Come assicurare l’auto all’estero

Per la circolazione delle auto fuori dai confini dello Stato Italiano esistono regole diverse a seconda dei casi. In questa Guida vediamo come assicurare l’auto all’estero con polizza estera per risparmiare e quale copertura serve per viaggiare temporaneamente oltre frontiera. Di seguito, le informazioni più importanti su Carta Verde e assicurazioni.

Carta verde e guida in Italia con auto munita di polizza estera

Tanto chi possiede una vettura quanto chi la sta per acquistare, si interessa a come assicurare l’auto all’estero per pagare meno con compagnie straniere. Si tratta di una mito? Si corrono rischi o sanzioni in Italia? In questo articolo faremo chiarezza su tutti gli aspetti relativi alla polizza estera. In più, per chi vuole circolare fuori dall’Italia in modo temporaneo, ecco qualche notizia utile su cos’è e come funziona la Carta Verde.

Come assicurare l’auto all’estero con Carta Verde

Non tutti sanno che per viaggiare oltre i confini italiani in modo temporaneo non serve una polizza estera. Le compagnie di assicurazioni auto italiane infatti rilasciano la c.d Carta Verde, un documento che consente di entrare e circolare in un Paese straniero essendo in regola con gli obblighi di copertura Rca. Il documento è rilasciato sotto la responsabilità dell’Ufficio Nazionale di Assicurazione della Nazione in cui il veicolo è immatricolato, quindi per la auto immatricolate in Italia, sotto la responsabilità dell’Ufficio italiano direttamente alle imprese di assicurazione.

Per ottenere la Carta Verde bisogna rivolgersi alla propria compagnia di assicurazione Rc auto, ma in generale, il documento viene rilasciato in automatico all’acquisto di una nuova polizza Rca.
Confronta assicurazioni auto
Chi non provvedere ad assicurare l’auto all’estero con Carta Verde, ovvero fa ingresso con la propria vettura in un Paese straniero senza il documento, è costretto ad acquistare alla frontiera una polizza temporanea, generalmente molto costosa.

Ecco l’elenco dei Paesi in cui è richiesto il possesso della carta:

  • Albania, Marocco, Russia, Iran, Azerbaigian, Moldavia, Tunisia, Ucraina, Bosnia e Erzegovina, Macedonia, Turchia, Bielorussia, Montenegro, Israele.

Per visionare l’elenco dei Paesi in cui non è necessaria, basta recarsi sul portale UCIMI.

Come assicurare l’auto all’estero con polizza estera

L’altra questione, su cui molti automobilisti cercano risposte, è come assicurare l’auto all’estero con polizza estera. Questa strategia è utilizzata da molti per risparmiare sul premio Rc auto, perché molte imprese straniere praticano tariffe decisamente basse rispetto all’Italia. Per ottenere assicurazioni straniere su di un veicolo immatricolato nel nostro Paese, basta in realtà contattare direttamente l’impresa e chiedere un preventivo. E’ importante sapere che a quel punto, la Carta Verde dovrà essere rilasciata per circolare in Italia e che l’assicurazione può avere durata di 1 anno, dopodiché, la vettura dovrà essere immatricolata nel Paese straniero.

A livello normativo infatti, l’art. 132 del Codice della Strada vuole che le auto immatricolate in Italia debbano essere assicurate con assicurazione auto italiana e non con polizza estera. Molti automobilisti, dopo aver acquistato la polizza straniera e superata la scadenza dei 12 mesi, anziché immatricolare l’auto fuori dall’Italia, decidono di rivolgersi ad altra compagnia di assicurazioni straniera, il che significa a tutti gli effetti violare la legge.

Per evitare ciò, meglio cercare il miglior preventivo Rc auto confrontando i prezzi. Grazie al motore di ricerca di SosTariffe.it si ottengono in un solo click più di 10 preventivi, potendo salvare l’offerta e bloccare il prezzo o procedere subito all’acquisto della polizza. Visto come assicurare l’auto all’estero, perché non dare un’occhiata alle nostre promozioni?
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: