Carta verde assicurazione: cosa cambia da luglio 2020

Vi state preparando per le vacanze in questa estate molto particolare e preferite viaggiare in macchina per ridurre il rischio contagio su aerei, treni o autobus? C’è qualche novità da non trascurare per quanto riguarda la Carta Verde per l’assicurazione auto, ecco cosa cambia dal 1° Luglio 2020 per chi vuole andare all’estero con la propria vettura. Una guida completa con costi e modifiche introdotte dall’UCI

Tutte le novità sulla Carta Verde auto

Si stanno avvicinando le ferie estive e avete dovuto riprogettare il vostro viaggio, i biglietti aerei prenotati sono stati cancellati o voi non ve la sentite di utilizzare i mezzi condivisi per paura del Covi-19 e avete quindi deciso di spostarvi in auto. Per poter viaggiare tranquilli all’estero con la vostra macchina dovete ricordarvi di munirvi di Carta Verde, questo documento non è altro che il certificato internazionale di assicurazione per il vostro veicolo. Ed è necessario per poter entrare e circolare in diversi paesi stranieri.

Carta Verde, quando è obbligatorio presentarla

Si tratta infatti di un attestato che vi permette di dimostrare che la vostra vettura è coperta da un’assicurazione auto e di responsabilità civile secondo le normative italiane. In passato era un documento obbligatorio e che serviva per ogni spostamento all’estero, anche nei paesi europei. Oggi se non provvedete alla richiesta e alla stampa della Carta Verde prima di partire dovrete acquistarla alla frontiera della nazione in cui volete entrate. La polizza temporanea è obbligatoria per poter visitare diversi paesi:

  • Bosnia ed Erzegovina
  • Macedonia
  • Montenegro
  • Russia
  • Moldavia
  • Ucraina
  • Bielorussia
  • Turchia
  • Tunisia
  • Israele
  • Iran

Questo documento viene rilasciato dall’Ufficio nazionale di assicurazione del luogo in cui è stato immatricolato il veicolo, quindi dall’UCI italiano se l’auto è stata immatricolata nel nostro Paese. Per poter ottenere la Carta Verde l’assicurato dovrà semplicemente richiederla alla società con cui ha stipulato la polizza auto.

Costi del documento internazionale

Il costo di questo certificato dipende dal vostro assicuratore, ma in genere non è molto più alto di 5 euro e vi copre fino alla scadenza della vostra polizza auto. Se invece ve lo fate alla frontiera, la spesa potrebbe essere anche raddoppiata o triplicata (15/20 euro) e sarà un’assicurazione temporanea di una quindicina di giorni. Per poter ricevere la propria Carta Verde occorrono circa una decina di giorni, ricordatevi quindi richiederla per tempo prima di partire.

Se non presentate la Carta Verde dovrete sottoscrive una polizza di frontiera, questa assicurazione avrà un massimale garantito in caso di sinistro che sarà pari a “quello in vigore alla data del sinistro nel Paese di accadimento dell’incidente”. Mentre con il documento internazionale le condizioni di polizza saranno quelle fornite dal vostro assicuratore, con questa polizza non sarete coperti per i danni propri o al mezzo, né per danni ai beni trasportati. Saranno escluse tutte le forme di garanzia accessoria come: lesioni al conducente,  furti, vandalismo, eventi catastrofici, ecc. Le uniche garanzie contemplate dalla polizza di frontiera sono quelle dell’rc auto base.

La Carta Verde non viene richiesta per viaggiare nei paesi dell’Unione Europea, in Svizzera e poi in:

  • Serbia
  • Norvegia
  • Andorra
  • Islanda
  • Liechtenstein
  • Città del Vaticano
  • Repubblica di San Marino
  • Principato di Monaco

Cosa succede in caso di incidenti con cittadini stranieri

La Carta Verde è un documento utile anche se siete in Italia e vi capita di fare un sinistro con un cittadino straniero. L’obbligo di possedere una Carta Verde vale anche per i cittadini esteri che entrano in Italia. Durante la constatazione dei danni chiedete alla controparte di mostrarvi il certificato di assicurazione internazionale. L’obbligo della Carta Verde, come detto, vale solo se non si è cittadini europei o di uno degli altri Stati elencati.

Le compagnie assicuratrici in ogni consigliano di stipulare la Tutela legale per potersi proteggere in questi casi. Questa garanzia accessoria è differente da polizza a polizza, ma in sostanza vi garantisce il supporto e l’assistenza di un avvocato che vi aiuti a compilare documenti in caso di sinistri e la copertura delle spese legali necessarie in caso di risarcimento per danni subiti. La Tutela legale può essere anche un’opzione da considerare per i vostri viaggi all’estero perché se venite coinvolti in sinistri (di cui siete vittima e non responsabile) avrete diritto alla difesa penale, sia che siate il conducente di un veicolo, un pedone o che foste in bicicletta.

Quando scade la Carta Verde

La Carta Verde deve essere presentata solo se espressamente richiesta durante i normali controlli alla frontiera o di polizia. Si potrebbero avere dei problemi se la data di scadenza del documento coincide con il periodo che passate nel Paese straniero. Come fate a sapere quale sia il periodo di validità della Carta Verde? È presto detto, coincide con la scadenza della polizza auto.

Ci possono essere Paesi stranieri in cui la Carta Verde non è accettata oppure il vostro assicuratore non vi copre per quella specifica nazione. È sempre meglio quindi richiedere per tempo le informazioni necessarie ed eventualmente integrare la propria rc auto con le dovute garanzie accessorie.

La Carta Verde non è altro che un certificato cartaceo stampato fronte e retro a colori. Non ha neanche una dimensione specifica, gli assicuratori possono fornire Carte di formati A4 da piegare in due per rendere visibile fronte retro il documento, oppure con formati più piccoli già predisposti con f/r.

I dati del certificato

Questo documento indispensabile per poter visitare il Paese da voi scelto quali dati deve contenere. Dovendo fornire i riferimenti necessari per attestare che il vostro veicolo è coperto da assicurazione auto, vi saranno inseriti:

  • dati dell’assicurato
  • data di validità della polizza auto
  • codice del Paese nel quale è stata emessa l’rc auto
  • codice Identificativo della compagnia assicuratrice
  • numero dell’assicurazione
  • dati della compagnia che rilascia la Carta Verde
  • targa e tipologia dell’auto
  • elenco Paesi in cui è obbligatorio avere la Carta Verde
  • firma dell’amministratore delegato che autorizza il rilascio del documento

Le novità del 2020

Dal 1 ° Luglio 2020 sono state introdotte delle novità importanti per gli automobilisti. L’Ufficio centrale italiano (UCI) ha infatti comunicato alle autorità e alle compagnie assicuratrici attive in Italia che ha deciso di aderire al nuovo modello di Carta Verde.

Questo annuncio implica che il documento sarà modificato e le nuove caratteristiche permetteranno una semplificazione di stampa e di utilizzo della Carta. I nuovi certificati non saranno più verdi ma saranno prodotti in bianco e nero e non sarà neanche più obbligatoria la versione fronte e retro (di cui uno solo dei lati era valido).

Questo passo, che a moti potrà sembra un cambiamento di poco valore, in realtà è un importante modifica che condurrà nei prossimi anni alla dematerializzazione della Carta Verde. La comodità per i clienti sarà di poter ristampare il documento da una qualsiasi stampante senza dover richiedere la copia originale.

Secondo le nuove disposizioni dell’UCI gli assicuratori potranno inviare la nuova Carta Verde via mail ai clienti che lo richiedono. Il fatto di poter poi ristampare la propria copia se si dovesse perdere la precedente implica un risparmio di tempo e di soldi per i clienti.

Resta ancora in vigore l’obbligo di stampare la Carta Verde per poterla presentare in caso di controlli. I nuovi documenti saranno consegnati con le modalità descritte a chi ha stipulato una polizza dal 1° Luglio 2020, per chi invece ha rc auto che scadranno entro Giugno 2021 saranno valide le Carte Verde di vecchio tipo se già emesse. Oppure se si richiederà il certificato da Luglio 2020 sarà fornito il nuovo documento. In ogni caso se dovete partire a breve per uno dei Paesi in cui è necessario presentare la Carta Verde ricordatevi che in media ci voglio una decina di giorni per ottenere il certificato.

Come trovare le migliori assicurazioni auto

Se la vostra assicurazione non fornisce la copertura della Carta Verde nel Paese in cui avete deciso di trascorrere le vacanze niente panico. Utilizzate il comparatore di SosTariffe.it e scoprite quali sono le migliori condizioni delle garanzie accessorie fornite dal vostro assicuratore e analizzate le offerte rc auto più convenienti per il vostro veicolo. Lo strumento confronterà per voi le polizze proposte e vi fornirà uno schema della principali opzioni incluse nel contratto.

La comparazione online è molto vantaggiosa e permette in pochi secondi di visualizzare le assicurazioni auto proposte dalle maggiori compagnie tradizionali e online. I clienti dovranno fornire una sola volta i propri dati personali e del veicolo e potranno anche avere una stima dei costi reali della polizza, sia con la sola rc auto che con eventuali garanzie accessorie.

Scopri le assicurazioni auto più convenienti

Commenti Facebook: