Come collegare il PC alla TV

Collegare il pc alla tv non è particolarmente difficile se si seguono le giuste dritte. L’utilità di questa azione è presto detta: si potrà facilmente sfruttare il segnale video del pc e veicolarlo su un display ben più grande come quello televisivo. Se si possiede un servizio di streaming tv questo collegamento vi aprirà le porte a un nuovo tipo di visione qualitativamente superiore. Se accompagnato ad un apparecchio televisivo full HD poi la qualità percepita sarà ancora maggiore.

tv
Collegare il PC alla TV: è una questione di cavi

Avete un abbonamento tv streaming? Allora non accontentatevi di vedere contenuti su un monitor di pc. Valutate di collegare il computer alla vostra televisione capace di offrirvi una visione migliore.

Collegare Tv e Pc via cavo grazie all’HDMI

Il collegamento più semplice da realizzare è quello via cavo. Per farlo è sufficiente procurarsi un cavo HDMI. Se ne trovano ormai in commercio ovunque. Le migliori offerte come spesso accade le trovate online:

Non è difficile riconoscere questo tipo di cavo, basta concentrarsi sulla spina finale che appare schiacciata. Il cavo permette di trasferire video e audio con un unico cavo e senza problemi di dispersione grazie alla schermatura che generalmente possiedono tali cavi. Il consiglio è di acquistare comunque cavi  HDMI 1.4 o HDMI 2.0 in quanto rispettano standard superiori e permettono quindi una compatibilità con supporti di ultima generazione.

Come suggerisce l’acronimo High-Definition Multimedia Interface l’HDMI gestisce il flusso di dati alla massima qualità in quanto non compressi. Ma l’HDMI non è l’unico modo per effettuare il collegamento.

Collegamento tramite S-Video o VGA

Rimanendo sempre sul mondo dei cavi un altro è il cosiddetto “S-Video“. Appare come uno spinotto rotondo con tanti piccoli pin. Il collegamento può avvenire con degli adattatori Scart facilmente reperibili online:

Il vantaggio dell’utilizzo di questo cavo non è nella qualità, che è per forza di cose inferiore, ma nella compatibilità con apparecchiature più datate. I pc più vecchi sono quasi sempre dotati di questa uscita, e le tv anche quelle più anziane posseggono almeno la presa Scart. Nota dolente è l’audio. Per la sua gestione è necessario un ulteriore cavo audio da collegare all’uscita ausiliaria.

Simile è anche il VGA. Si tratta di quel grosso spinotto usato di solito per attaccare il monitor al pc (quello che presenta anche delle viti per evitare che si sganci). È supportato da tutti i PC e buona parte dei televisori più recenti lo contemplano. Come l’S-Video, non supporta i flussi audio ed ha quindi la necessità di essere appaiato ad un altro cavo per la gestione del sonoro.

Di soluzioni via cavo ne esistono anche altre, ma in linea di massima queste sono le più performanti e semplici da realizzare.

La soluzione senza cavi

Chi odia l’intreccio di cavi e ama invece la pulizia più totale troverà il suo alleato nel Wi-fi. Tra i sistemi più a buon mercato per connettere PC e televisore in modalità wireless c’è Chromecast, che eredita il nome dal browser di Google necessario per il suo funzionamento. E’ una sorta di chiavetta da collegare alle porte HDMI e Usb del televisore. E’ in grado di gestire l’invio del flusso da smartphone  e tablet oltre che pc. Il tipo di output è simile al Full HD senza lag (ovvero ritardi evidenti). L’apparecchio è in questo caso venduto da Google ad una cifra di poco meno di 40 euro. I due apparecchi funzionano sincronizzati con la stessa rete wi-fi  di casa (che può essere 2.4GHz o 5GHz). Tra i tanti operatori ADSL che regalano il modem Wi-fi c’è Fastweb.

Fastweb regala modem Wi-fi

Commenti Facebook: