Certificati bianchi: nuove linee guida per l’efficienza energetica

L’Autorità per l’energia elettrica ed il gas ha approvato nuove linee guida per i titoli ad efficienza energetica, conosciuti come certificati bianchi.

I certificati bianchi (CB) o Titoli di efficienza energetica (TEE) sono titoli emessi dal Gestore del Mercato Elettrico a fronte di risparmi energetici verificati e certificati dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas. Per ogni tonnellata di petrolio risparmiata (Tep) per ogni anni di durata dell’intervento, viene autorizzato un certificato bianco.

Con la recentissima delibera EEN 9/11 l’ Autorità detta le novità che regolano l’incentivazione per i progetti ad alta efficienza energetica; il testo è entrato in vigore lo scorso 1 novembre e sostituisce la vecchia normativa del 2003 ( n103/03).

Nel dettaglio:

  • è stato introdotto il coefficiente di durabilità (tau) che permette di riconoscere maggiori TEE a progetti con risparmio “a lunga durata”e che verrà applicato anche ai progetti presentati negli anni passati e ancora attivi;
  • è ridotta la soglia minima dei progetti, cioè significa facilitare che anche progetti di taglia inferiore al minimo fin’ora richiesto possano presentare domanda. Il beneficio sarà evidente per le aziende con energy manager o interventi in progetto di piccole dimensioni;
  • è stato innalzato a 180 giorni il tetto entro cui presentare un progetto

Infine L’Autorità ha introdotto un premio del 2% dedicato ai risparmi energetici accompagnati da campagne di informazione “finalizzate non alla mera promozione dell’intervento stesso, bensì ad informare i clienti partecipanti sulle corrette modalità di utilizzo degli apparecchi e dispositivi”.

Commenti Facebook: