Cessione del Quinto, tutto ciò che devi sapere

Continuano i decaloghi che Banca UniCredit, insieme a 12 Associazioni dei Consumatori, hanno redatto nell’ambito un accordo in materia di tutela del consumatore e l’innovazione sociale. Avevamo già pubblicato le 10 cose che si devono sapere sui prestiti personali; adesso, hanno lanciato un decalogo simile che riguarda, questa volta, la cessione del quinto. SosTariffe.it vi presenta un riassunto con le principali risposte sulla cessione del quinto.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

prestito personale

Grazie al contributo di Banca UniCredit e le 12 associazioni dei consumatori aderenti all’iniziativa (Adiconsum, Codacons, Federconsumatori, Lega Consumatori, Adoc, Cittadinanza Attiva, Casa del Consumatore, Assoutenti, Confconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori ) oggi gli italiani possono contare su un ottimo documento che riassume le cose più importanti che si devono sapere in materia di cessione del quinto.

SosTariffe.it vi presenta un riassunto del documento, con le principali domande e risposte:

Cos’è la Cessione del Quinto?

La Cessione del Quinto dello stipendio o della pensione (CQS) è una particolare forma di finanziamento a tasso fisso con rimborso a rate costanti collegata allo stipendio o alla pensione. Deve il suo nome allo stretto collegamento tra stipendio (o pensione) e modalità di rimborso del prestito. La rata, infatti, viene trattenuta ogni mese dalla busta paga (o dalla pensione) da parte del datore di lavoro (o dell’ente previdenziale nel caso della pensione) e corrisposta all’Istituto che ha erogato il prestito.

Chi può richiedere questo prestito?

La cessione del quinto dello stipendio può essere richiesta sia dai dipendenti pubblici e statali che dai dipendenti di aziende private, compresi i lavoratori “a termine” e quelli “parasubordinati”. Può altresì essere richiesto dai pensionati e in tal caso si parla di “cessione del quinto della pensione”.

Quanto costa la Cessione del Quinto?

Il consumatore ha diritto di ricevere, prima della conclusione del contratto, un foglio denominato “Informazioni Europee di base sul Credito ai Consumatori” che riporta tutte le informazioni sul finanziamento, dalle caratteristiche tecniche del prodotto ai suoi costi.

Si può recedere questo prestito?

Sì. Il diritto di recesso è la facoltà di “ripensamento” concessa al consumatore di interrompere il contratto di finanziamento senza il consenso della banca o dell’intermediario finanziario erogante. È senza penali e senza obbligo di fornire spiegazioni. Tale facoltà può essere esercitata entro e non oltre 14 giorni dalla firma del contratto, inviando all’ente erogante una comunicazione secondo quanto indicato nel contratto.

Continuate a leggere in maniera integrale il documento Decalogo UniCredit Cessione del Quinto.

Commenti Facebook: