Calano i consumi italiani di gas nel 2013

I costi del gas non dovrebbero crescere nel corso delle prossime settimane, ma gli italiani si dimostrano sempre meno affezionati a tale risorsa, con un vistoso passo indietro nell’ultimo anno, in grado di “bruciare” gli sviluppi compiuti dal 2002 ad oggi.

Forte calo dei consumi di gas nel 2013
Forte calo dei consumi di gas nel 2013

Secondo le elaborazioni compiute da Staffetta Quotidiana, sui dati forniti da Snam Rete Gas, ad esempio, i consumi di gas sarebbero crollati fino a riportare l’Italia indietro nel tempo di 12 anni: le determinanti alla base di questo deterioramento sembrano essere imputabili al concomitante sviluppo delle energie rinnovabili da una parte e, dall’altra, anche e soprattutto alla crisi economica, in grado di nuocere gravemente alla spesa delle famiglie.

Confronta le offerte Gas

Il risultato è stato emblematico: il consumo è calato del 6,4% a quota 69,5 miliardi di metri cubi, rispetto ai 70,5 miliardi di metri cubi dell’anno precedente. Rispetto al 2011, il calo tocca addirittura il 10%, trascinato al ribasso dalla flessione delle richieste nel settore termoelettrico (migliore è invece la tenuta del gas richiesto per uso industriale).

La tendenza potrebbe inoltre proseguire anche nel corso dei prossimi mesi, seppur con percentuali di regressione meno consistenti rispetto a quelle che sono state sperimentate nel 2012 e nel 2013.

Commenti Facebook: