“Cantiere aperto” per un accordo tra Metroweb e Vodafone

Per il momento tramontata (o almeno così sembra, a giudicare da quanto dichiarato dai protagonisti) l’ipotesi di un ingresso di Telecom Italia in Metroweb, con il gruppo guidato da Marco Patuano che vorrebbe avere subito una posizione di maggioranza e F2i e Cdp molto più propense a una soluzione dove vadano di pari passo quote e investimenti effettivi, è ora il momento di Vodafone e Wind.

Metroweb copia
Alla società partecipata dovrebbe contribuire anche Wind

Secondo fonti vicine al dossier e raccolte dall’Adnkronos, non ci sarebbe ancora nulla di firmato tra Vodafone Italia e Metroweb ma i lavori per un accordo andrebbero avanti. Proseguono quindi le trattative tra Vodafone e le controllanti della società di fibra ottica, il cui fiore all’occhiello rimane l’eccellente cablatura di Milano.

La società partecipata dagli operatori (la “soluzione condominio” per la diffusione della banda larga che proprio non andrebbe giù a Telecom) vedrebbe la partecipazione anche di Wind, con i suoi 27mila chilometri di rete in fibra ottica.
Scopri le migliori offerte ADSL e fibra
Nella bozza di accordo sulla quale sono al lavoro i legali non ci sarebbero ancora cifre, ma per ora solo obiettivi e indicazioni di principio, secondo le fonti. L’ad di Vodafone Italia, Aldo Bisio, ha già espresso la sua volontà di partecipazione con aumenti di capitale nella nuova società, «in una partnership pubblico-privato, in cui nessun operatore, né noi né altri, dovrà avere la maggioranza, e con la presenza di un soggetto terzo, come la Cassa Depositi e Prestiti, in un ruolo di guida e garanzia».

Commenti Facebook: