Che cos’è GPON

In Italia stiamo registrando in questi ultimi mesi una netta crescita della diffusione della fibra ottica che, a poco a poco, sta raggiungendo un numero di comuni sempre maggiore garantendo, di conseguenza, un accesso ad Internet decisamente più veloce agli utenti. Per la fornitura dei servizi di banda ultra-larga agli utenti molti operatori optano per una soluzione punto-multipunto in tecnologia GPON. Vediamo di cosa si tratta. 

La tecnologia GPON è alla base delle più recenti reti in fibra FTTH

Per la fornitura di servizi di banda ultra-larga per gli utenti residenziali, molti operatori di telefonia a livello internazionale puntano su di una soluzione punto-multipunto in tecnologia GPON (Gigabit-capable Passive Optical Network).

Le soluzioni punto-punto, generalmente più costose, necessitano di una fibra ottica per ciascun cliente mentre con la tecnologia GPON è possibile utilizzare la stessa fibra per servire i servizi di accesso alla banda ultra-larga a più clienti in contemporanea. La soluzione GPON consente, quindi, di ottimizzare al meglio tutto il sistema di infrastrutture, riducendo scavi, ingombri e consumi energetici. 

In sostanza, quindi, la stessa fibra viene utilizzata per collegare un gran numero di utenze costituendo, quindi, un vero e proprio albero che garantisce, come visto in precedenza, un gran numero di vantaggi senza andare a inficiare sull’effettiva qualità del servizio.
Confronta le migliori tariffe ADSL e fibra ottica

Di norma, le soluzioni GPON presentano un fattore di splitting pari a 1:64. Tale dato implica che alla singola centrale sono collegati sino a 64 utenze differenti che vanno a costituire l’albero GPON. Dal punto di vista tecnico, è possibile realizzare anche architetture GPON con fattore di splitting 1:128 anche se a livello internazionale le più utilizzate sono quelle viste in precedenza.

La condivisione della portante tra gli utenti consente di minimizzare l’utilizzo della fibra ottica e, quindi, porta con sé enormi vantaggi in termini infrastrutturali e un netto calo dei costi di installazione, gestione e manutenzione dell’intera rete per il distributore dei servizi. I sistemi di tipo GPON punto-multipunto presentano una velocità di linea pari a 2.488 Gbps in downstream e di 1.244 Gbps in upstream per albero. 
Scopri le offerte per smartphone più convenienti

I sistemi GPON garantiscono una distribuzione dinamica e flessibile della banda tra gli utenti collegati dall’albero che permette, quindi, una gestione ottimale delle risorse. A conti fatti, quindi, tutti gli utenti collegati alla singola portante potranno accedere, a seconda delle condizioni, sia all’intera capacità della rete sia ad una quota minima di banda, quando vi sono più utenti collegati, che risulterà anche superiore ai 100 Mega.

La tecnologia GPON garantisce una drastica crescita delle reti in fibra FTTH e, quindi, delle velocità di connessione in Italia. Con questa tecnologia è possibile portare la fibra sino ad una distanza maggiore dalla centrale (20-30 chilometri), garantendo una crescita della rete infrastrutturale con i numerosi vantaggi legati al risparmio energetico e alla maggiore semplicità di installazione e gestione.

Fibra ottica in Italia: le offerte presenti sul mercato

La fibra ottica, sia di tipo FTTH che di tipo FTTC, è in costante crescita sul mercato italiano e tutti i principali operatori offrono ai clienti residenziali tariffe che prevedono l’accesso alla banda ultra-larga. Ad esempio, Vodafone con la sua offerta IperFibra Family consente di navigare (per ora solo in un numero limitato di città) sino ad 1 Giga di velocità massima in download.

Da poco tale possibilità è stata introdotta anche da Infostrada con le sue offerte fibra. TIM offre la tariffa TIM Smart Fibra con connessioni sino a 300 Mega mentre Fastweb presenta le sue offerte per la banda larga con velocità massima sino a 200 Mega. In entrambi i casi è comunque in arrivo l’upgrade alla fibra da 1 Giga.

Commenti Facebook: