Cambiano le bollette e le tariffe luce e gas: tutte le modifiche dell’AEEGSI

A partire dal 1° settembre 2015 entreranno in vigore le nuove bollette luce e gas. Un foglio unico più chiaro, con solo le voci di spesa essenziali e con una semplificazione dei termini. E’ ancora in corso la consultazione AEEGSI riguardante l’attuale metodo tariffario per l’energia, che l’Autorità ritiene obsoleto e vuole modificare. Il ddl Concorrenza ha approvato l’eliminazione del mercato tutelato dell’energia e il gas dal 2018. Ecco tutte le modifiche dell’AEEGSI per luce e gas di quest’anno.

mercato tutelato, bollette luce, tariffe energia
Addio mercato tutelato, nuove bollette, cambiano le tariffe: tutte le novità per energia e gas

Da settembre nuove bollette luce e gas

Sulle nuove bollette luce e gas avevamo già parlato a ottobre 2014, con la delibera 501/2014/R/com dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il settore idrico (AEEGSI) che introduce la nuova bolletta 2.0, in vigore a partire da settembre 2015.

Si tratta di una bolletta provvista da un solo foglio, con tutte le voci di spesa ben evidenziati, un format più semplice e moderno.

La semplificazione della bolletta luce e gas riguarderà tanto i contenuti come i termini utilizzati; ad esempio quelli che oggi si conoscono come “servizi di vendita” passeranno a chiamarsi spesa per la materia energia/gas naturale, mentre gli attuali servizi di rete saranno la spesa per il trasporto e gestione del contatore.

Nella prima pagina della nuova bolletta luce e gas verrà indicato anche il costo medio unitario del kWh/Smc, come rapporto tra la spesa totale e i consumi fatturati. In più, verranno spiegati quali sono gli oneri di sistema (incentivi alle rinnovabili e assimilati, alle imprese energivore, fondi per la messa in sicurezza delle centrali nucleari o per la ricerca, etc), che attualmente incidono per oltre il 22% sulla spesa finale del cliente tipo servito in maggior tutela.

Le nuove bollette, inoltre, saranno più chiare in casi di ricalcoli e conguagli, evidenziati in un apposito box nella bolletta, e in caso di modifiche dei consumi misurati, ad esempio per errori di fatturazione.

La bolletta 2.0 sarà disponibile in formato elettronico o cartaceo, ma chi vorrà ricevere la bolletta via e-mail, avrà diritto ad uno sconto sulle tariffe energia elettrica e gas.
Confronta Tariffe Gas »

Cambiano le tariffe energia elettrica: la consultazione

E’ ancora in corso (fino al 16 marzo) la consultazione pubblica lanciata dall’AEEGSI il mese scorso, che ha come obiettivo raccogliere opinioni riguardanti l’attuale metodo tariffario per l’energia elettrica, che l’Autorità ritiene obsoleto e desidera modificare.

L’Autorità vuole modernizzare le tariffe luce, eliminando la loro progressività e beneficiando coloro che oggi consumano di più, come le famiglie numerose e le piccole imprese. Con il nuovo metodo tariffario proposto dall’AEEGSI, la bolletta della luce del consumatore tipo rimarrebbe invariata, mentre le famiglie numerose potrebbero risparmiare ben 618 euro all’anno.

Comporterebbe un aggravio, invece, la modifica delle tariffe luce per i single (circa 75 euro in più all’anno), chi vive in coppia (44 euro in più) e la categoria dei non residenti con bassi consumi, che potrebbero vedere lievitare le bollette di circa 130 euro su base annua.

Per maggiori informazioni, rimandiamo al nostro articolo su come cambiano le tariffe energia elettrica.
Confronta Tariffe Energia Elettrica »

Eliminato il servizio a maggior tutela

Il ddl Concorrenza approvato il 20 febbraio dal Consiglio dei Ministri prevede l’eliminazione del mercato tutelato dell’energia e il gas a partire dal 2018, e non più a partire dal 2015 (gas) e 2016 (luce) come previsto inizialmente.

Il disegno di legge Concorrenza, ancora in studio, cancellerebbe la norma contenuta nel dlgs n.164 del 2000 riguardante gli “Obblighi relativi al servizio pubblico e tutela dei consumatori” e stabilisce che sia l’AEEGSI a determinare i prezzi di riferimento per il gas dei clienti domestici che scelgono di non aderire al mercato libero, e quindi rimangono serviti dal “Servizio a Maggior Tutela“. Verrebbe anche eliminato il comma del dlgs n.93 del 2011 che regola il mercato tutelato del servizio di energia elettrica.

Per questi clienti serviti in maggior tutela, l’Autorità aggiorna i prezzi di riferimento ogni tre mesi, decidendo a volte un taglio (come nell’ultimo aggiornamento di gennaio 2015), a volte un aumento (come nell’aggiornamento precedente di ottobre 2014).

A partire dal 2018, secondo quanto si legge nell’ultima bozza del ddl, verrebbe eliminato il servizio a maggior tutela del gas e della luce, con il compromesso tanto dell’Autorità per l’energia come dell’Antitrust, di rafforzare il sistema di vigilanza e di sanzione nonché quello di informazione-consulenza per i consumatori.

 

Prezzi più bassi su luce e gas dopo l’eliminazione del mercato tutelato

Con l’eliminazione del mercato tutelato, l’Autorità garante per la concorrenza assicura che i prezzi delle offerte luce e gas del mercato libero scenderanno. Anche secondo gli analisti dell’Istituto Bruno Leoni (IBL), con l’eliminazione del mercato tutelato i prezzi saranno più bassi; lo dimostra uno studio effettuato dall’IBL, coordinato da Lorenzo Castellani e con la collaborazione di Assogas.

«Il superamento dell’attuale regime di tutela per i consumatori domestici nel mercato del gas aiuterebbe a rendere il mercato più dinamico facendo leva sui benefici della liberalizzazione», ha spiegato Castellani commentando lo studio, dove si prendono in considerazione anche le norme di protezione dei consumatori adottate nei diversi Paesi UE. “I Paesi con una regolamentazione meno pervasiva rendono più dinamica la domanda, favorendo la riduzione dei prezzi”, conclude lo studio.

Ricordiamo che già adesso molte tariffe gas e luce del mercato libero offrono prezzi più bassi rispetti quelli stabiliti dall’AEEGSI attualmente; in effetti, con le proposte attuali una famiglia di 5 persone (consumi 6.300 kWh e 2.100 m3 su base annua) risparmia circa 360 euro all’anno passando al mercato libero.

Consigliamo al lettore che ancora è servito in maggior tutela, quindi, di cominciare a informarsi riguardo le proposte commerciali presenti nel mercato libero, effettuando un confronto di prezzi con l’aiuto del comparatore gratuito e indipendente di SosTariffe.it

Migliori tariffe luce per famiglie »

Commenti Facebook: