Caro benzina: si temono i 2 euro al litro per Pasqua

Torna ancora una volta la paura dell’aumento della benzina oltre la soglia (non solo psicologica) dei 2 euro al litro: secondo gli ultimi dati di Quotidiano Energia, infatti, si registrano dei continui incrementi, che riguardano non solo il mercato italiano, ma di un trend a livello internazionale.

L’ultimo monitoraggio segnala una media nazionale di 1,9 euro al litro per la benzina verde e di 1,787 euro per il diesel. Aumento anche per il GPL, che si attesta ora a 0,891 euro. Il picco più alto dell’aumento è ancora una volta in Toscana, dove la verde ha toccato 1,986 euro al litro. Il massimo raggiunto dal diesel, invece, è al Sud Italia, dove si arriva a 1,825 euro. Si segnalano anche degli aumenti per quanto riguarda i distributori no logo.

Nonostante la tregua registrata ieri, c’è chi è convinto che entro Pasqua e Pasquetta si arrivi ancora una volta a 2 euro al litro per la benzina. La causa dell’aumento questa volta sarebbe legata all’andamento dei mercati e in particolare al cambio tra euro e dollaro, che sta frenando il relativo calo dei prezzi dei prodotti petroliferi.

Commenti Facebook: