Chiedere un prestito: a cosa gli italiani non sanno rinunciare?

I consumatori italiani continuano a ricorrere, in moltissimi casi, ai prestiti per poter effettuare acquisti caratterizzati da importi rilevanti. Gran parte dei finanziamenti richiesti dagli utenti italiani sono destinati all’acquisto di un’auto o di una moto, nuova o usata, beni che, stando alle statistiche, sembrano essere davvero irrinunciabili. Ecco tutti i dettagli sulle preferenze degli italiani che richiedono un prestito. 

L'acquisto di auto e moto è il principale motivo che spinge gli italiani a chiedere un prestito
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Secondo gli ultimi dati Crif, il 78,7% del prestiti finalizzati dai consumatori italiani nel corso del 2016 è servito ad acquistare una nuova automobile o una nuova moto. Solo il restante 21,3% dei prestiti richiesti è stato utilizzato per altri scopi come l'acquisto di prodotti d'elettronica o di arredamento, per la sanità, per viaggi e vacanze, per spese mediche, per la casa o per il tempo libero.

Nonostante le auto e le moto comportino diversi costi extra, si pensi alle assicurazioni auto che rappresentano una spesa annua decisamente rilevante per gli utenti, la possibilità di acquistare una nuova vettura resta una vera e propria priorità per gli italiani. Grazie ad una netta ripartenza dei consumi durevoli e ad un costo del denaro sempre più basso registrati in questi ultimi anni, i finanziamenti per un'auto o per una moto (scooter compresi) sono incrementati del 21.8% nel confronto tra i dati raccolti nel 2015 e nel 2016. La crescita dei finanziamenti per auto e moto si accompagna a una netta crescita delle immatricolazioni in Italia.
Confronta i preventivi per l'assicurazione auto

I dati di vendita nel mondo dei motori, infatti, mettono in evidenza una forte crescita, pari in termini percentuali al +16%, nel corso del biennio 2015-2016. Un'auto o una moto nuova, quindi, continuano a rappresentare dei beni praticamente irrinunciabili per gli italiani, che non hanno problemi nel richiedere un finanziamento e a dilazionare la spesa dell'acquisto. E' interessante, inoltre, evidenziare come nel corso del 2016 ben il 47,2% delle auto vendute in Italia sia stato accompagnato da un finanziamento. Nel 2015 tale dato era sensibilmente più basso e risultava pari al 42%.

Tipologie di prestito, fasce d'eta e dati regionali

I prestiti richiesti dagli italiani nel 2016 si concentrano, in modo particolare, nella fascia di importo medio, ovvero tra 10 e 15 mila Euro per le auto e tra 5 e 10 mila Euro per le moto. La durata del finanziamento, invece, varia tra 37 e 48 mesi, quando il denaro viene erogato dalle finanziare delle case automobilistiche. In altri casi, tale durata tende ad allungarsi raggiungendo un periodo compreso tra 49 e 60 mesi.

Da notare, inoltre, che la maggior parte delle richieste di finanziamento, circa il 27% del totale, arriva da utenti compresi in una fascia di età medio-alta, ovvero tra 45 e 54 anni. Più basse, invece, le richieste nella fascia d'età inferiore, ovvero 35-44 anni, che si attestano sul 22,1%.
Scopri i prestiti più vantaggiosi

Un altro aspetto molto interessante dei dati relativi al 2016 è rappresentato dal tasso di crescita delle richieste di prestito nelle regioni meridionali. Al Sud, infatti, le richieste crescono in modo evidente, anche se la quota di finanziamenti dedicati all'acquisto di auto nuove è più limitata, mentre il mercato dell'usato tende ad essere più attivo con un numero maggiori di transizioni rispetto al resto del Paese.

In linea generale, le regioni italiane dove si registra il più alto tasso di crescita per le auto sono state il Molise (+31,5%), il Friuli Venezia Giulia (+27%) e il Veneto (+25,4%). Per quanto riguarda il mondo delle due ruote, invece, la crescita maggiore arriva dalla Valle D'Aosta (+38,1%) e, ancora una volta, dal Molise (+36,6%). 

Commenti Facebook: