Caro bollette 2022: come frenare gli aumenti luce e gas

Per contrastare gli aumenti per le bollette di luce e gas in arrivo dal 1° gennaio 2022 è necessario agire subito. I consumatori, infatti, hanno la possibilità di accedere a condizioni tariffarie più convenienti andando, in questo modo, a ridurre le spese per le forniture. Per frenare gli aumenti è, quindi, fondamentale puntare sulle migliori offerte luce e gas del Mercato Libero assicurandosi la possibilità di sfruttare condizioni tariffarie più vantaggiose per le proprie forniture. Ecco come fare.

Caro bollette 2022: come frenare gli aumenti luce e gas

Dal prossimo mese di gennaio 2022 si registrerà un rincaro del costo dell’energia elettrica e del gas naturale. Tali aumenti si tradurranno in un forte incremento per le bollette. Come confermano le recenti stime diffuse in questi giorni, dal 2022 le bollette raggiungeranno importi molto più elevati. Il rincaro riguarderà, in particolare, i clienti del servizio di Maggior Tutela dove le condizioni tariffarie vengono stabilite da ARERA ed aggiornate ogni trimestre.

Anche per chi è nel Mercato Libero sono previsti rincari. In questo caso, però, gli aumenti saranno inferiori soprattutto per chi ha attivato una tariffa con prezzo bloccato. Scegliendo questo tipo di offerta, infatti, gli aumenti previsti per le bollette riguarderanno tutte le altre componenti delle fatture mentre il prezzo dell’energia effettivamente consumata (corrispondente alla voce Spesa per la materia energia / gas naturale) non subirà modifiche.

Per contrastare gli aumenti, quindi, i consumatori hanno la possibilità di attivare le migliori tariffe luce e gas disponibili sul Mercato Libero. In questo modo, infatti, è possibile assicurarsi condizioni tariffarie più convenienti e ridurre al minimo la spesa per le bollette energetiche. Il risparmio rispetto al mercato tutelato sarà notevole e, scegliendo tariffe a prezzo bloccato (per almeno un anno) sarà possibile beneficiare di una protezione sostanziale dai rincari.

Vediamo come fare, quindi, per individuare le migliori offerte del momento e frenare gli aumenti:

Come tagliare le bollette con le migliori offerte luce e gas del momento

Per tagliare le bollette è necessario ridurre il costo dell’energia utilizzata. Per raggiungere tale obiettivo bisogna scegliere con attenzione le tariffe luce e gas che regolano le proprie forniture. Restando nel mercato tutelato oppure attivando un’offerta sconveniente nel Mercato Libero, infatti, si rischia di dover fare i conti con un costo dell’energia molto elevato che si tradurrà in bollette elevate. Risparmiare è possibile.

Scegliendo le migliori offerte luce e gas del Mercato Libero, infatti, si ha la possibilità di accedere alle migliori condizioni tariffarie possibili e, in particolare, al prezzo più basso dell’energia. In questo momento, si può risparmiare andando a ridurre in modo significativo le bollette in confronto a quanto si registrerebbe restando nel mercato tutelato o attivando un’offerta sconveniente nel Mercato Libero.

La scelta delle tariffe più convenienti avviene tramite la comparazione online che consente di mettere a confronto tutte le offerte migliori del mercato ottenendo anche un netto risparmio in bolletta in tempi rapidi. Per individuare l’offerta migliore è possibile affidarsi al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, disponibile al link qui di sotto oppure tramite l’App di SOStariffe.it. Il comparatore, in modo completamente gratuito, consente di accedere alle tariffe più vantaggiose da attivare per tagliare la bolletta.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas »

È importante sottolineare, in ogni caso, che per utilizzare al meglio il comparatore è necessario indicare una stima del proprio consumo annuo di energia. Questo dato può essere recuperato:

  • consultando la sezione consumi dell’ultima bolletta inviata dal proprio fornitore
  • consultando l’area clienti o l’app del proprio fornitore (molti gestori mettono a disposizione degli strumenti online per monitorare i consumi)
  • utilizzando il tool integrato nel comparatore che permette di stimare i consumi per la propria fornitura

Per ottenere assistenza nell’individuazione dei consumi o anche nella scelta dell’offerta da attivare è possibile:

  • sfruttare il servizio gratuito e senza impegno Analisi della Bolletta, accessibile direttamente dal comparatore oppure dall’app di SOStariffe.it, che consente all’utente di inviare una copia digitale (o anche solo una fotografia) della bolletta al team di SOStariffe.it che si occuperà di individuare le offerte migliori in base al profilo di consumo dell’utente
  • chiamare al numero 02 5005 222 per parlare con un consulente di SOStariffe.it che, in modo gratuito e senza alcun impegno da parte dell’utente, offrirà tutte le informazioni utili per scegliere l’offerta più adatta in base al profilo di consumo

Quanto si risparmia con le migliori offerte luce e gas del Mercato Libero?

Il risparmio ottenibile con l’attivazione delle migliori tariffe disponibili sul Mercato Libero è collegato a svariati fattori. In primo luogo, dipende dal tipo di tariffa attualmente attiva. Da notare, inoltre, che il risparmio è anche collegato al consumo effettivo registrato dalla propria fornitura. Per questo motivo, è necessario valutare caso per caso l’effettiva convenienza garantita dalle offerte del Mercato Libero. In linea di massima, il risparmio è sempre molto elevato, soprattutto in questo momento in cui i costi dell’energia sono alle stelle.

Prendiamo, ad esempio, il caso della “famiglia tipo” (consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica e 1400 Smc di gas naturale). Con le condizioni tariffarie del mercato tutelato di dicembre 2021 (ricordiamo che sta epr arrivare un aggiornamento che porterà ad un ulteriore rincaro), questa famiglia registra una spesa annuale stimata di 805 euro per l’energia elettrica e 1505 euro per il gas naturale. Il dato rappresenta solo una stima in quanto con l’aggiornamento di inizio gennaio potrebbero aumentare ancora di più i costi.

La “famiglia tipo” che passa al Mercato Libero a dicembre 2021 può ridurre la spesa annuale stimata fino a 540 euro all’anno per l’energia elettrica e 1340 euro all’anno per il gas naturale scegliendo le tariffe più vantaggiose del momento. In sostanza, è possibile stimare un risparmio massimo di 265 euro per l’energia elettrica e 165 euro per il gas naturale. Complessivamente, per la “famiglia tipo” c’è la possibilità di ottenere un risparmio di 430 euro. 

Come si attiva una nuova tariffa luce o gas?

Dopo aver individuato la migliore tariffa da attivare, è possibile sottoscrivere il contratto raggiungendo, dal comparatore, il sito ufficiale del fornitore scelto e richiedendo l‘attivazione online. Si tratta di una procedura semplicissima. Bastano pochi minuti per completare la corretta sottoscrizione di un nuovo contratto di fornitura energetica. Terminata tale fase, l’utente dovrà solo attendere che il fornitore completi tutte le pratiche amministrative e tecniche per l’attivazione effettiva della fornitura. Serviranno alcune settimane.

Per completare l’attivazione di un nuovo contratto di luce e/o gas è necessario avere a disposizione:

  • i dati anagrafici dell’intestatario della fornitura ed il suo codice fiscale
  • i dati della fornitura e, in particolare, il codice POD per l’energia elettrica ed il codice PDR per il gas naturale (questi codici sono sempre riportati in bolletta)
  • i dati di pagamento; per impostare la domiciliazione servono le coordinate IBAN del conto corrente
  • i dati di contatto (numero di telefono cellulare e indirizzo e-mail)

Da notare che durante tutta la procedura che va dall’attivazione del contratto fino all’attivazione effettiva della fornitura è garantita la continuità dell’erogazione di energia e non è necessario sostituire il contatore. Il passaggio da un fornitore all’altro (dal mercato tutelato al libero oppure all’interno del mercato libero) avviene, di fatto, senza che l’utente finale debba effettuare alcuna operazione oltre alla semplice richiesta di attivazione.

Perché sono in arrivo nuovi aumenti su luce e gas e come risparmiare?

Il mercato energetico sta attraversando una fase molto delicata della storia recente. Il costo delle materie prime è alle stelle. Sia l’energia elettrica che il gas naturale (utilizzato per produrre energia elettrica) hanno raggiunto livelli da record storici per quanto riguarda le quotazioni sul mercato all’ingrosso. Questi rincari si riflettono sulle bollette dei consumatori finali (famiglie e imprese) che devono fare i conti con prezzi al dettaglio molto più alti del passato.

Gli aumenti verranno annunciati da ARERA, l’autorità italiana per l’energia, nel corso dei prossimi giorni e diventeranno effettivi da inizio gennaio. Le bollette luce e gas relative ai consumi di gennaio e dei mesi successivi, quindi, saranno più alte. Per risparmiare, come sottolineato in precedenza, è fondamentale attivare nuove tariffe luce e gas con un prezzo contenuto dell’energia. Non ci sono altri modi per poter evitare i rincari (al netto della sola possibilità di ridurre i consumi effettivi).

Ricordiamo che il Governo interverrà con un nuovo pacchetto di norme incluse nella manovra finanziaria per ridurre i rincari. Tali norme prevedono:

  • la possibilità di rateizzare in 10 mesi le bollette relative ai consumi di gennaio, febbraio, marzo e aprile
  • un potenziamento dell’importo del Bonus Elettrico e del Bonus Gas, le agevolazioni previste per le famiglie meno abbienti
  • un taglio dell’IVA sul gas che verrà portata al 5% come avvenuto nell’ultimo trimestre del 2021
  • una riduzione o un azzeramento degli oneri di sistema per luce e gas

Il pacchetto di misure del Governo verrà ufficializzato nel corso delle prossime ore o, al massimo, dei prossimi giorni. Ne sapremo di più molto presto.