Carta revolving: cos’è e come funziona

La carta revolving è una particolare carta di credito indicata per gli utenti che desiderano rateizzare le proprie spese. Si tratta di una soluzione sempre più richiesta sul mercato che offre diversi vantaggi e, nello stesso tempo, spese extra ai clienti degli Istituti di credito che concedono questo tipo di carte. Vediamo cos’è e come funziona una carta revolving. 

Si tratta di una soluzione per chi vuole rateizzare le proprie spese

Sempre più richiesta dagli utenti, la carta revolving è una particolare carta di credito emessa da numerosi istituti di credito che si caratterizza per la possibilità di rateizzare i costi sostenuti durante un determinato periodo di tempo. E’ sempre presente un tetto massimo di spesa, stabilito dall’istituto di credito al momento del rilascio della carta.

La possibilità di pagare a rate utilizzando la carta revolving comporta, naturalmente, il versamento di interessi al proprio istituto che, di fatto, vanno ad incrementare la spesa effettuata dall’utente. In diversi casi, gli interessi correlati all’utilizzo di carte revolving possono essere decisamente alti e prima di optare per questa soluzione di pagamento è opportuno valutare tutti i dettagli con attenzione.

Confronta le Carte di Credito più convenienti

Le rate sono comunque flessibili ma è previsto un importo minimo, incrementabile dall’utente, da rimborsare mensilmente che, di norma, è pari ad almeno il 3-5% della linea di credito concessa. A differenza dei finanziamenti, che hanno una durata predetermina, il pagamento con carta revolving può prevedere una ricostituzione continua del credito. E’, inoltre, possibile saldare tutto l’importo dovuto in un’unica soluzione.

In sostanza, quando si utilizza una carta revolving per effettuare un acquisto, l’importo complessivo non viene addebitato tutto in una volta sul conto corrente dell’utente ma in rate mensili, con interessi inclusi. Si tratta, quindi, di una forma di pagamento decisamente comoda quando si deve affrontare una spesa e si vuole optare per un comodo pagamento rateale.
Scopri i migliori conti corrente disponibili

Il pagamento rateale della cifra pagata utilizzando la carta revolving è considerabile come un vero e proprio prestito da parte dell’istituto di credito che ha emesso la carta in questione. Quando il cliente richiede l’emissione della carta revolving, quindi, dovrà presentare tutte le garanzie che, di norma, vengono richieste al momento della concessione di un prestito (documenti di identità e ultima busta paga).

 

Commenti Facebook: