Car sharing e car pooling: le nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Car sharing, car pooling e car sharing peer-to peer: si sente tanto parlare delle nuove forme di mobilità urbana ma non tutti conoscono le differenze tra le dicotomie. In questo articolo schiariremo le idee sulle innovative soluzioni di spostamento in città, amate sia dai pendolari che da chi ha l’esigenza di muoversi in centro con poche spese. Risparmio su carburante ed assicurazione, sono queste le principali finalità della “mobilità solidale”. In dettaglio l’approfondimento.

Risparmio su carburante ed assicurazione. Le soluzioni innovative di mobilità sostenibile

Il volante passa di mano in mano e le spese di carburante e di assicurazione si dividono. Le nuove soluzioni di mobilità sostenibile piacciono agli italiani (secondo il sondaggio di Linear sette intervistati su dieci le approvano) ed il successo di car sharing, car pooling e car sharing peer-to-peer è in crescita.

Quali sono le principali differenze fra i tre, diversi tipi di mobilità urbana? Vediamole.

La parola “car sharing”, deriva dall’inglese e significa condivisione dell’auto, o auto condivisa. Il servizio permette di prenotare una vettura prelevandola in un parcheggio, e restituendola nello stesso luogo al termine dell’utilizzo pagando il servizio. Il car sharing è una nuova forma di mobilità sostenibile, che solleva chi vi aderisce dalle spese di assicurazione e trasforma le stesse auto da beni, in servizi.

Nel car pooling invece, più persone viaggiano insieme sulla stessa vettura condividendo le spese di viaggio e di manutenzione. BlaBla Car ne è un esempio: il servizio è sul web e permette ad un automobilista di inserire il tragitto che percorrerà con la propria auto, e ad altri viaggiatori di ottenere un passaggio a spesa contenuta.

Variante del car sharing è ancora il  car sharing peer-to-peer, forma di mobilità sostenibile che permette l’uso condiviso di vetture da parte dei membri di una stessa comunità iscritta al servizio e si configura come una sorta di multiproprietà del veicolo: anche qui, le spese dell’assicurazione sono ammortizzate e ripartite nella comunità.

Per chi vuole rimanere fedele alla propria auto, ed è costretto ogni giorno a percorrere chilometri per recarsi a lavoro, c’è un’altra soluzione. Non tutte le assicurazioni sono costose come si crede e scegliendone una sul web è possibile trovare l’Rc auto più economica. Si potrà scegliere ad esempio una polizza chilometrica, e risparmiare notevolmente sul premio finale.

Trovare un’assicurazione su misura per le proprie tasche è semplicissimo: su SosTariffe.it si possono confrontare i prezzi di diverse assicurazioni in pochi minuti. Una volta scovata l’Rc auto più economica basta selezionarla e personalizzarla con le garanzie accessorie desiderate.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: