Clonazione carte: quando può accadere e come evitarlo

Tra le truffe più diffuse riguardanti le carte di credito senza dubbio la più nota e più diffusa è quella relativa alla clonazione delle carte. Questa tipologia di furto avviene quando si utilizzano le carte presso sportelli bancomat o POS di negozi ed esercizi commerciali che posseggono un terminale per il pagamento attraverso carte.

Confronta conti correnti

Tecnicamente la clonazione consiste nella “copia” vera e propria di tutte le informazioni contenute all’interno del microchip e della banda magnetica della tessera che in definitiva contengono tutte le informazioni necessarie per avere libero accesso al conto e quindi al denaro.
Evitare la clonazione non è semplice tuttavia si possono adottare alcuni accorgimenti che aiutano a preservare dai più comuni rischi.

 

Sportello Bancomat

Quando ci si reca allo sportello bancomat è importante controllarne l’integrità delle varie parte in particolare che non vi siano anomalie dove deve essere inserita la carta e che non vi siano fori in qualche punto che potrebbero consentire la visione della tastiera durante la digitazione del codice PIN attraverso microcamere. Altresì è opportuno fare attenzione ad occhi indiscreti vicino allo sportello che potrebbero carpire il codice.

 

POS e pagamento in negozi ed esercizi commerciali con carta di credito

Molto più difficile, sebbene possa sembrare vero il contrario, è controllare le operazioni durante un pagamento in un negozio o meglio ancora in ristorante. L’essenziale è non perdere mai di vista la carta cosa che può risultare difficile soprattutto nei ristoranti o bar quando si chiede il conto al tavolo. Visti però i trascorsi truffaldini quasi tutti gli esercizi che permettono il pagamento al tavolo sono dotati anche di un terminale POS wireless da portare direttamente al proprietario della carta esorcizzando così uno dei rischi più diffusi. E’ quindi buona norma diffidare degli esercizi che non permettono questo tipo di servizio e avvicinarsi direttamente al terminale andando alla cassa o dove questo è posizionato.

Nei negozi, in particolare dove si creano lunghe file alla cassa e dove potrebbero esserci parecchi occhi indiscreti, è consigliabile coprire in qualche modo la tastiera durante la digitazione.

Se tutti questi accorgimenti non dovessero essere sufficienti, viste le continue evoluzioni delle tecnologie anche per le truffe, e la nostra sicurezza risultasse compromessa bisogna contattare immediatamente la banca (solitamente sono disponibili numeri verdi reperibili 24 ore su 14) per bloccare la carta dopo aver verificato che la truffa sia realmente avvenuta. Recandosi allo sportello se ne potrà avere una copia con nuove credenziali di accesso.

Commenti Facebook: