Chiusura conto Banco Posta

Sulla chiusura del Conto Banco Posta sembra esserci molta polemica sul web. Per questo motivo, cerchiamo di far luce riportando la procedura per chiudere il conto secondo quanto precisato dalle Poste Italiane nei propri fogli informativi, così come gli indirizzi e recapiti in caso si desidera effettuare un reclamo.

chiudere il conto delle poste
Come chiudere il conto Banco Posta? Procedura ed eventuali reclami

Come chiudere il Conto Banco Posta? Di seguito tutta l’informazione utile per recedere il conto corrente, carte di credito e fido delle Poste Italiane.

Prima di andare avanti però ti ricordiamo che se stai chiudendo il Conto BancoPosta ma ti serve comunque un altro, puoi approfittare dell’attuale promozione Widiba e rottamare il conto guadagnando di più. In particolare, chiudendo il vecchio conto e portando i propri risparmi a Widiba si ottiene il beneficio di un tasso di interesse del 2,50% sui vincoli a 12 mesi. Il tasso invece previsto per chi apre un Conto Widiba, senza rottamarne quello vecchio, è del 2%.

Scopri il Conto Widiba

In più, potrai evitare tutta la procedura di chiusura del conto corrente che spiegheremo di seguito, perché il servizio di rottamazione del conto offerto gratuitamente da Widiba prevede che la banca si occupi di tutto: trasferire stipendi o pensioni, bonifici in entrata e uscita, rate di prestiti e mutuo, bollette domiciliate, etc. Il cliente non deve fare niente altro che aprire il nuovo conto e compilare, firmare e inviare online la richiesta di rottamazione del vecchio conto: al resto ci pensa la banca.

Recesso del contratto di Conto Corrente

Il Cliente può recedere dal contratto di conto corrente in qualsiasi momento, comunicandolo per iscritto a Poste Italiane.

Poste Italiane può recedere dal contratto di conto corrente senza preavviso qualora vi sia una giusta causa o un giustificato motivo ovvero, in caso non vi sia un giustificato motivo, dando un preavviso scritto non inferiore a 2 mesi.

Non sono applicate mai spese di chiusura o penalità in caso di recesso, sia di Poste Italiane che del Cliente.

Il rapporto contrattuale verrà chiuso entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta da parte di Poste Italiane.

Recesso dallo scoperto di conto BancoPosta (Fido BancoPosta)

Lo scoperto di conto BancoPosta o Fido BancoPosta è in realtà concesso da DeutscheBank tramite le Poste. Il Cliente può recedere dalla linea di credito, senza spese e senza penalità, in qualsiasi momento, inoltrando, a DeutscheBank, per il tramite di Poste, una lettera scritta, con un preavviso di 3 giorni lavorativi bancari.

Il Fido BancoPosta concesso da DeutscheBank verrà chiuso entro 30 giorni lavorativi dal momento in cui il cliente ha corrisposto alla Banca tutto quanto dovuto (compresi gli interessi).

Recesso dalle carte di credito BancoPosta

Anche se si è titolare di un carta di credito “Oro” o “Classica” emesse da Deutsche Bank il recesso va comunicato a Deutsche Bank, con lettera raccomandata e deve essere restituita la carta tagliata in due.

In questo caso il rapporto verrà chiuso entro 60 giorni dalla ricezione della richiesta del cliente.

Se invece si vuole recedere dalla carta di credito BancoPosta Più emessa da Compass, la comunicazione va inviata all’Ufficio Postale di radicamento del conto o con lettera raccomandata a Compass restituendo la carta tagliata in due. Anche in questo caso non sono previste spese o penalità.

Entro 30 giorni dalla ricezione della richiesta del cliente verrà chiuso il rapporto.

chiusura carta di credito

Procedura per la chiusura del Conto BancoPosta

Per la chiusura è possibile rivolgersi direttamente presso l’ufficio postale dove è stato aperto il conto. Molto probabilmente verrà richiesto di fissare un appuntamento con il direttore o con l’addetto alle aperture/chiusure del conto, quindi è possibile che sia necessario recarsi più di una volta.

Allo sportello bisognerà compilare un modulo, consegnare assegni e carte di pagamento; è importante ritirare una copia del documento che attesta la chiusura del conto postale.

In alternativa, è possibile inviare una raccomandata A/R che includa una dichiarazione che abbia come oggetto la volontà a chiudere il Conto BancoPosta. Nella raccomandata vanno inserite i propri recapiti, il blocchetto assegni, e le carte di pagamento distrutte (per le carte non emesse dalle Poste, seguire la procedura sopramenzionata).

Reclami collegati al recesso del conto corrente

Il Cliente può presentare un reclamo, anche per lettera raccomandata A/R indirizzata a Poste Italiane S.p.A. – BancoPosta –Progetti, Processi e Procedure– Gestione Reclami, Viale Europa 175 – 00144 Roma, via fax al n. 0659580160 o per via telematica utilizzando lo specifico Modulo di reclamo BancoPosta. Poste Italiane deve rispondere entro 30 giorni dal ricevimento del reclamo.

Per i reclami riguardanti carte di credito BancoPosta “Classica ”, “Oro” emesse da DeutscheBank e per “Fido BancoPosta” concesso da DeutscheBank che Poste Italiane offre alla propria clientela, il Cliente può avanzare reclamo a DeutscheBank – Ufficio Reclami – Piazza del Calendario 1, 20126 Milano; per via telematica deutschebank.ufficioreclami@db.com o per fax: 02/40243476.

DeutscheBank deve rispondere entro 30 giorni dal ricevimento del reclamo stesso.

Infine, per i reclami sulla carta di credito BancoPosta Più emessa da Compass, il Cliente può inviare reclamo con comunicazione scritta, anche per lettera raccomandata, a Compass, Ufficio Reclami, via Caldera n. 21, 20153 Milano, o per via telematica all’indirizzo e-mail Reclami@Compassonline.it.

Compass deve rispondere entro 30 giorni dal ricevimento del reclamo.

Trasloco conto corrente: chiusura più semplice

Effettuando il trasloco del conto corrente, ovvero trasferendolo verso una nuova banca, la procedura è molto più semplice.

Per questo motivo, se la vostra intenzione è chiudere il Conto BancoPosta per aprirne uno nuovo, conviene chiedere il trasloco del conto alla nuova banca.

Se questo è il caso, va sottolineato che la regola d’oro per trasferire il conto corrente è non chiudere mai il vecchio conto: questo renderebbe l’operazione di trasloco più difficile. Prima dovete aprirne uno nuovo e soltanto dopo potete richiedere la chiusura del Conto Banco Posta.

Quello che dovete fare è sospendere gli addebiti periodici sul vecchio conto, e poi attivarli sul nuovo. Per quel che riguarda le bollette domiciliate tramite RID, esiste la possibilità di chiedere il trasferimento automatico.

Per maggiori informazioni leggete il nostro articolo sul Trasferimento conto corrente, come cambiare banca

Infine, vi ricordiamo che per  risparmiare sul conto corrente è conveniente approfittare delle offerte attuali delle banche, cambiando il vecchio e costoso conto per uno più conveniente.

Per identificarlo, vi rimandiamo al nostro portale, dove potrete mettere a confronto i migliori conti correnti e rapidamente avrete a disposizione un elenco con i conti più adatti alle vostre esigenze.

Confronto Conti Correnti »

Commenti Facebook: