Come aumentare la velocità di download

Se siete particolarmente delusi dalla vostra navigazione e dalla lentezza con la quale scaricate da Internet, non disperate. Di seguito cerchiamo di individuare alcuni metodi su come aumentare la velocità di download senza installare alcun software.

Qualche consiglio per scaricare più velocemente da Internet
Qualche consiglio per scaricare più velocemente da Internet

Il primo metodo per cercare di velocizzare i vostri download consiste nel velocizzare i server Dns. Per far ciò, potete naturalmente ricorrere al nostro specifico speed test: un test gratuito e preciso, che vi permetterà di comprendere quale sia la vostra effettiva velocità in dowload e in upload, e valutare pertanto se la vostra velocità reale sia o meno molto distante da quella teorica, promessa dal vostro operatore di fiducia.

A questo punto, dovrete trovare le informazioni sul vostro attuale DNS. Se avete un sistema operativo Windows, accedete al menu Start e, di qui, al Pannello di controllo e alla visualizzazione dello stato di rete. Accedete sul menu proprietà e di qui al Protocollo Internet Versione 4 (TCP/IPv4), e ancora proprietà. Raggiunta tale finestra, sarà necessario cliccare su “Usa l’indirizzo DNS seguente”). Il percorso per chi ha un Mac è più corto: dovrete accedere alle Preferenze di sistema, Rete, Visualizza Stato, Avanzate e DNS.

Per cercare di velocizzare i download potete ora rimuovere la stringa numerica che identifica il vecchio numero DNS, e inserire due o tre indirizzi di server DNS “pubblici” (una rapida ricerca online vi garantirà l’accesso a molte alternative). In caso contrario potete cercare DNS personalizzati, attraverso specifici software. Una volta modificati i server DNS, provate a controllare nuovamente quale sia l’effettiva velocità di connessione.

Fin qui, un generico intervento sui DNS. Se tuttavia vi trovate in difficoltà a scaricare i Torrent, potete agire direttamente sui client, andando a impostare il numero massimo di peer connessi, in incremento. Aprite dunque il vostro client di riferimento (ad esempio, BitTorrent) e quindi andate sul menu delle opzioni, delle preferenze e della banda, impostando il numero massimo di peer connessi per ciascun torrent a 500.

Sempre in ambito Torrent, potete cercare di impostare una migliore opzione sulla forzatura del protocollo, affinché il proprio ISP non rallenti l’esecuzione di quanto si sta scaricando. Per far ciò sarà sufficiente andare nella sezione delle Preferenze e dove appare la dicitura “Forzatura Protocollo” selezionare “Forza”.

Infine, si può provare ad accelerare i download Torrent andando a cambiare le porte al fine di aggirare le limitazioni imposte dal proprio ISP: le porte predefinite sono quelle tra la 6881 e la 6999. Selezionandone una diversa, e disattivando l’impostazione di scelta casuale della porta, potrebbe essere avvertibile un incremento della velocità di download.

Se quanto sopra non è stato sufficiente per migliorare la vostra velocità di download, val la pena cercare di prestare uno sguardo a quanto accade nel vostro hardware assicurandosi, ad esempio, che non vi siano spyware , particolari software autoinstallanti che raccolgono di nascosto delle informazioni sull’utilizzo di Internet da parte dell’utente. Oltre a far ciò, gli spyware rallentano i download poiché, per le loro azioni particolarmente nocive, sfruttando la banda presente. Dunque, procuratevi un buon antivirus (o aggiornate quello che avete già installato) e procedete a chiudere tutte le applicazioni prima di avviare una scansione.

Se gli step precedenti non sono stati sufficienti, vale altresì la pena domandarsi se il proprio hardware sia abbastanza in linea con le vostre esigenze. Assicuratevi ad esempio che il vostro hardware sia aggiornato con gli ultimi driver disponibili, e che – se utilizzate un router wireless – questo sia libero dalle interferenze.

Prima di procedere ad analisi ancora più approfondite, effettuate qualche valutazione di massima sulle applicazioni che state utilizzando con la vostra ADSL casa. Spesso in background, senza che l’utente se ne accorga, agiscono dei software non utili, che – insieme alle altre applicazioni – contribuiscono ad assorbire e limitare la propria banda. Dunque, se avete bisogno di utilizzare dei programmi mentre scaricate, riservate un computer al download (ove possibile).

Confronta migliori tariffe ADSL

Un altro semplice consiglio è inoltre relativo alla possibilità di evitare di caricare delle informazioni sulla rete mentre si scarica. Se infatti è vero che la velocità di download e quella di upload sono due elementi ben distinti, è altrettanto vero che la procedura di upload condivide quella di download, e pertanto in caso di upload verrà limitata anche la velocità di download. Per evitare ciò, è buona abitudine cercare di impostare la banda di upload al 90% (o meno) della propria massima velocità di download, potendo in tal modo elaborare le richieste di download con maggiore spazio.

Detto ciò, vi ricordiamo ancora una volta che la velocità di download può dipendere dal vostro operatore di riferimento e, all’interno di esso, della zona nella quale vi trovate. Rinnoviamo pertanto l’invito ad utilizzare il nostro speed test al fine di comprendere quale sia la velocità effettiva di download e di navigazione, ed effettuare altresì dei confronti con gli altri provider per poter individuare quello che può garantirvi, nella vostra area, le condizioni di navigazione migliori.

Se nonostante tutti gli accorgimenti del caso vi rendete conto che esistono ampi margini di differenza tra la velocità effettiva e quella dichiarata dal vostro operatore, è buona regola cercare di trovare soddisfazione direttamente con il provider, illustrando all’assistenza tecnica quali sono le vostre condizioni di navigazione. È probabile che possiate trovare una soluzione condivisa e proficua. In caso contrario rimane sempre valida l’opportunità di disdire l’attuale contratto, e passare ad un altro operatore che possa garantirvi delle condizioni di navigazione più convenienti ed efficaci.

Commenti Facebook: