Circolazione ed assicurazione di veicoli nei paesi UE ed extra-UE

Molti automobilisti viaggiano oltre frontiera per motivi di lavoro o di svago e si ritrovano alle prese con domande concernenti la circolazione e l‘assicurazione del proprio veicolo (auto o moto) nei paesi UE ed extra-UE. Assicurarsi è d’obbligo anche varcati i nostri confini: ecco le risposte ai principali interrogativi circa la polizza Rc auto ed Rc moto aldilà del nostro territorio.

Viaggiare sereni ed assicurati oltre i confini italiani

Circolare in un paese UE

L’assicurazione per la responsabilità civile è obbligatoria in ogni paese facente parte dell’Unione Europea, per questo occorre esporre il tagliando che dimostra la propria regolarità assicurativa e naturalmente portare con sé la patente di guida in corso di validità ed il libretto di circolazione . Sul sito internet dell’UCI (Ufficio centrale Italiano) è possibile controllare in quali paesi UE è sufficiente l’esposizione e l’esibizione alle autorità straniere di tali documenti.

E’ buona norma in ogni caso, una volta giunti a destinazione, accertarsi della propria situazione assicurativa.

Circolare in paesi Extra-UE

In alcuni paesi (ad esempio Turchia, Albania e Bielorussia) è richiesto un ulteriore documento: la Carta Verde (Certificato Internazionale di Circolazione). Negli ultimi tempi tanto le compagnie assicurative tradizionali quanto le compagnie assicurative online includono la Carta Verde nella polizza Rc auto o Rc moto stipulata – tale tagliando ha la medesima validità in quanto a durata della vostra assicurazione- . In ogni caso prima di partire, accertatevi di esserne in possesso onde evitare problemi con le autorità e con le leggi del paese destinazione. Qualora non siate in possesso della Carta Verde, questa va richiesta alla propria assicurazione e viene rilasciata dall’UCI (Ufficio Centrale Italiano).

Confronta assicurazioni auto

Commenti Facebook: