Canone Rai: come pagare in ritardo?

Come la maggior parte degli italiani sa bene, ieri, martedì 31 gennaio 2012, era l’ultimo giorno per pagare il polemico Canone Rai 2012 senza penali. Da oggi in poi, tutti i possessori di un apparecchio televisivo che non hanno provveduto al pagamento del canone entro ieri dovranno sborsare una sovrattassa, che sarà più alta quanto maggiore sarà il ritardo del versamento.

Vediamo quindi qual’è la procedura che devono eseguire i contribuenti per pagare il Canone Rai in ritardo.

Quale sono i penali previsti?

Secondo quanto prevede il regolamento, nei casi in cui il ritardo sia inferiore ai 30 giorni, verrà applicata un sanzione amministrativa pari a un dodicesimo dell’importo del canone per ogni semestre, ovvero 4,41 euro.

Quando il ritardo nel pagamento superi i 30 giorni, invece, la sanzione prevista dal regolamento equivale ad un sesto del canone per ogni semestre, ovvero 8,82 euro.

Infine, se il ritardo oltrepassa i sei mesi, il contribuente dovrà versare gli interessi di mora, che attualmente corrispondono all‘1% del canone per ogni semestre compiuto.

Come pagare il canone in ritardo?

I possessori di un apparecchio televisivo ai quali spetta il pagamento del Canone Rai, dovranno versare le maggiorazioni sull’apposito conto corrente postale (N° 104109) intestato a: Agenzia Entrate DP I Uff. Terr. TO 1 SAT – Sanz. Amm. Ve Interessi e Spese.

Se il contribuente non procede al rinnovo dell’abbonamento entro i termini stabiliti, il SAT provvederà subito al recupero bonario, e in seguito ad avviare il recupero coattivo tramite cartella esattoriale, eseguito dal concessionario della riscossione.

Commenti Facebook: