Carrefour Uno Mobile: strategia, tariffe e curiosità

Carrefour Uno Mobile è uno dei principali operatori mobili virtuali presenti nel panorama italiano delle telecomunicazioni. Si possono ottenere numerosi vantaggi sfruttando la possibilità di fare spesa da Carrefour e ricevere traffico telefonico in omaggio. Ecco una visione approfondita a 360° con Antonio Cortina, Direttore Generale di Carrefour Italia Mobile.

Uno Mobile: chi è, com’è nata e perché

Carrefour Uno Mobile è l’operatore mobile virtuale del gruppo Carrefour, tra i primissimi operatori virtuali a lanciare il servizio in Italia. Abbiamo appena traguardato il terzo anno dal lancio del servizio che è avvenuto nel giugno 2007.
Un operatore mobile virtuale, per chi ancora non lo sapesse, fornisce servizi di comunicazione mobile non appoggiandosi ad una propria rete ma utilizzando una rete di uno dei provider tradizionali: nella fattispecie abbiamo stretto un accordo di partnership con Vodafone, per cui garantiamo gli stessi livelli di servizio e di copertura garantiti dalla rete Vodafone, coprendo più del 99% della popolazione italiana. All’interno del modello degli operatori mobili virtuali, abbiamo scelto di utilizzare un modello di tipo advanced ISP perchè ci consente di utilizzare la rete per l’infrastruttura di accesso e di sviluppare direttamente i servizi di assistenza clienti, fatturazione e billing e di fornitura di tutti i servizi a valore aggiunto.

Clienti Uno Mobile

Come dicevo in precedenza, Carrefour Uno Mobile ha appena traguardato il terzo anno dal lancio del servizio avvenuto nel giugno 2007 e abbiamo raggiunto e superato i 200.000 clienti attivati e deteniamo in questo momento la terza posizione in termini di market share sul mercato.

Strategia Uno Mobile

I nostri clienti sono ovviamente i clienti che fanno la spesa all’interno dei punti vendita del gruppo Carrefour e ci tengo a sottolineare anche il fatto che abbiamo intercettato anche una una buona fetta dei clienti residenti in Italia della comunità cubana perchè abbiamo un’ottima tariffa per chiamare dall’Italia a Cuba a 0,98 euro al minuto senza scatto alla risposta.
La comunità etnica è sicuramente un ambito molto interessante per la sua natura intrinseca di essere una community e di avere un grado molto elevato di fedeltà: è sicuramente una comunità che va monitorata con notevole interesse anche nell’immdediato futuro.

Vantaggi Uno Mobile

Il servizio di telefonia di Carrefour Uno Mobile nasce per l’esigenza di diversificare e ampliare l’offerta e la disponibilità di servizi all’interno del punto vendita. La telefonia, infatti, risulta essere un ulteriore strumento di fidelizzazione per il cliente che fa la spesa all’interno del punto Carrefour: pertanto la strategia di Carrefour Uno Mobile è quella di favorire sempre di più una sempre maggiore integrazione con la grande distribuzione e di aumentare la sinergia con il mondo della carta fedeltà.

Come dicevo in precedenza l’offerta di Carrefour Uno Mobile si basa su una sempre maggiore integrazione con il mondo della carta loyalty: in particolare il nostro paradigma di comunicazione è quello per cui il cliente che fa la spesa all’interno del punto vendita si ripaga il proprio conto telefonico, facendo leva su una sorta di meccanismo virtuoso per cui facendo spesa all’interno del punto vendita si accumulano punti sulla propria carta fedeltà che possono essere convertiti in credito telefonico e in maniera del tutto speculare, acquistando ricariche o prodotti Carrefour Uno Mobile il cliente ottiene punti extra sulla propria carta fedeltà.

Alcuni esempi: con 1000 punti della carta fedeltà Spesamica si può acquistare un bene a catalogo o convertirli in voucher spesa da 10 euro. Con Carrefour Uno Mobile il vantaggio è ulteriore perchè perchè si ottiene una ricarica da 12 euro. In maniera del tutto paritetica, acquistando ricariche Carrefour Uno Mobile si hanno dei fattori di moltiplicazione maggiori, ottenendo più punti extra. Da un paio di mesi abbiamo lanciato una promozione che tende ad ampliare il legame che esiste tra consumo di traffico telefonico con l’accumulo di punti Spesamica per cui il cliente, per ogni euro di traffico speso sulla propria carta telefonica, ottiene ben 10 punti Spesamica con un fattore di moltiplicazione 10 volte superiore a quello tradizionale. Ovviamente, insieme alle promo che mirano ad integrare il mondo della telefonia con il quello della carta fedeltà, abbiamo anche dei piani tariffari che consentono di chiamare a prezzi molto convenienti sia verso l’Italia che verso l’estero.

Tariffe Uno Mobile e sinergia con i supermercati

Il primo piano tariffario si chiama Uno Mobile Senza Scatto ed è focalizzato per i clienti che fanno chiamate brevi: infatti ha una tariffazione a 18 centesimi al minuto senza scatto alla risposta. Il secondo piano tariffario, che abbiamo lanciato circa un anno fa, è più focalizzato per i clienti che amano conversare a lungo: si chiama Uno Mobile 9 e ha un costo di 9 centesimi al minuto con scatto alla risposta di 16 centesimi. Questi piani tariffari mirano a coprire le diverse tipologie di utenze che fanno parte del nostro portafoglio.

Integrazione Uno Mobile con i servizi di carte fedeltà

L’obiettivo di Carrefour Uno Mobile è ovviamente quello di perseguire sempre una maggiore integrazione con la grande distribuzione, con i prodotti a marchio che si stanno estendendo nei tre formati del gruppo Carrefour (sui supermercati, ipermercati e i negozi di prossimità) e ovviamente aumentare la sinergia con il mondo della carta fedeltà.
In questo momento stiamo utilizzando in maniera massiva gli strumenti di comunicazione del mondo della carta loyalty per comunicare le nostre promo tramite lo scontrino, il CRM e il direct mailing. L’obiettivo è quello di cercare di incrementare la percentuale di sovrapposizione tra i clienti Carrefour Uno Mobile e i clienti appartenenti al programma della carta fedeltà. Dall’altra parte si sta lavorando molto per un’integrazione a livello sistemico tra la telefonia e i sistemi di carta fedeltà. Una volta raggiunti questi due obiettivi c’è ovviamente un interesse a cercare di sviluppare degli applicativi ad hoc sulla carta SIM che consentiranno al cliente di verificare gli orari di apertura dei negozi, verificare le promo attualmente in corso e anche poter ottenere degli specifici buoni sconto barcode che possono essere utilizzati in cassa per aderire a determinate promozioni.

Internet Mobile, tariffe Uno Mobile

Quando siamo partiti nel giugno 2007 la nostra idea e il nostro focus era ovviamente l’offerta di servizi voce e sms perchè la nostra tipologia di utenza era fondamentalmente interessanta a questi servizi: consideriamo che il nostro target di clientela sono le persone che fanno la spesa all’interno della grande distribuzione. Adesso, con lo spostamento dei servizi verso il mondo dati, stiamo pensando anche noi di introdurre un’offerta dati che speriamo di lanciare nei prossimi mesi con un focus maggiore verso il mondo delle chiavette internet per l’accesso veloce ai dati. Questo risulta un ambito molto interessante visto che ormai il prezzo di accesso in modalità mobile è diventato praticamente allineato al prezzo di accesso in modalità fissa tramite adsl. E’ quindi un mercato che sicuramtne va monitorato con attenzione e su cui stiamo investendo per poter partire nel piu breve tempo possibile.

Scenario competitivo in Italia: la visione di Antonio Cortina

Per quanto riguarda l’evoluzione del mercato mobile in Italia, sicuramente c’è un progressivo spostamento verso il mondo dati: questo è evidente perchè i margini sulla voce sono ormai ridotti e quindi tutti gli operatori mobili stanno spostandosi verso offerte di tipo dati e cercando anche di spingere molto (per chi può ovviamente) verso l’integrazione fisso mobile e sulla banda larga. La discussione che è in atto in questi giorni sulla next generation network sicuramente sarà un punto chiave, ritengo, per lo sviluppo in generale di questo Paese ma su cui si farà molta competizione nei prossimi anni.

Per quanto riguarda il mercato degli operatori mobili virtuali, ribadisco il fatto che in questo momento, pur essendo partiti da 3 anni, abbiamo ancora delle quote molto basse (sotto al 3% come dicevo in precedenza) e quindi secondo me due sono le cose fondamentali che vanno messe in atto per cercare competere. Prima di tutto bisogna trovare delle applicazioni e dei servizi diciamo distintivi e specifici del proprio core business e questo sarà ovviamente l’unico modo per cercare di attrarre nuovi clienti.

Il secondo punto che io cerco di ribadire ad ogni tavolo ed è quello che d’ora in avanti occorrerà sempre di più un intervento da parte dell’Autorità Garante per le Comunicazioni per regolamentare anche il mercato degli operatori mobili virtuali. Noi in questo momento compriamo traffico all’ingrosso e lo rivendiamo con margini di manovra limitati e quindi per competere con operatori di grosse dimensioni, abbiamo anche noi bisogno di una regolamentazione.

Commenti Facebook: