Cambiare ADSL: basteranno 5 giorni

L’Authority per le Comunicazioni ha emanato direttive specifiche che aiuteranno lo snellimento delle procedure per il cambio di operatore telefonico o ADSL affinché dal 1° novembre 2009 le tempistiche di passaggio da un operatore all’altro si riducano a soli 10 giorni.

Attualmente l’iter per il cambio di gestore avviene in circa 20-30 giorni e prevede che l’utente faccia richiesta al gestore del “codice di migrazione”, indispensabile per l’attivazione presso il nuovo gestore; questa attesa, però, si può allungare anche a svariati mesi se qualcosa non va secondo le procedure.

Dal primo marzo 2010, inoltre, la stessa operazione dovrà essere conclusa in 5 giorni e per prevenire il passaggio abusivo o errato da un operatore all’altro l’Authority ha disposto l’attivazione di un codice PIN segreto che sarà comunicato all’utente insieme al codice di migrazione e la mancata attivazione dello stesso non permetterà il cambio di gestore.

>Authority per le Comunicazioni ha emanato direttive specifiche che aiuteranno lo snellimento delle procedure per il cambio di operatore telefonico o ADSL affinché dal 1° novembre 2009 le tempistiche di passaggio da un operatore all’altro si riducano a soli 10 giorni.

Attualmente l’iter per il cambio di gestore avviene in circa 20-30 giorni e prevede che l’utente faccia richiesta al gestore del “codice di migrazione”, indispensabile per l’attivazione presso il nuovo gestore; questa attesa, però, si può allungare anche a svariati mesi se qualcosa non va secondo le procedure.

Dal primo marzo 2010, inoltre, la stessa operazione dovrà essere conclusa in 5 giorni e per prevenire il passaggio abusivo o errato da un operatore all’altro l’Authority ha disposto l’attivazione di un codice PIN segreto che sarà comunicato all’utente insieme al codice di migrazione e la mancata attivazione dello stesso non permetterà il cambio di gestore.

Commenti Facebook: