Caro bollette: si avvicina l'introduzione del tetto al prezzo del gas

Per contrastare l'emergenza energetica in corso ed il caro bollette sono necessari interventi significativi. Le misure stabilite dal Governo italiano hanno solo attenuato i rincari. Per alleggerire le spese per gli utenti finali, sia famiglie che imprese, è necessario un intervento ancora più significativo. In Europa, in queste settimane, cresce il sostegno alla definizione di un tetto al prezzo del gas (all'ingrosso) che dovrebbe ridurre il prezzo dell'energia al dettaglio. Ecco gli ultimi aggiornamenti sulla questione:

Caro bollette: si avvicina l'introduzione del tetto al prezzo del gas

Il caro bollette è legato a doppio filo all’incremento delle quotazioni delle materie prime energetiche e, in particolare, del gas naturale. Nel corso del mese di agosto, il prezzo all’ingrosso del gas naturale ha raggiunto picchi record, evidenziando l’instabilità dell’intero settore ed anticipando possibili rincari significativi per gli utenti finali. Il tetto al prezzo del gas diventa, quindi, una necessità e, in questi giorni, trova un numero sempre maggiore di sostenitori in Europa.

Il tetto al prezzo del gas sta per diventare realtà in Europa

Crescono i sostenitori del tetto al prezzo del gas in Europa, una delle misure su cui si sta lavorando per contrastare l’emergenza in corso e il caro bollette. Oltre alla riduzione dei consumi, infatti, è necessario limitare il costo del gas all’ingrosso per poter alleggerire la spesa energetica per gli utenti finali. Nel corso delle ultime settimane, la misura che prevede l’introduzione di un “price cap” sul gas trova nuovi sostenitori.

La conferma arriva da Pascual Navarro Rios, segretario di Stato per gli Affari europei spagnolo, che sottolinea: “Un tetto del prezzo al gas va affrontato lo capiscono. Ridurre le importazioni, il consumo e il prezzo del gas è assolutamente necessario. Bisogna continuare la politica di sostituzione dei combustibili fossili con le rinnovabili. Credo che si vada aprendo un consenso: alcuni Paesi, che sono molto dipendenti, quasi al 100%, dal gas hanno alcune difficoltà pratiche, ma credo che si vada formando davvero un consenso su questa serie di misure”

In Spagna e in Portogallo, ricordiamo, è già attivo un tetto al prezzo del gas (grazie ad una speciale deroga stabilita dall’UE). L’esperimento sta dando frutti positivi e potrebbe essere esteso a tutti i Paesi UE. Nei giorni scorsi, anche il Ministro della transizione energetica, Cingolani, ha sottolineato la necessità di introdurre “Subito un tetto Ue al prezzo” evidenziando come “l’Italia andrà avanti da sola” nel caso non si individuasse una normativa comunitaria sulla questione.

Entro la fine del mese di settembre o, al massimo, nel corso del mese di ottobre potrebbero arrivare importanti novità sulla questione. Il tetto al prezzo del gas sta per diventare un nuovo riferimento del mercato energetico europeo, contribuendo ad aiutare le famiglie e le imprese a superare la crisi del caro energia.

Le misure del Governo per contrastare il caro bollette

LE MISURE CONTRO IL CARO ENERGIA IN ITALIA PER IL 2022
Azzeramento oneri di sistema per luce e gas
Potenziamento Bonus Luce e Gas
Taglio dell’IVA sul gas al 5%
Blocco modifiche unilaterali (fino ad aprile 2023)

In attesa di un provvedimento comunitario come quello del price cap sul gas, in Italia sono già attive una serie di misure di sostegno alle famiglie per contrastare il caro bollette. Con i recenti provvedimenti del Governo (Decreto Aiuti Bis e Ter) è stato prorogato fino alla fine del 2022 l‘azzeramento degli oneri di sistema per luce e gas. Da notare che è arrivato anche il taglio dell’IVA sul gas che, fino alla fine dell’anno in corso, continuerà ad essere fissata al 5%.

Confermato anche il potenziamento dei Bonus Luce e Gas che registrano anche un incremento del tetto ISEE per l’accesso (portato da 12 mila euro a 15 mila euro fino alla fine dell’anno in corso). I bonus saranno potenziati con uno sconto integrativo. Fino al prossimo mese di aprile, inoltre, è stato introdotto il blocco alle modifiche unilaterali dei contratti da parte dei fornitori che non potranno incrementare i prezzi con rimodulazioni delle condizioni tariffarie delle offerte già attive.

Come tagliare le bollette di luce e gas subito con le offerte del Mercato Libero

Ricordiamo che, per le famiglie, c’è la possibilità di tagliare le bollette di luce e gas andando a ridurre il costo dell’energia grazie alle migliori offerte del Mercato Libero. Per individuare le tariffe più convenienti in questo momento è possibile affidarsi al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, disponibile al link qui di sotto.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

Scegliere l’offerta giusta è semplice. Basta indicare una stima del proprio consumo annuo (il dato è disponibile nell’ultima bolletta) per accedere ad un elenco aggiornato delle tariffe più convenienti da attivare direttamente online, raggiungendo il sito del fornitore. Per assistenza nella scelta e nell’attivazione è, inoltre, possibile affidarsi al servizio di consulenza di SOStariffe.it, disponibile al numero 02 5005 111. Il servizio è completamente gratuito e senza impegno.