegnate alla struttura in custodia;
  • quando ha rifiutato una custodia dovuta secondo diligenza professionale;
  • se la distruzione o il deterioramento dei beni è colpa della struttura o del suo STAFF.

Onde ottenere un risarcimento hotel rapido, si consiglia di cercare una accordo diretto con la struttura e, in ogni caso, di sporgere denuncia alle Autorità locali.

Commenti Facebook: