Cavo DVI, tipologie e funzionamento

A cosa serve un cavo DVI? A trasferire il segnale video da un apparecchio ad un altro. Il caso più frequente potrebbe essere ad esempio la connessione di un videoproiettore con il pc. Ma non solo. E’ possibile infatti realizzare molti altri collegamenti permettendo di godervi contenuti video in tv partendo da una sorgente diversa come un notebook. E ancora molto altro. Vediamo quali tipi esistono e come funzionano questi cavi.

dvi
Collega pc e tv con un cavo DVI. E' un gioco da ragazzi

Il suo significato è Digital Visual Interface e si tratta appunto di un’interfaccia che si occupa di permettere il trasferimento di un segnale video da una periferica ad un’altra. La porta DVI è ospitata in tutte le schede video moderne. Il segnale trasportato è di alta qualità e quindi ottimo per essere sfruttato ad esempio con Tv che supportano l’HD.

Perché usare un cavo DVI?

Usare un cavo DVI è molto comodo per poter vedere la tv streaming sulla Tv. Se siete abbonati ad uno dei tanti servizi che permette di vedere il meglio della televisione su pc o altri dispositivi connessi ad internet potreste desiderare di vedere i video su uno schermo più grande. Ecco che il DVI può fare al caso vostro. Il costo non è elevato e online è facile trovare molte offerte. Eccone alcune:

Dual Link, che cos’è?

Tra i tipi di cavi DVI se ne distinguono alcuni in grado di supportare due canali di trasferimento del segnale. Un’interfaccia digitale DVI-D Dual Link affianca al canale utilizzato dall’interfaccia Single Link un ulteriore canale dati. Il maggior vantaggio è che è possibile trasferire così il doppio dei dati e quindi aumentare ancora più la qualità.

Nello specifico il secondo canale è usato per:

  • raddoppiare la risoluzione 2895 × 1882 con un “aspect ratio” di 16:10 a 60 Hz oppure 2707 × 2030 con un aspect ratio di 4:3. MA si può arrivare anche ad una risoluzione di 2560 × 1600  con un aspect ratio di 16:10.
  • aumentare la profondità di colore. Nell’interfaccia Single Link è di 8 bpp, con il secondo canale può arrivare a 16 bpp.

Un cavo che supporti il dual link non costa molto. Online lo si trova meno di 10 euro. Eccone un esempio:

Distinzioni dello stesso standard

Lo standard DVI ha alcune varianti a seconda del tipo di segnale supportato e la qualità. Tra questi si contano:

DVI-I, supporta sia il segnale analogico che quello digitale;

DVI-D, in grado di supportare esclusivamente il segnale digitale;

DVI-A, supporta solo il segnale analogico (qualità e risoluzione massima sono le stesse del VGA ovvero al massimo 1600 × 1200 per monitor LCD e 2048 × 1536 per monitor CRT.

La lunghezza massima supportata è di 10-15 metri. Se si eccede in lunghezza la qualità del video cala. E’ possibile collegare un’uscita DVI ad un ingresso VGA usando un cavo apposito o un adattatore, poiché DVI-I e DVI-A inviano segnali analogici. Ecco un esempio di un adattatore economico che può tornare utile:

Come visto i costi per effettuare i collegamenti sono molto limitati. Una volta accertato che il vostro dispositivo sia in grado di supportare questo tipo di collegamento potrete godervi comodamente la visione di un video sia dal dispositivo collegato alla rete, come ad esempio il pc, come dalla Tv.

Tra i tanti servizi di streaming tra cui poter scegliere, i più noti sono probabilmente Now Tv  e Mediaset Premium Online. Entrambi hanno prezzi che partono da meno di 10 euro al mese e contemplano anche video in HD.

Cinema in HD con Premium Online

Commenti Facebook: