Canone RAI: a rate per i pensionati e esenzione per gli over 75

Ci sono delle novità legate al canone RAI, in particolare sulle modalità pagamento della tassa tv da parte dei pensionati. L’Agenzia delle Entrate, infatti, ha fatto sapere che si potrà richiedere un’agevolazione per poter pagare il canone televisivo a rate, grazie ad un Decreto Legge emanato quest’anno.

Esenzione canone Rai e pensionati: le novità

Grazie a questa nuova possibilità i pensionati potranno pagare il canone della RAI dividendo l’ammontare della tassa in 11 rate mensili che verranno detratte direttamente dalla pensione. Un nuovo metodo di pagamento che consente ai pensionati non soltanto di ottimizzare la spesa e spalmarla su un interno anno, ma anche di evitare lunghe ed estenuanti file negli uffici postali per il pagamento.

Chi deciderà di optare per la rateizzazione del canone RAI dovrà presentare la domanda entro il 15 novembre prossimo. C’è un requisito affinché si possa usufruire dell’agevolazione: la pensione percepita in un anno, infatti, non dovrà superare la somme di 18 mila euro. Ovviamente si tratta di un limite molto ampio, raggiunto da pochi pensionati, quindi la maggior parte dei essi potranno ottenere la rateizzazione del canone.
Scopri le offerte TV

Ma questa non è l’unica buona notizia: una circolare dell’Agenzia delle Entrate, infatti, chiarisce le modalità per l’esenzione del canone RAI per gli utenti di età pari o superiore ai 75 anni. Oltre all’età, gli anziani che potranno usufruire dell’abolizione del canone non dovranno superare i 6713,98 euro di reddito (comprensivo di quello del coniuge). Inoltre non dovranno convivere che nessun altro componente del nucleo familiare, ad eccezione del coniuge.

La nuova norma vale a partire dai canoni RAI 2008: coloro che avranno i requisiti richiesti, quindi, potranno presentare un’istanza di rimborso e riavere la cifra spesa per il pagamento della tassa. Si dovranno presentare due domande in formato cartaceo, uno per la richiesta di esenzione dal canone per quest’anno e una seconda per i rimborsi degli anni precedenti.

Aggiornamento 2015: Canone Rai in bolletta luce?

Le novità del 2015 prevedono che a partire dal 1° gennaio 2016, il canone televisivo venga pagato in bolletta elettrica. In particolare, secondo la Legge Stabilità 2016 si pagherà un importo di quasi 100 euro all’anno, in sei rate bimestrali pari a 16,66 euro all’interno della bolletta della luce; dal 2017 l’importo sarebbe di 95 euro annui.

Il nuovo canone tv verrà corrisposto soltanto dai titolari dei contratti domestici e sarà destinato soltanto ai residenti, quindi proprietari di prima casa o anche chi è in affitto e abbia trasferito la residenza uscendo dallo stato di famiglia dei genitori. Si potrà chiedere l’esenzione del pagamento del canone televisivo attraverso autocertificazione da presentare all’Agenzia delle Entrate, purché non si sia in possesso di un apparecchio televisivo.

Ancora si attendono ulteriori novità da parte del Governo per quanto riguarda la strumentalizzazione del Canone Rai in bolletta luce.

Commenti Facebook: