Cda Telecom, si raffredda l’interesse per Metroweb

Stop da parte del consiglio di amministrazione di Telecom Italia all’interesse della società per Metroweb. Il dossier relativo è stato infatti accantonato all’unanimità nella giornata di ieri, come racconta Il Sole 24 Ore, mettendo così la parola fine – almeno per il momento – a uno dei più chiacchierati progetti di joint venture tra pubblico e privato per la banda larga.

Metroweb copia
Decisivo l'incontro tra l'ad Patuano e Franco Bassanini, presidente di Cdp

A fine settembre dell’anno scorso, il cda aveva dato mandato al management di Telecom Italia per esplorare l’eventualità di acquisire Metroweb e la sua fibra ottica. La società fa capo al fondo F2i ma la possibilità di un’acquisizione si è arenata contro un ostacolo rivelatosi esiziale, il controllo della nuova società.

Da una parte Telecom mirava a ottenere la maggioranza, dall’altra sia F2i che gli altri operatori della rete italiana – ad esempio Vodafone – non vedevano di buon occhio questa operazione proponendo anche l’ipotesi di una “soluzione condominio” o di un arrivo solo graduale, con aumenti contestuali agli investimenti, alla quota del 51%. Un’ipotesi, quest’ultima, che avrebbe avuto anche il problema dell’Antitrust, impossibilitata a esaminare un controllo che di fatto si sarebbe realizzato solo dal 2020.
Scopri Internet Senza Limiti
Decisivo si è rivelato l’incontro di mercoledì scorso tra l’amministratore delegato di Telecom Italia Marco Patuano e il presidente di Cdp Franco Bassanini, dove le posizioni emerse si sono rivelate ancora troppo distanti.

Commenti Facebook: