Come attivare il Bonus Vacanze

A partire dall’inizio del mese di luglio è possibile richiedere ed utilizzare il Bonus Vacanze 2020. Si tratta di una delle agevolazioni previste dal recente Decreto Rilancio che mira a garantire agli utenti che rispettano i requisiti uno sconto sulla propria vacanza trascorsa in una struttura ricettiva italiana. Ecco come richiedere e attivare il Bonus Vacanze 2020 e come fare ad utilizzarlo per pagare un soggiorno. 

Ecco tutto quello che c'è da sapere sul Bonus Vacanze 2020
Ecco tutto quello che c'è da sapere sul Bonus Vacanze 2020

Dal 1° luglio 2020 è possibile richiedere ed attivare il Bonus Vacanze 2020. L’agevolazione, prevista dal Decreto Rilancio varato dal Governo per affrontare la fase 2 dell’emergenza sanitaria ed economica in corso, permette alle famiglie che rispettano determinati requisiti (è necessario presentare i dati ISEE) di ottenere uno sconto sino a 500 Euro su di un soggiorno presso una struttura ricettiva italiana.

Il Bonus Vacanze è utilizzabile sino al prossimo 31 dicembre 2020. Gli aventi diritto possono richiedere il bonus ed utilizzare l’importo relativo per pagare il soggiorno. Il bonus va utilizzato in un’unica soluzione. Le strutture non sono obbligate ad accettare il bonus come metodo di pagamento ed è, quindi, consigliabile verificare in anticipo la possibilità di utilizzare l’agevolazione presso la struttura scelta.

Ecco come fare a richiedere ed utilizzare il Bonus Vacanze 2020.

Bonus Vacanze: si richiede tramite l’app IO

La richiesta del Bonus Vacanze può essere effettuata unicamente tramite l’applicazione IO di PagoPA Spa. L’app in questione è disponibile per il download gratuito su smartphone e tablet Android (tramite il Google Play Store) oppure su iPhone e iPad (tramite l’Apple App Store). Si tratta dell’unica modalità disponibile per poter richiedere il bonus.

La procedura per la richiesta del Bonus Vacanze 2020 è molto semplice. Ecco i dettagli:

  • effettuare il download e l’installazione sul proprio dispositivo mobile dell’app IO; l’applicazione è disponibile sul Google Play Store e sull’Apple App Store in modo completamente gratuito
  • effettuare l’accesso all’app IO; per autenticarsi con l’applicazione è possibile utilizzare l’identità digitale SPID oppure la Carta d’Identità Elettronica (CIE 3.0); ricordiamo che l’identità digitale SPID può essere richiesta direttamente online, affidandosi alla procedura messa a disposizione da uno degli enti autorizzati come, ad esempio, Poste Italiane o Aruba
  • verificare il rispetto dei requisiti ISEE; l’utente, per poter accedere al Bonus Vacanze 2020, deve rispettare dei requisiti reddituali ben precisi inserendo i dati ISEE che possono essere richiesti anche tramite il servizio online disponibile sul sito dell’INPS

Completata la verifica dei requisiti l’app IO fornirà il codice relativo al Bonus Vacanze 2020 utilizzabile da un qualsiasi membro del nucleo familiare a cui appartiene il soggetto che ha richiesto il bonus. Il bonus erogato sarà utilizzabile entro il prossimo 31 dicembre 2020 che è anche l’ultimo giorno entro cui è possibile richiedere l’erogazione del bonus stesso. In caso di inutilizzo, non sarà possibile accedere in alcun modo all’agevolazione e non è prevista la possibilità di proroga al 2021.

Come utilizzare il Bonus Vacanze 2020

Dopo aver completato la procedura di richiesta del bonus, un qualsiasi membro del nucleo familiare a cui appartiene il soggetto richiedente potrà utilizzarlo per ottenere uno sconto sul soggiorno presso una struttura ricettiva italiana. Il primo passo da compiere per utilizzare il Bonus Vacanze è rappresentato dalla scelta della struttura.

Non tutte le strutture accettano il bonus. Hotel, B&B, villaggi turistici etc. non sono, infatti, obbligati ad accettare l’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio per il pagamento del soggiorno. Molte associazioni di categoria, infatti, hanno confermato che diverse strutture non accetteranno questa soluzione come strumento di pagamento per via della crisi di liquidità in corso.

Le strutture ricettive non otterranno un pagamento dallo Stato ma potranno contare su credito di imposta da utilizzare nella dichiarazione dei redditi del prossimo anno. La delicata situazione economica in corso, sta spingendo diverse strutture ricettive a non accettare il Bonus Vacanze ed a preferire il pagamento della somma seguendo modalità tradizionali (contanti, bonifico, carta di pagamento etc.).

Per questo motivo, il primo passo per utilizzare il Bonus Vacanze 2020 è rappresentato dalla necessità di contattare direttamente la struttura presso cui si desidera soggiornare e chiedere informazioni in merito alla possibilità di utilizzare l’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio per il pagamento del soggiorno. In caso di risposta negativa, sarà necessario scegliere una nuova struttura per poter utilizzare il bonus.

Dopo aver individuato una struttura ricettiva che accetta il bonus come metodo di pagamento, per usare il Bonus Vacanze basterà avere con sé il QR code o il codice alfa numerico del bonus stesso. Questi dati sono disponibili all’interno dell’app IO e possono essere condivisi tramite l’apposito tasto, come mostrato nell’immagine qui di sotto:

Da notare, inoltre, che l’app IO mostra anche l’elenco dei soggetti abilitati a riscuotere il bonus. In pratica, qualsiasi membro del nucleo familiare può utilizzare lo sconto per pagare un soggiorno. Basterà avere con sé il codice alfa numerico o il QR code generato dall’app.

Ad esempio, ipotizziamo che il Bonus Vacanze sia stato richiesto, tramite l’app IO dal signor Mario Rossi, padre di Giulia Rossi. Il bonus, dopo essere stato erogato, potrà essere utilizzato dalla figlia, Giulia Rossi, per pagare un soggiorno svolto senza la presenza dei genitori.

Al momento del pagamento del soggiorno sarà sufficiente presentare:

  • il proprio codice fiscale
  • il codice unico generato dall’app IO oppure il QR code

La struttura ricettiva, tramite un apposito servizio web fornito dall’Agenzia delle Entrate, verificherà la corretta dei dati immediatamente e, in caso di esito positivo, provvederà all’erogazione dello sconto sul costo complessivo del soggiorno effettuato dal richiedente.

E’ importante sottolineare, in ogni caso, che il Bonus Vacanze può essere utilizzato esclusivamente in un’unica soluzione. Se l’importo del bonus è, ad esempio, pari a 500 Euro e il costo del soggiorno è di 100 Euro, i 400 Euro residui andranno persi e non potranno essere utilizzati per il pagamento di un nuovo soggiorno.

Naturalmente, è possibile utilizzare il bonus solo in Italia. L’agevolazione non può essere utilizzata per il pagamento di un soggiorno presso una struttura estera. Per maggiori dettagli in merito alla richiesta ed all’utilizzo del Bonus Vacanze 2020 è possibile fare riferimento alla sezione Help dell’app IO o all’assistenza via chat integrata all’interno dell’applicazione stessa.

Bonus Vacanze 2020: quanto vale e chi può richiederlo

L’importo del bonus dipende da un unico fattore: la composizione del nucleo familiare. Al crescere del numero dei componenti del nucleo familiare, infatti, aumenterà anche l’importo massimo del bonus utilizzabile per il pagamento del soggiorno. Il bonus va da un minimo di 150 Euro ad un massimo di 500 Euro.

Ecco quanto vale il bonus in base alla composizione del nucleo familiare:

  • 500 Euro per i nuclei familiari composti da tre o più persone
  • 300 Euro per i nuclei familiari composti da due persone
  • 150 Euro per i nuclei familiari composti da una sola persona 

E’ importante sottolineare, in ogni caso, che l’importo complessivo del bonus si suddivide in due parti. Ecco i dettagli:

  • l’80% del valore complessivo del bonus viene erogato sotto forma di sconto sull’importo del soggiorno da corrispondere alla struttura ricettiva che accetta questa soluzione come modalità di pagamento
  • il 20% del valore del bonus viene erogato sotto forma di detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi relativi all’anno di imposta 2020

L’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio non è però disponibile per tutte le famiglie italiane. La normativa, infatti, fissa un limite reddituale ben preciso per poter procedere con la richiesta del bonus. Tale limite è rappresentato da un indicatore ISEE non superiore a 40.000 Euro. 

Si tratta dell’unico requisito necessario per poter presentare la domanda di erogazione del bonus. Le famiglie interessate alla presentazione della domanda per l’ottenimento dell’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio dovranno presentare l’ISEE che potrà essere richiesto, tramite procedura online, dal sito dell’INPS. In alternativa, è possibile richiedere l’ISEE recandosi in un qualsiasi CAF abilitato.

Una volta ottenuta la certificazione ISEE sarà possibile procedere immediatamente, tramite l’app IO, con la richiesta di erogazione del Bonus Vacanze 2020 che potrà essere utilizzato subito per il pagamento del soggiorno.

Come scegliere un’assicurazione viaggio per andare in vacanza ed essere al sicuro

Considerando il periodo di profonda incertezza, andare in vacanza in quest’estate 2020 sarà sicuramente diverso rispetto al passato. Per questo motivo, prima di mettersi in viaggio, è consigliabile valutare la possibilità di attivare un’assicurazione viaggio. Con una copertura assicurativa specifica, anche durante i viaggi in Italia (per cui è possibile utilizzare il Bonus Vacanze), si avrà la certezza di avere “le spalle coperte”. In caso di imprevisti, infatti, sarà possibile richiedere il supporto della compagnia assicurativa per risolvere rapidamente la situazione.

Per scegliere la migliore polizza disponibile è possibile affidarsi alla comparazione online tramite il comparatore di SOStariffe.it per assicurazioni viaggio. Il comparatore permette di confrontare tutte le principali polizze disponibili andando a considerare anche le assicurazioni che includono la copertura specifica contro il Covid e la possibilità di ottenere un risarcimento dell’importo del soggiorno in caso di annullamento.

Per quest’estate 2020, avere a disposizione un’assicurazione viaggio, sia per le vacanze in Italia che all’estero, è davvero consigliato e può rappresentare una risorsa in più per passare le ferie in tranquillità.

Commenti Facebook: