Chiavetta Internet Ricaricabile, perché non convengono più

Fino a qualche anno fa spopolavano le chiavette internet ricaricabili, piccoli router dotati di SIM che collegati al pc permettevano di connettersi alla rete in mobilità. Erano abbastanza pratiche seppur necessitassero di un’installazione e fossero spesso “vincolate” all’operatore. Cambiando SIM quindi capitava spesso che queste fossero inutilizzabili. Il loro successo si è molto smorzato a favore di tecnologie differenti, più versatili.

pc
La chiavetta internet è morta. Oggi trionfa il tethering

Che fine ha fatto la Chiavetta Internet Ricaricabile? Se lo chiedono in molti. Le Internet Key non sono sparite, semplicemente hanno ceduto il passo ad opportunità di connessione differenti. Oggi è ancora una volta lo smartphone a fare da padrone, anche in questo campo.

Oggi spopola il tethering

Dietro a questa parola inglese altro non c’è che la possibilità di sfruttare il telefono come ponte per la veicolazione del segnale di rete. Il tethering in passato era difficile da effettuare perché non era contemplata come opportunità dai sistemi operativi di tutti i telefoni. Per raggiungere l’obiettivo occorreva agire con appositi software scaricati a parte e non sempre il risultato era soddisfacente. I moderni smartphone sono tutti dotati della possibilità di navigare sotto rete 3G o anche 4G e “replicare” il segnale in Wifi ad altri dispositivi.

Questo significa che gli stessi GB inclusi nell’offerta di mobilità possono essere sfruttati per collegarsi con altri apparecchi come notebook e tablet. Da qui arriva una sorta di prepensionamento degli apparecchi come le chiavette USB. Le attuali offerte per internet mobile prevedono sempre più un quantitativo cospicuo di GB. In alcun casi si arriva anche a 20 GB, ad esempio con uno dei più noti gestori telefonici, Wind.

Con Wind hai fino a 20 GB »

La comodità dei mini router wifi

Esistono apparecchi che agevolano la connessione quando si è in mobilità e si ha esigenza di collegare più apparecchi alla rete. Il vantaggio di questi apparecchi, che altro non sono se non delle chiavette internet prive di presa USB, è che non necessitano di installazione né di collegamenti particolari. Inoltre sono estremamente maneggevoli e la qualità del segnale è molto buona generalmente. Questi apparecchi sono venduti assieme alle offerte ricaricabili dei gestori telefonici, oppure possono essere acquistati per conto proprio. Le migliori offerte si trovano su web:

I mini modem sono auto alimentati. Sono dotati infatti di batterie interne che possono essere ricaricate e sono solitamente in grado di durare per molto tempo. Il loro design è solitamente minimalista e ben si presta al viaggio. Troveranno facilmente spazio nella borsa di lavoro senza dar fastidio.

Come approfittare del tethering?

Se anche voi volete sfruttare il tethering dallo smartphone dovrete semplicemente accedere alle impostazioni e cercare la voce “tethering” oppure “internet condiviso”. Una volta abilitato questa funzionalità il vostro cellulare inizierà a trasmettere il segnale via Wifi. Non vi rimarrà che mettere i il dispositivo da connettere alla ricerca della rete. Una volta identificata potete procedere a collegarvi immettendo la password generalmente impostata automaticamente dal vostro smartphone. Ogni sistema operativa ha una sua procedura che comunque non diverge molto. E’ possibile anche ricorrere al collegamento tramite cavo qualora si volesse risparmiare batteria.

La comodità di non dover preoccuparsi di collegare cavi vi convincerà però ad utilizzare la funzionalità in modalità wireless. Il tethering tra l’altro torna molto utile anche nel caso in cui si volesse fornire un breve collegamento alla rete anche a dispositivi di più persone in contemporanea. Sono gestibili infatti connessione multiple.

Quando conviene una tariffa ADSL rispetto alla chiavetta

Uno dei motivi per cui le chiavette non riscuotono più il successo di un tempo è legato anche al crollo del prezzo delle offerte ADSL. Oggi, infatti, si trovano molte tariffe anche sotto i 20 euro a rinnovo, che oltre a Internet illimitato danno anche diritto alle telefonate (e in qualche caso a diversi servizi in più, tra cui la televisione streaming). In più ci sono offerte che includono una SIM Dati per navigare con tutta la velocità del 4G anche in mobilità, rendendo così le chiavette obsolete.

Se ci si collega perlopiù da casa, quindi, l’ADSL può essere molto più conveniente, considerando i tanti vantaggi aggiuntivi. In più, ormai molti servizi Internet (come lo streaming ad alta definizione) richiedono una grande quantità di dati, per cui è possibile finire i GB con il tethering molto presto. In tutti questi casi, la comodità di di una delle offerte ADSL e telefono fisso non conosce confronti.

Confronta le offerte ADSL e fibra »

Commenti Facebook: