di

Calcolo del preventivo: i documenti necessari

Nulla di complicato: per calcolare il preventivo Rc auto online sono sufficienti tre documenti, ossia attestato, libretto e carta d’identità. Che è meglio avere a portata di mano prima di mettersi davanti al computer, per velocizzare una procedura (quella del rilascio del preventivo Rca) che è già comunque molto rapida. E per evitare errori (inserire dati sbagliati) che farebbero sballare la tariffa: può bastare un nonnulla per spostare l’ago della bilancia in un senso (prezzo meno costoso) e nell’altro (Rca più salata).

Calcolo del preventivo: i documenti necessari

L’attestato di rischio

Cominciamo dall’attestato di rischio, per verificare il livello della classe di merito universale indicata con la sigla CU e gli altri dati relativi alla vostra storia assicurativa. In particolare, gli eventuali sinistri verificatisi negli ultimi cinque anni e la data di scadenza della polizza. L’attestato di rischio ha una validità di cinque anni, ma viene inviato all’assicurato ogni anno alla scadenza del contratto di polizza Rc auto. Per legge, infatti, la Compagnia deve inviare l’attestato di rischio almeno un mese prima della scadenza del contratto di polizza: se non lo fa e volete cambiare Compagnia, sollecitate la vostra Assicurazione. Senza quel documento, non riuscirete a liberarvi della vostra Compagnia.

Carta di circolazione e documento di identità

Per il calcolo del preventivo Rc auto online, serve anche il libretto del veicolo, dove potete controllare l’anno della prima immatricolazione e la data di acquisto del mezzo. Sulla carta di circolazione, trovate anche la targa, il modello e l’allestimento del veicolo. Tutti dati necessari affinché il sito Internet che state consultando per il preventivo Rc auto vi fornisca la tariffa corretta.

Può suonare strano, ma non sono rari i preventivi coi dati anagrafici scorretti (non per colpa delle Assicurazioni): e allora, tanto vale appoggiarsi a un proprio documento d’identità. Così che la tariffa Rc auto sia personalizzata al massimo: età e residenza incidono tantissimo sul prezzo finale.

Comunque, ci sono anche siti Internet che chiedono solo di fornire la targa del veicolo e la data di nascita del proprietario. Questi dati consentono alla Compagnia di acquisire in via automatica i dati relativi al veicolo presso la banca dati gestita dall’Ania, l’Associazione nazionale delle imprese assicuratici. 

Confronta assicurazioni auto »

Commenti Facebook: